Capodanno con il cane, dove andare e cosa fare

capodanno col cane

Dove andare a Capodanno con il cane? Chi ama gli animali desidera trascorrere tempo libero e festività in loro compagnia e le vacanze di fine anno non fanno eccezione. Il divertimento è assicurato, ciò che è importante è prestare attenzione alla scelta del luogo dove festeggiare, pensando anche al benessere del cucciolo. 

CAPODANNO IN CITTÀ

Sono tante le offerte per il Capodanno con il cane in città. In realtà potrebbe rivelarsi il luogo meno indicato per gli amici a quattro zampe, a causa dei botti ma le possibilità di organizzarsi sono numerose, non c’è da preoccuparsi. 

Come è noto i cani hanno un udito molto più sviluppato degli esseri umani e gli spari di fine anno rappresentano per loro una fonte di ansia e paura. Il rumore prolungato e improvviso genera negli animali tachicardia, agitazione e in alcuni casi malori, dai tic nervosi fino al crepacuore.  

Per questo motivo, alcune città hanno deciso di adottare misure preventive pet friendly, abolendo i botti di fine anno e rendendo quindi i centri abitati più vivibili per il cane. In ogni caso, meglio cercare un ristorante e un hotel dove trascorrere la mezzanotte, evitando il Capodanno in piazza per via dell’eccessiva confusione e della musica assordante. 

Volendo stilare una breve classifica delle città d’Italia più a misura dei cuccioli a quattro zampe, troviamo al primo posto Parma, dotata meglio di altre di aree e servizi per i cani. Seguono Milano, Roma e Firenze. In alternativa, è sempre possibile optare per un Capodanno in una diversa location, come la Maremma ad esempio e le colline del Chianti, dove la presenza di maneggi garantisce il divieto dei botti e la massima tranquillità. 

CAPODANNO CON IL CANE IN MONTAGNA

Un bel rifugio in montagna, un hotel accogliente in cui rientrare dopo una sciata e il cane che rotola nella neve: cosa c’è di meglio di una tale prospettiva? Per trovare il posto giusto per i cani e sapere dove sono ammessi, è sufficiente entrare a far parte di uno dei network dedicati agli amici a quattro zampe (cani ovviamente ma non dimentichiamo anche i gatti!). È possibile trovare sistemazioni per tutte le esigenze e i budget, dagli hotel più confortevoli, ai B&B o anche residence e case vacanza.  

Le mete migliori perché più tranquille e riposanti sono la Valtellina, le Alpi friulane, la Val di Mello e il Parco dello Stelvio. Per gli amanti della mondanità, le località ideali sono Cortina e Madonna di Campiglio nelle Dolomiti trentine. E per quanto riguarda l’Appennino, il luogo perfetto per gli animali è la zona della Garfagnana. Se l’idea ti interessa puoi dare un’occhiata qui alle nostre idee per l’ultimo dell’anno in montagna.

CAPODANNO CON IL CANE IN AGRITURISMO

L’agriturismo è il posto perfetto dove trascorrere il Capodanno, perché concilia alla perfezione le esigenze dei cani e dell’intera famiglia. Infatti la presenza di altri animali nell’area scongiura l’utilizzo di botti e petardi e l’atmosfera è tranquilla. L’aria salubre, il buon cibo e le location ormai sempre più suggestive rendono questi posti incantevoli, per trascorrere il Capodanno con il cane. 

Qualche suggerimento? La Toscana offre squarci meravigliosi, nelle zone tra Siena ed Arezzo. Anche sul lago di Garda le offerte per il Capodanno con il cane sono numerose e non c’è che l’imbarazzo della scelta. Se l’idea ti interessa puoi consultare qui le nostre idee per l’ultimo dell’anno in agriturismo.

CAPODANNO CON IL CANE IN CAMPER

Una valida alternativa alla montagna è il Capodanno in campeggio. Anche in questo caso le parole d’ordine sono relax, tranquillità, natura e aria pulita, prerogative molto apprezzate dai camperisti e senza dubbio dagli animali. Si può decidere di partire per qualche giorno in compagnia di amici con la stessa passione oppure di partecipare alle iniziative e ai festeggiamenti organizzati dalla struttura ricettiva. 

CONSIGLI FINALI

Infine ecco qualche regola di buon senso valida per chi trascorre con un cane un periodo di particolare euforia e baldoria come il Capodanno. 

  • Avanzi di cibo. Evitare di dare al cane tutto ciò che avanza nei piatti dopo il cenone. Se un bocconcino in più è concesso, è fondamentale vietare al cane i cibi per lui sono velenosi, come i dolci ad esempio.
  • Vestiti ridicoli. Meglio non addobbare il fedele amico come se fosse lui l’albero di Natale. Al massimo gli si può regalare un nuovo gioco o un accessorio con il quale passare un po’ di tempo.
  • Isolamento dai rumori. Se si resta in casa in città, è bene preparare un rifugio sicuro per il cane, chiudere porte e finestre per attutire al massimo i rumori esterni e coprirli alzando il volume della tv.
  • Nessun allarmismo. Nel corso dei fuochi di artificio, non cercare di prenderlo in braccio né di coccolarlo in modo eccessivo: percepirebbe tale atteggiamento come un campanello d’allarme e potrebbe avere reazioni aggressive.
  • Mai da solo. Il cane non va mai lasciato solo in casa né tantomeno legato, perché potrebbe rimanere strozzato nel tentativo di divincolarsi per la paura dei botti.
  • Infine è sempre bene informarsi presso il proprio veterinario e all’occorrenza ricorrere ad un supporto farmacologico per aiutare il fedele amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.