Capodanno in Islanda: Falò e natura mozzafiato

Sogni le terre incontaminate nel periodo delle festività invernali? Il Capodanno in Islanda è quello che fa per te.

Effettivamente le emozioni che regala questa terra in quei giorni sono ancora più percepibili: l’Islanda diventa un mondo magico, dove potrai vivere esperienze a contatto con la natura incontaminata e potrai ammirare i movimenti armonici dell’Aurora Boreale.

Quest’isola è caratterizzata dalla presenza di paesaggi da ammirare, geyser, cascate, fiordi, vulcani, terme naturali e bellissimi ghiacciai. Uno scenario naturalistico da vivere insieme alla meraviglia di tanti animali che abitano quest’isola, come balene, cavalli e foche.

Questa terra presenta numerose attrazioni e negli anni si è creata una discreta reputazione a livello turistico. Vivere il periodo di Capodanno in Islanda, visitando i luoghi più belli dell’isola e condividendo i festeggiamenti con la gente del posto, ti regalerà momenti che ricorderai per sempre!

Qui di seguito ti diamo alcuni consigli per trascorrere l’ultimo dell’anno sull’isola in maniera indimenticabile. Iniziamo dalla capitale, Reykjavik, per poi passare alle principali attrazioni turistiche dell’isola che puoi visitare durante la tua vacanza.

COME TRASCORERE IL CAPODANNO 2020 IN ISLANDA

FESTEGGIAMENTI A REYKJAVIK

È la capitale e la città più grande d’Islanda, situata sulla costa, bagnata dalle acque dell’Oceano Atlantico. La città è divisa in distretti e viene scelta come meta turistica per chi viaggia in questa terra. Qui vive un terzo della popolazione nazionale e, oltre ad essere il fulcro economico e sociale del paese, Reykjavik rappresenta anche un importante centro culturale: oltre a diversi musei, potrai visitare duomo, cattedrali e altri edifici d’interesse. Non dimenticare di passare nella zona del vecchio porto dove negozi, ristoranti e locali alla moda animano la città.

Nonostante l’oscurità tipica dei lunghi inverni artici, durante la notte di San Silvestro Reykjavik è tutt’altro che buia. Il cielo della capitale islandese si illumina grazie a giganteschi falò, organizzati in vari punti della città, e a spettacolari fuochi d’artificio.

I FALÒ DI CAPODANNO A REYKJAVIK

I falò organizzati in città per l’ultimo dell’anno non hanno nulla a che vedere con quelli a cui siamo abituati noi (quelli di Ferragosto sulla spiaggia, per intenderci). Si tratta di giganteschi fuochi appiccati in vari punti della città e nei suoi dintorni che hanno inizio verso le 20:30. Accanto al fuoco potrai bere qualcosa mentre fai amicizia con la gente del posto. Per scoprire dove si terranno i falò puoi rivolgerti all’ufficio turistico di Reykjavik, dove ti sapranno indicare quelli più vicini a te. E dopo i falò, cosa succede? Molti islandesi ritornano a casa per assistere al tradizionale programma televisivo di fine anno (ovviamente in islandese), durante il quale vengono passati in rassegna i momenti più significativi dell’anno appena trascorso.

I FUOCHI D’ARTIFICIO DI CAPODANNO

Togliere i fuochi d’artificio agli islandesi l’ultima notte dell’anno sarebbe per noi come mangiare un piatto di pasta senza il parmigiano. Paragone bizzarro, ma rende l’idea. Pare che, subito dopo il programma televisivo che abbiamo menzionato sopra, un islandese su due si riversi  in strada a sparare fuochi d’artificio. I cittadini rimasti si posizionano invece insieme ai turisti in punti panoramici strategici per assistere allo spettacolo pirotecnico mozzafiato. I fuochi d’artificio iniziano in genere verso le 23:30 e proseguono per un paio di ore circa. Ti interesserà forse sapere che i fuochi d’artificio a Reykjavik non vengono organizzati dalla città, ma dai cittadini stessi. Fai attenzione dunque se ti aggiri per le strade…

POI TUTTI A BALLARE

Dopo i fuochi d’artificio, i festseggiamenti di Capodanno proseguono nei vari locali della città. La capitale islandese è rinomata per la sua vita notturna e l’ultimo dell’anno non fa eccezione. Il gran numero di locali nel centro della città ti permetterà di visitarne diversi nell’arco della stessa nottata!

TOUR DI CAPODANNO 2020 A REYKJAVIK

Per godere l’atmosfera di Reykjavik e festeggiare il Capodanno 2020 con la gente del posto, ti consigliamo questo tour di GetYourGuide della durata di 5 ore, durante il quale assisterai nei posti più strategici sia ai falò che ai fuochi d’artificio di fine anno.
Prenota il tour a Reykjavik

LE CASCATE GULLFOSS E DETTIFOSS

Cascata di Dettifoss

Se visiti l’Islanda nel periodo di Capodanno non puoi assolutamente perdere la visita alle meravigliose cascate: ce ne sono a centinaia, altissime, di lava e potenti. Ma vogliamo rimarcarne due davvero spettacolari. Gullfoss rappresenta la cascata più conosciuta e per molti la più bella d’Islanda. Il suo nome significa Cascata d’oro ed è facilmente raggiungibile da Reykjavik. Ed è proprio questa cascata a dare il nome al famoso Circolo d’Oro, uno dei percorsi più belli d’Islanda.  La seconda che non devi perdere è Dettifoss, la più imponente d’Europa. La sua altezza è di circa 45 metri ma le sue acque percorrono circa 30 km prima di sfociare nella baia Öxarfjörður dell’Islanda settentrionale.

GEYSIR

Sai che in Islanda si trova il geyser più antico del mondo? Questo è tra i fenomeni naturali più affascinanti del nostro pianeta e consiste nel veder fuoriuscire dalla terra getti d’acqua bollente alti fino a decine di metri. Ecco in Islanda potrai vedere questi getti e ammirarli soprattutto nella valle di Haukadalur dove si trova anche Geysir, il cui getto un tempo raggiungeva fino a 80 metri di altezza. Nel tempo purtroppo si è ridotta a causa dei sassi lanciati dai turisti che ne hanno ostruito la fuoriuscita. La visita a Geysir è gratuita e rappresenta una delle più belle attrazioni d’Islanda.

LAGUNA BLU

Questa è tra le mete più gettonate dell’isola: è un grande lago artificiale e la temperatura media dell’acqua raggiunge i 39 gradi. La sua vicinanza alla capitale la rende una meta ambita dai turisti al loro arrivo o prima della partenza. Anche molte celebrità la scelgono! Il primo a fare il bagno nelle sue acque fu un ragazzo con problemi di psoriasi che trovò miracolose le acque della Laguna Blu per la sua pelle. Il primo stabilimento pubblico aprì nel 1986; oggi è una spa internazionale. Un consiglio: prenota la visita alla spa anche qualche settimana prima per non rimanere fuori!

IL CIRCOLO D’ORO

È un vero e proprio itinerario delle principali attività turistiche d’Islanda e un viaggio turistico che include 3 tra le attrazioni maggiori dell’isola. Se visiterai l’Islanda, sentirai parlare del Golden Circle e potrai fare il tour in una giornata. Esso comprende il parco nazionale Thingvellir, l’area geotermica del Geysir e la cascata Gullfoss. Il primo è situato a soli 45 minuti in auto dalla capitale e racchiude una storia fantastica e una geologia davvero affascinante: il fascino di questo parco è rappresentato dall’essere situato proprio in mezzo a 2 placche tettoniche. È una zona con continui terremoti ma che vede il parco davvero rigoglioso e ricoperto di muschio, pini e alberi di betulla. L’acqua che emerge dalle crepe del parco è cristallina e il mondo sottomarino qui è meraviglioso. La seconda tappa è l’area geotermica del famoso Geysir e infine potrai vedere la cascata Gullfoss. Questa, letteralmente “cascata d’oro”, ha la particolarità di fare un doppio salto e ti accoglierà con un arcobaleno mozzafiato tra la nebbia delle sue potenti acque.

IL GHIACCIAIO DI VATNAJÖKULL

Capodanno in Islanda: i ghiacciai

Che emozione si prova a ritrovarsi nella grotta del ghiacciaio più grande d’Europa? Vatnajökull contiene circa 3100 metri cubi di ghiaccio e ricopre circa il 10% della superficie islandese. Rappresenta infatti  la quarta calotta più grande del mondo e potrai esplorare i suoi ghiacciai e lasciarti trasportare in un luogo di un fascino incredibile. Un consiglio: i jeans non vanno bene, sono preferibili calze grosse e abiti caldi durante questa escursione.

TOUR DI VATNAJÖKULL

Per vivere la magia di Vatnajökull nel periodo di Capodanno puoi partecipare ad un tour della durata totale di due ore e mezza, con trasporto in jeep per raggiungere il ghiacciaio. Durante il tour verrai accompagnato da una guida locale e ti verrà fornita l’attrezzatura necessaria tra cui caschetto e, se necessario, una torcia. La permanenza all’interno della grotta naturale sarà di circa 45 minuti. Per tutte le informazioni dai un’occhiata a questa attività che ti condurrà al ghiacciaio più grande d’Europa.

Non dimenticare che oltre a queste attrazioni, il Capodanno in Islanda ti farà tenere il naso all’insù per scorgere la meraviglia dell’aurora boreale!
Prenota il tour nel ghiacciaio

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Cerchi altre mete di Capodanno? Visita la nostra sezione dedicata all’ultimo dell’anno in Europa!

OFFERTE HOTEL PER IL PERIODO DI CAPODANNO A REYKJAVIK



Booking.com

Parata di Capodanno a Londra

La Parata di Capodanno a Londra, propriamente chiamata LNYDP, ovvero London’s New Year’s Day Parade 2020, è tra le manifestazioni più attese della capitale inglese e famosa in tutto il mondo. Nel 2020 arriverà alla sua 34a edizione con oltre 10.000 artisti tra cui danzatori, musicisti, acrobati, ragazze pompon e artisti vari che si riuniscono nel cuore della città per una grande festa dove si intrecciano esuberanti spettacoli contemporanei con sfarzi e cerimonie tradizionali.

Parata di Capodanno a Londra

COS’È LA PARATA DI CAPODANNO DI LONDRA?

Ogni 1 gennaio si festeggia a Londra con la grande parata che coinvolge tantissimi spettatori e artisti da tutto il mondo: le strade si affollano di curiosi e, se decidi di trascorrere l’ultimo dell’anno nella capitale inglese, allora la LNYPD non è assoltamente da perdere!

La parata nasce nel 1987, quando, per le piazze e le strade di Londra, prese vita per la prima volta: allora si chiamava Lord Mayor of Westminster’s Big Parade e mantenne quella denominazione fino al 1994 quando assunse l’attuale nome. Unica eccezione nell’anno 2000 quando venne chiamata Millennium Parade.

La Parata nasce con lo scopo di raccogliere fondi per gli enti di beneficenza di Londra. Inoltre per l’occasione viene organizzata una competizione dalla BBC London per individuare 2 giovani talenti che avranno poi l’opportunità unica di esibire la propria musica con una marching band di scuola superiore americana, proprio dall’altra parte dell’oceano.

Dagli Stati Uniti infatti arrivano le marching bands per farsi conoscere e proporre la propria musica diventando così protagoniste indiscusse dell’evento. 3 nomi su tutti: la banda della Shawnee Mission West High School di Overland Park, Kansas, USA, ha portato la sua musica alla parata per ben 9 volte; i 130 componenti della Dixie Heights High School Marching Colonels di Edgewood, Kentucky, si sono esibiti nel 1991, guidati dal direttore della band Daryl Angel; infine la banda di 240 membri della Walker Valley High School di Cleveland, Tennessee hanno sfilato nel 2007, diretti da Alan Hunt.

Nel 2020 si esibiranno la West Orange High School band from Winter Garden, Florida, la Lake Nona High School Sound of the Lions da Orlando, Florida e la band Marshall University Marching Thunder da Huntington, West Virginia.

L’evento è gratuito ma alcuni posti prevedono l’acquisto del biglietto. Clicca qui per maggiori dettagli.

QUAL È IL PERCORSO DELLA PARATA?

Parata a Londra

La parata di Capodanno a Londra si sviluppa su ben 3,2 kilometri nelle zone centrali della metropoli.

Fino all’anno 2010 partiva da Westminster, a Parliament Square, continuava lungo Parliament Street e Whitehall, e proseguiva verso Trafalgar Square, infine attraversava Cockspur Street e Regent Street. Terminava poi a Piccadilly e Green Park.

Fu proprio nel 2010 che la LNYDP modificò il proprio itinerario per mostrare ai telespettatori americani tutte le varie zone della città al meglio e per assecondare le esigenze delle reti televisive degli Stati Uniti: la nuova parata segue un percorso che consente di ammirare l’Elizabeth Tower del Palazzo di Westminster e Trafalgar Square. Inizia tutto al Ritz Hotel, lungo Piccadilly fino a Piccadilly Circus, lungo Regent Street, poi lungo Pall Mall fino a Trafalgar Square, quindi lungo Whitehall fino a Parliament Square. Il tutto finisce di fronte alla meraviglia del Big Ben E che dire se non che iniziare l’anno a Londra è sicuramente un’occasione unica, che unisce tutto il mondo.

Scarica la mappa della parata qui.

IL LNYDP STREET FOOD VILLAGE

La Parata di Capodanno prende vita tra le vie del West End a Londra: ricordati innanzitutto che verranno chiuse al traffico le principali strade, e le principali attrazioni turistiche non saranno visitabili. Ma non dimenticarti che non c’è solo la parata! Di grande interesse ogni anno è il villaggio che la affianca: il LNYDP Street Food Village viene allestito dalle 11 alle 16 del 1 gennaio nell’area tra Waterloo Place e Pall Mall, a due passi da Trafalgar Square. Avrai la possibilità di assaggiare una raffinata selezione di piatti provenienti da tutto il mondo e di vivere la parata al meglio in un’atmosfera unica.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Ultimo dell’anno a Londra: Le nostre idee per un Capodanno 2020 indimenticabile

 

 

Ultimo dell’anno a Londra: Le nostre idee per un Capodanno 2020 indimenticabile

Londra è una città multietnica e poliedrica, magica e misteriosa, capace di soddisfare tutti i gusti e tutte le esigenze, proprio per questo è considerata la capitale europea per eccellenza. Chi ama lo shopping ha solo l’imbarazzo della scelta: dalle boutique di alta moda ai mitici magazzini Harrods, fino alle bancarelle che vendono gli oggetti più disparati per portarsi a casa un ricordo della “City”.

Londra è suddivisa in diversi quartieri, ognuno dei quali ha le sue caratteristiche peculiari. Ad esempio c’è il trasgressivo e libertino quartiere a luci rosse di Soho, dove ne potrai vedere davvero di tutti i colori! Oppure c’è Camden Town, quartiere alternativo con un’identità fuori dagli schemi, i suoi mercatini ed i suoi locali tutti da scoprire.

I quartieri di Notting Hill e di South Kensington con il loro fascino “british” sapranno accogliere i turisti con classe in ristoranti, bar e negozi alla moda. A Notting Hill c’è Portobello Road, una delle strade più antiche di Londra famosa per la grande quantità di negozi e mercatini che vendono vestiti, oggetti d’antiquariato, souvenir, ecc. South Kensington, lussuoso quartiere di Londra, è la scelta ideale per chi vuole allontanarsi dal caos cittadino e godersi una passeggiata in un parco o una visita in un museo. Da non perdere il Palazzo di Westminster ed il suo imponente Big Ben, che suona ogni quarto d’ora. Le attrazioni da visitare a Londra sono tantissime, ed è facile spostarsi da un quartiere all’altro della città grazie all’impeccabile servizio di metropolitana.

DOVE VEDERE I FUOCHI D’ARTIFICIO DI CAPODANNO

A questo punto non ci resta che scoprire cosa fare a Londra per il Capodanno 2020. Londra è famosa soprattutto per il suo bellissimo spettacolo pirotecnico, che dura ben 45 minuti. Lo spettacolare evento, il “New Year’s Eve fireworks display”, si svolge in un’area chiusa attorno al Tamigi. Se intendi partecipare ti conviene muoverti per tempo, ed acquistare i biglietti sul sito ufficiale www.london.gov.uk al prezzo di 10 sterline.

Il countdown verrà scandito dal display luminoso dello Shard, il grattacielo più alto d’Europa, accompagnato dai 12 rintocchi del Big Ben che darà l’addio all’anno che se ne va. Dopo la mezzanotte inizierà il fantastico spettacolo di fuochi d’artificio, visibile comunque anche da altri punti della città come il Tower Bridge, il Vauxhall Bridge, Greenwich e Primrose Hill.

CROCIERA SUL TAMIGI

Se però cerchi qualcosa di diverso e di emozionante ti suggerisco una fantastica crociera sul Tamigi, con musica, balli, danze, spettacoli, brindisi di mezzanotte ed un posto d’onore, sotto l’occhio vigile del London Eye, per ammirare lo spettacolo pirotecnico nel cielo londinese. Per prenotare questo party di Capodanno sul Tamigi, esclusivo e raffinato, è opportuno prenotare i biglietti con largo anticipo.

IN GIRO PER PUB

Sei alla ricerca di ristoranti e locali dove prenotare il tuo cenone? Be’, allora smetti subito di cercare. I ristoranti londinesi chiudono i battenti molto presto, e poiché Londra è una città alquanto rigida non fa eccezioni neanche il 31 dicembre. Ci sono però delle soluzioni alternative per trascorrere la mezzanotte in un tipico pub londinese, mangiando fish & chips e bevendo birra. Diversi pub dislocati in ogni quartiere di Londra organizzano party e feste per salutare l’anno nuovo, in un clima festoso e gioioso. Ti suggerisco anche un giro a Trafalgar Square, con centinaia di persone che si riversano nella notte di San Silvestro nella piazza, dove si organizzano solitamente eventi e spettacoli a suon di musica e di allegria.

LONDON NEW YEAR DAY PARADE

Dopo la notte di baldoria del 31 dicembre alzati di buon mattino e riprenditi presto, perché c’è ancora tanto da vedere. Il primo gennaio infatti a Londra si svolge il “London New Year’s Day Parade”, una spettacolare parata che parte da Piccadilly ed arriva fino a Westminster, passando per Lower Regent Street, Waterloo Place, Pall Mall, Cockspur Street, Trafalgar Square, Whitehall e Parliament Street. La parata inizia alle 12:00 e si conclude alle 15:00, con oltre 10.000 artisti provenienti da tutto il mondo in un tripudio di colori, musiche, carri, cheerleaders e mongolfiere. Se ancora non ti basta, dopo la parata ti consigliamo una passeggiata tra i tipici mercatini londinesi di Natale, oppure una suggestiva pattinata sulle piste di ghiaccio presenti in diversi punti della City, come Hyde Park, Broadgate o Victoria Park. Per maggiori informazioni sulla parata, vai a questo link.

COME VESTIRSI PER IL CAPODANNO A LONDRA

Si dice che a Londra piove sempre, ma molto dipende anche dal periodo. Hai intenzione di passare il Capodanno 2020 a Londra? Una scelta eccellente, ma è opportuno conoscere che tempo fa a dicembre e a gennaio per cautelarsi. In questo periodo il clima è piuttosto freddo ma non gelido, con piogge piuttosto frequenti. Impermeabile, giubbino k-way, ombrello e vestiti pesanti sicuramente sono tra le prime cose da mettere in borsa. Non temere però, perché non stai andando in Siberia. Le temperature nel periodo invernale solitamente si attestano sui 5 gradi, e solo in rari casi sono andate sotto lo zero.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Parata di Capodanno a Londra

Le migliori 10 destinazioni per il Capodanno 2020

DOVE ANDIAMO A CAPODANNO 2020?

Molti di noi si stanno facendo questa domanda ormai da qualche mese, nell’indecisione sulla meta da scegliere. Tutte le più grandi città del mondo, a Capodanno, si trasformano in luoghi di festa con spettacoli di musica, suoni e colori tra cui scegliere. Per il Capodanno con i bambini, per quello con gli amici o tra innamorati, la notte di San Silvestro è un momento da vivere a pieno ed è sempre più diffusa la voglia di trascorrerlo in modo originale e in festa.

Per questo abbiamo pensato di darti le 10 mete più belle del mondo dove poter trascorrere il Capodanno 2020; i 10 posti dove, una volta nella vita, dovrai trascorrere l’ultima notte dell’anno!

Ecco le top 10 destinazioni per il Capodanno 2020, tra cui potrai scegliere.

LE 10 DESTINAZIONI PER IL CAPODANNO 2020:

  1. SYDNEY
  2. NEW YORK
  3. PARIGI
  4. LONDRA
  5. ROMA
  6. BERLINO
  7. BANGKOK
  8. AMSTERDAM
  9. DUBAI
  10. TOKYO
  1. CAPODANNO A SYDNEY

    Partiamo alla grande con una delle città dove chiunque dovrebbe vivere, almeno una volta nella vita, il Capodanno perché qui, in questa notte, prende scena uno degli spettacoli più belli al mondo.

    Innanzitutto, bisogna considerare che il Capodanno a Sydney si fa in maniche corte… ebbene sì, il 31 dicembre cade durante l’estate in Australia.

    Il Capodanno a Sydney è molto ben organizzato, a partire dai mezzi di trasporto pubblici fino ad arrivare alla prenotazione del proprio “punto di osservazione”! Dai un’occhiata qui e troverai tutti i posti da cui si potranno guardare i fantastici fuochi d’artificio sul Sydney Harbour Bridge, tra i più belli al mondo.

    Oltre 1 milione di persone arriveranno a  Sydney e parteciperanno ai festeggiamenti, ma la sicurezza non è un problema: è tutto ben organizzato. La scelta e la prenotazione del proprio punto di osservazione nella grande baia cittadina fanno di questo evento uno dei più amati al mondo. Molti punti di osservazione sono gratuiti.

    Già che ci sei, non dimenticare di visitare: il famoso Taronga Zoo, che ospita più di 4000 animali ed è aperto tutti i giorni dalle 9:30 alle 17:00; il celebre Teatro dell’opera, che rappresenta un’icona della città, ma anche per l’intera Australia; infine fai un salto alla spiaggia dorata di Golden Beach, un must per chi visita Sydney.

  2. CAPODANNO A NEW YORK

    Il Capodanno nella grande mela è un evento incredibile: se stai cercando una località dove rimanere a bocca aperta ed esaltarti, New York e la sua magnificenza fanno proprio per te!

    La quantità di persone che si riversano a Times Square fanno di questa piazza uno dei luoghi più affollati del pianeta durante la notte di San Silvestro, ma anche uno dei più emozionanti. Times Square, a Capodanno, diventa il centro del mondo.

    New York in questo periodo è addobbata a festa per il Natale ed è ancora più bella. Oltre a spettacoli dal vivo, concerti e fuochi d’artificio, a Times Square si assiste alla discesa del “ball drop”, una grande sfera che scandisce il countdown scendendo verso la gente per illuminarsi allo scoccare della mezzanotte. Si tratta di un fenomeno di fama mondiale a cui chiunque, una volta nella vita, vorrebbe assistere. Per sapere tutto, ma proprio tutto su questo evento ti consigliamo di leggere il nostro articolo “Capodanno a Times Square: Cosa devi sapere per passarlo al meglio“.

    Come alternativa, per chi non ama troppa ressa, consigliamo Central Park, dove ogni anno concerti e feste intrattengono i visitatori ed è l’ideale soprattutto per trascorrere il Capodanno a New York con i bambini.

    Non dimenticarti la crociera! Sarebbe davvero un modo indimenticabile per trascorrere la notte del 31 dicembre al centro del mondo: le crociere includono anche musica dal vivo, open bar, brindisi di mezzanotte e la possibilità di ammirare i fuochi d’artificio da una nave con vista che domina Manhattan. Anche questa è sicuramente un’ottima alternativa a Times Square per chi viaggia con bambini.

    Vi sono diverse tipologie di crociere disponibili a Capodanno. Leggi qui per saperne di più sulle crociere disponibili.

  3. CAPODANNO A PARIGI

    La città dell’amore e dal fascino misterioso è una destinazione davvero top per il Capodanno 2020. Ricca di luoghi di magia e caratterizzata dalla presenza di locali tipici in ogni angolo della città, Parigi è la capitale ideale dove trascorrere il Capodanno in coppia. Per gli innamorati, la città di Parigi rappresenta un must da visitare e nel periodo natalizio assume un fascino ancora più luminoso: un fascino che solo chi ha vissuto il Capodanno qui può capire.

    Parigi capodanno 2020

    Il luogo più affollato è il viale degli Champs Elysèes dove si potrà brindare a mezzanotte tutti insieme e assistere agli spettacoli che animano il centro della città. Da non dimenticare, come alternativa, la romantica location di Montmartre dove, dalla Basilica del Sacrè-Coeur, si potrà ammirare dall’alto la città addobbata in occasione del Capodanno. La Tour Eiffel è il faro onnipresente che nella notte di San Silvestro raccoglie al suo cospetto tantissimi visitatori, che non vedono l’ora di ammirarla mentre illumina il cielo parigino.

    Chi va a Parigi a Capodanno, deve senz’altro considerare l’opzione di trascorrerlo in una romantica crociera sulla Senna, dove potrai fare il cenone più romantico insieme alla tua dolce metà.

    Vuoi saperne di più sull’ultimo dell’anno nella capitale francese? Leggi il nostro articolo dedicato al Capodanno a Parigi.

  4. CAPODANNO A LONDRA

    La capitale Inglese è tra le mete più ambite dove trascorrere il Capodanno: musiche, brindisi e spettacoli fanno di Londra la città perfetta per gli amanti dei festeggiamenti della notte di San Silvestro. Negli ultimi anni, la città ha aumentato il suo fascino con lo spettacolo unico dei fuochi d’artificio.

    L’unica raccomandazione per chi vuole vivere un’esperienza unica a Londra è quella di prenotare per tempo le crociere sul Tamigi e lo spettacolo pirotecnico, perché sono a numero chiuso e sarebbe un peccato perdersi queste emozioni!

    Nella capitale inglese ci sarà, come di consuetudine negli ultimi anni, il countdown visualizzato nel display luminoso del grattacielo più alto di Londra con i suoi 306 metri d’altezza, lo Shard! E a coronare la festa ci penseranno i 12 rintocchi del maestoso Big Ben. Si tratta di uno spettacolo magico che ogni anno vede esaurire molto rapidamente i biglietti per vedere i colori e le luci dei fuochi d’artificio attorno alla London Eye! Se hai intenzione di trascorrere il Capodanno a Londra, ti consigliamo di prenotare il tuo biglietto per tempo: vanno letteralmente a ruba!

    Scopri gli altri eventi in città nel nostro articolo dedicato al Capodanno a Londra.

    https://www.youtube.com/watch?v=1BatuRWEQY4

  5. CAPODANNO A ROMA

    “Quanto sei bella Roma quand’è sera”, e la sera di Capodanno lo è ancora di più.

    L’appuntamento classico per tutti i romani che vogliono trascorrere l’ultima notte dell’anno all’aperto è ai Fori Imperiali che si trasforma in un magico luogo avvolto dalla storia: non solo potrai lasciarti intrattenere dai numerosi musicisti che affolleranno le piazze romane, ma potrai anche ammirare luoghi storici e artisitici unici al mondo. Il Capodanno è un’occasione unica anche per visitare la Città Eterna.

    Per gli amanti delle grandi feste di San Silvestro, da non perdere a Roma è l’evento organizzato in quello che viene considerato l’hotel più grande d’Italia, il Marriott Park Hotel. In questa immensa struttura con più di 600 camere, il party di Capodanno inizierà con un aperitivo di benvenuto, continuerà con un gran cenone e finirà all’alba tra musica e cocktail. Qui trovi maggiori informazioni sull’evento.

    Se vuoi trascorrere l’ultima notte dell’anno nella meravigliosa Roma, non dimenticarti di rimanere qualche giorno in più e visitare il maestoso Colosseo. Leggi il nostro articolo per avere maggiori informazioni sul Capodanno a Roma.

  6. CAPODANNO A BERLINO

    Nonostante si colleghino spesso le temperature rigide tipiche invernali alla capitale tedesca, Berlino rimane una delle mete più ambite da giovani, coppie e famiglie per trascorrere la notte di Capodanno.

    Presso la celebre Porta di Brandeburgo, riconosciuta come simbolo della città di Berlino, si riuniscono infatti centinaia di tedeschi che festeggiano l’arrivo del nuovo anno. Qui, nonostante il freddo, dj , stand enogastronomici, spettacoli musicali e di luci, animeranno infatti una grande area che arriva fino alla Colonna della Vittoria. Tra le 10 destinazioni top per il Capodanno 2020 non potevamo certamente dimenticare questa città, la cui festa è adatta a tutti!

    Capodanno Berlino

    Esperienza assolutamente da provare è il Capodanno in crociera sulla Sprea con cenone, dopo il quale potrai ammirare lo spettacolo pirotecnico. Puoi prenotare il tuo biglietto sul sito di Stern und Kreis, la principale compagnia di navigazione berlinese.

    Le altre location ideali e gettonate per ammirare il cielo illuminato di Berlino sono i vari ponti della città, tra cui il Modersohnbrücke, e la Spreeterrassen, il fantastico edificio all’interno del quale troverai anche discoteche e bar per concludere al meglio la festa.

    Il nostro consiglio? Se non sei amante dei fuochi d’artificio “fai da te” e dei botti di Capodanno rimani al chiuso!  Siamo seri.

    Per tutte le informazioni sulla serata nella capitale tedesca leggi il nostro articolo dedicato al Capodanno a Berlino.

  7. CAPODANNO A BANGKOK

    Chi si trova in Tailandia per il periodo di Capodanno, potrà ritenersi soddisfatto nel sapere che trascorrere la notte di San Silvestro a Bangkok è davvero un’esperienza indimenticabile: nella metropoli orientale vengono infatti organizzati tantissimi eventi e spettacoli!

    All’interno del grande centro commerciale Central World potrai divertirvi, dopo aver cenato in uno dei tanti ristoranti, con la musica dei dj e dei concerti dal vivo. Da qui avrai una buona vista per lo spettacolo dei fuochi d’artificio.

    L’alternativa romantica? La crociera sul fiume Chao Praya, che non è una semplice crociera di Capodanno, ma un originale viaggio culturale nella storia e nella cucina tailandese. Oltre a passare accanto a importanti monumenti della città, sarà possibile godere di un cenone tipico proprio sull’antica barca da riso in tek e ammirare da qui i fuochi d’artificio che si specchiano sui grattacieli di Bangkok.

    Nella capitale della Tailandia non mancano certamente bar, ristoranti, discoteche e sky bar, ovvero locali con terrazze panoramiche, dove poter trascorrere l’ultima notte dell’anno.

  8. CAPODANNO AD AMSTERDAM

    Da sempre considerata una delle mete più trasgressive, Amsterdam in realtà è una città che offre davvero tanto per l’ultima notte dell’anno in termini di eventi e divertimento.

    Preferita dai giovani, la capitale olandese è gettonata anche da chi vuole trascorrere un Capodanno originale e all’insegna della cultura. La maggior parte delle persone, nonostante il freddo, si riversa in piazza per festeggiare dopo la mezzanotte. Potresti trovare molti ristoranti chiusi, ma non preoccuparti. Per le piazze e le strade della storica città potrai gustare, tra i numerosi mercatini, tipicità locali e prodotti enogastronomici del territorio. E… ovviamente prepararti al brindisi di mezzanotte.

    Le piazze più gettonate sono:

        • Piazza Dam, che rappresenta il cuore della festa ed è proprio qui che si tiene il concerto di fine anno. La musica poi continua fino all’alba, con birra a volontà e spettacoli musicali.
        • Oosterdok, la zona della stazione centrale, è l’altra piazza dove i festeggiamenti all’aperto sono inseriti nel magico contesto del Museo Marittimo. Proprio qui si tiene il più grande spettacolo di fuochi d’artificio che illuminano le strade tipiche della città e i caratteristici canali.

    Ti segnaliamo il tradizionale Bagno nel Mare del Nord che, il primo gennaio, vede tantissimi olandesi coinvolti sfidare le gelide temperature dell’acqua in una località a soli 30 minuti in treno da Amsterdam!

    Vuoi saperne di più sull’ultimo dell’anno in questa città? Leggi il nostro articolo dedicato al Capodanno ad Amsterdam.

  9. CAPODANNO A DUBAI

    Inutile dire quanto sia “immensa” l’esperienza di vivere il Capodanno in questa città che fa sempre le cose in grande, così da questa festa ci sia aspetta lo stesso. Ed è proprio così.

    Trascorrere il Capodanno 2020 a Dubai può lasciarti davvero un ricordo memorabile sotto tutti gli aspetti: la magnificenza della città e la spettacolarità degli eventi in occasione del Capodanno, fondendosi, daranno vita a un’esperienza indimenticabile.

    Un’alone di magia circonda la città di Dubai che è facilmente raggiungibile in aereo: ci vorranno solo 6 ore di volo per essere trasportati in questo luogo magnifico.

    Capodanno 2020 a Dubai

    Trascorrere il Capodanno a Dubai è a dir poco suggestivo soprattutto per lo spettacolo dei fuochi d’artificio sparati dal grattacielo più alto del mondo, il Burj Khalifa.

    La zona più gettonata per festeggiare la notte di San Silvestro è Downtown, dove migliaia di turisti e cittadini si riuniscono per accogliere il nuovo anno e volgere il naso all’insù per ammirare le acrobazie pirotecniche. Davvero da non perdere: chiunque dovrebbe scegliere questa destinazione dove trascorrere il Capodanno, solo per i giochi di luci e colori che i fuochi d’artificio creano nel cielo di Dubai in questa magica notte.

    Dobbiamo avvisarti che, a causa dell’elevato numero di richieste, è necessario prenotare nei ristoranti della città con largo anticipo per evitare di non rimanere a stomaco vuoto.

  10. CAPODANNO A TOKYO

    Le vibrazioni che la città di Tokyo trasmette ed il calore della popolazione si sentono ancora di più nella notte di Capodanno, quando i giapponesi festeggiano con tradizione. In che senso?

    La tradizione più marcata è l’Hatsumode, ovvero la visita ai templi e ai luoghi sacri del Giappone che si affollano il primo gennaio. Inoltre molti giapponesi tendono, fino a una certa ora, a rimanere chiusi in casa per guardare il programma tradizionale di Karaoke. Farsi ospitare da una famiglia giapponese è un’ottima idea per entrare nel mood del Capodanno di Tokyo.

    Chi ama trascorrere invece il tradizionale Capodanno all’occidentale, potrà fare il conto alla rovescia nelle piazze di Shibuya e Shinjuku, da sempre rivali ma entrambe affollate ed estremamente vivaci, non solo a Capodanno. Qui potrai brindare, ballare e divertirti, e soprattutto assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio.

    La città di Tokyo nel periodo natalizio è davvero magica per le luminarie e gli addobbi che vengono montati in ogni dove, a dare luce a questa suggestiva città. Non dimenticare di visitare il tempio buddhista più fotografato di Tokyo, il Sensoji Temple.Tokyo-capodanno 2020

Le 10 top destinazioni dove trascorrere il Capodanno 2020 sono queste, ma non potevamo dimenticarci della meravigliosa Praga, meta tra le più ambite e spettacolo di arte e musica durante l’ultima notte dell’anno. Se vuoi conoscere tutti i dettagli su come viverla al meglio, dai un’occhiata al nostro articolo “Capodanno a Praga: Crociera sul fiume, musica e tanto altro“!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Cosa fare a Capodanno 2020? I 17 migliori consigli per la vostra serata!

Auguri di buon anno in diverse lingue

Viviamo in una società multietnica, in cui culture e lingue diverse sono un valore per arricchirsi dal punto di vista personale e professionale. Se il Natale è una festa non comune a tutte le religioni e Paesi, con il Capodanno non si sbaglia! Ecco un elenco degli auguri di buon anno in diverse lingue: un’attenzione in più per chi vive nella nostra comunità o per divertirsi con i bigliettini da spedire ai parenti all’estero! 

COME FARE GLI AUGURI DI BUON ANNO IN DIVERSE LINGUE

Se non abbiamo scritto in tutte le lingue del mondo, un motivo c’è: tra ufficiali e idiomi locali sono oltre 6000! Quindi ecco una selezione, precisa e accurata, delle lingue con cui è facile ai giorni nostri entrare in contatto, per chi vive in città, ha parenti residenti fuori dall’Italia o per chi lavora online, alle prese con collaborazioni sparse in Europa o altre parti del mondo. 

Una curiosità per iniziare. Ecco quali sono le sei lingue più parlate al mondo:  

  • Arabo
  • Cinese (mandarino) 
  • Inglese 
  • Francese 
  • Russo 
  • Spagnolo 

INGLESE

Partiamo dal classico che non sbaglia mai, perfetto anche per gli zii d’America:  

Happy new year! 

FRANCESE

Il fidanzato è originario della Francia? 

Bonne annèe! 

SPAGNOLO

Gli amici dell’Erasmus venivano dalla Spagna? 

Feliz año nuevo 

TEDESCO

La cognata che ora vive in Italia, in realtà è tedesca? 

Ein gutes neues Jahr / prost Neujahr 

ALBANESE

L’amica che vive a Londra in realtà ha origini albanesi? 

Gëzuar vitin e ri 

GRECO

Gli amici dell’università sono greci? 

Kali chronia / ευτυχισμένο νέο έτος (eftychisméno néo étos) o kainourgios chronos 

RUMENO

Gli amici di scuola dei bambini sono rumeni? 

Un an nou fericit / la mulţi ani 

UCRAINO

Gli insegnanti di ginnastica artistica sono ucraini? 

Novym rokom/ щасливого нового року (shchaslyvoho novoho roku) 

ARABO

Il titolare del ristorante preferito è arabo? 

Aam saiid / sana saiida 

CROATO

Il personale a bordo della nave da crociera è croato? 

Sretna nova godina 

TURCO

Sarai a Istanbul per l’ultimo dell’anno? 

Yeni yiliniz kutlu olsun 

“SVIZZERO”

Sei una freelance e collabori da remoto con clienti in Svizzera? 

In questo caso dipende dalla zona: sono quattro le lingue ufficiali parlate in Svizzera ovvero italiano, tedesco, francese e romancia.  

Tuo fratello presenzierà ad un evento nei Paesi Scandinavi? Se si trova in:  

SVEZIA

Gott nytt år 

FINLANDIA

Onnellista uutta vuotta 

NORVEGIA

Godt nytt år 

BUON ANNO IN DIVERSE LINGUE: E IN ITALIA?

La musicalità della lingua del Bel Paese ha già di per sé il sapore della festa:  

Felice anno nuovo! 

Ma in quali Paesi si parla italiano?  

  • In tutta la penisola, comprese Città del Vaticano e San Marino 
  • Svizzera italiana 
  • Malta 

O, a seconda delle zone, anche nei seguenti Paesi:  

Albania, Argentina, Australia, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Brasile, Canada, Costa Rica, Croazia, Malta, Egitto, Eritrea, Francia, Germania, Israele, Libia, Liechtenstein, Lussemburgo, Paraguay, Filippine, Porto Rico, Romania, Arabia Saudita, Slovenia, Tunisia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti e Venezuela. 

Ecco molti altri spunti per gli auguri di buon anno in italiano.

MA NON TUTTI I PAESI FESTEGGIANO IL 1° GENNAIO!

La festa di Capodanno è in comune a tutti i Paesi del mondo ma non per tutti la data dei festeggiamenti coincide con il 1° gennaio. Ecco allora come e quando fare gli auguri di felice anno nuovo ad amici e parenti che abitano nelle seguenti zone del mondo. 

CINA

La data del nuovo anno lunare cambia ogni anno e si colloca sempre tra il 21 gennaio e il 20 febbraio. Il Capodanno cinese si festeggia anche in Indonesia, Corea, Mongolia, Nepal, Bhutan e in Vietnam e gli auguri si fanno così: 

 新年快乐 Xīnnián kuàilè 

ISRAELE

Il Capodanno israeliano è il Rosh Hashanah e si festeggia tra settembre e ottobre. La frase beneaugurante è: 

L’shanah tovah 

IRAN

Il nuovo giorno (Nowruz) per la popolazione dell’Iran e 30 milioni (!) di persone in Afghanistan coincide con l’equinozio di primavera. Per augurare il buon anno, queste sono le parole giuste: 

Sal-e no mobarak 

INDIA

Bengalesi e indiano festeggiano il Capodanno nel mese di aprile e il tradizionale augurio del primo giorno del nuovo anno (Pahela Baishakh) è: 

Shubho Noboborsho 

RUSSIA

Il Capodanno ortodosso si festeggerà nel 2020 il 14 gennaio. Come augurare un festoso inizio di anno? Così: 

с новым годом (s novym godom) 

Non resta che dare inizio ai festeggiamenti! 

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE:

Il “lancio del piatto”, inusuale tradizione di Capodanno danese

Tutto ciò che c’è da sapere sul Capodanno cinese

Capodanno ortodosso: Dove, come, quando e perché si festeggia

Capodanno a Times Square: Cosa devi sapere per passarlo al meglio

Andare a New York per Capodanno e non partecipare alla famosa festa a Times Square sarebbe come andare in vacanza in Sicilia senza mangiare un cannolo. O quasi.

La festa è diventata una tradizione dal 1907: ogni anno si radunano in piazza circa un milione di persone per dare insieme il benvenuto all’anno nuovo. Durante l’evento, che viene trasmesso in diretta televisiva in tutto il mondo, si esibiscono cantanti famosi ed esattamente un minuto prima che scocchi la mezzanotte inizia la discesa della sfera illuminata a LED: si tratta del famoso “ball drop”. A mezzanotte vengono lanciati in aria migliaia di bigliettini, o “confetti” come si chiamano in inglese, con i desideri per l’anno nuovo.

INDICE

  1. CONSIGLI PER IL CAPODANNO A TIMES SQUARE:
    / ARRIVATE VERSO L’ORA DI PRANZO
    / SCRIVETE IL VOSTRO DESIDERIO
    / ARMATEVI DI SANTA PAZIENZA
    / MANGIATE PRIMA DI ENTRARE IN PIAZZA
    / BEVETE POCO
    / EVITATE DI PRENDERE IL TAXI
    / VESTITEVI IN MANIERA ADEGUATA
    / PORTATEVI SOLO LO STRETTO NECESSARIO
    / NON SIATE TIMIDI!
    / PARTECIPATE AD UNA FESTA IN UN ROOFTOP BAR
  2. LINK UTILI

 

CONSIGLI PER IL CAPODANNO A TIMES SQUARE

Per partecipare al Capodanno a Times Square non serve acquistare un biglietto, i festeggiamenti sono gratuiti. Arrivare impreparati può però causare sorprese – non necessariamente piacevoli – e a volte anche stress non da poco. Per questo, prima di mischiarvi tra la folla, vi consigliamo di leggere i consigli qui sotto per prepararvi al meglio alla serata.

 

  • ARRIVATE VERSO L’ORA DI PRANZO

L’ideale sarebbe arrivare a Times Square verso l’ora di pranzo, più o meno per l’una. Intorno a quell’ora le strade attorno alla piazza vengono chiuse e la polizia inizia ad indirizzare la folla verso i diversi settori. Prima arriverete, migliore sarà la vostra visione del ball drop e del palco.

 

  • SCRIVETE IL VOSTRO DESIDERIO

Come abbiamo già anticipato, allo scoccare della mezzanotte vengono lanciati in aria centinaia di migliaia di bigliettini che contengono i desideri per il nuovo anno. Una cosa carina da fare è scrivere il proprio desiderio su uno dei bigliettini. Chiunque può farlo! La procedura è semplice e può essere effettuata online su questo sito. Ricordatevi di scrivere il vostro desiderio entro il 28 di dicembre, altrimenti verrà stampato per il Capodanno dell’anno successivo!

 

  • ARMATEVI DI SANTA PAZIENZA

L’attesa per l’evento è molto lunga e le persone sono numerosissime. Non arrabbiatevi dunque se qualcuno vi spintona: con tutte le persone che ci sono intorno a voi è normale invadere un poco lo spazio altrui. Non fateci troppo caso e pensate alla bella serata che vi aspetta.

 

  • MANGIATE PRIMA DI ENTRARE IN PIAZZA

Non solo perché rimanere a stomaco vuoto durante l’evento vi metterà di cattivo umore, ma anche perché una volta entrati nel vostro settore non potrete uscire fino alla fine dell’evento. Se uscite a comprare da mangiare non vi sarà permesso rientrare.

 

  • BEVETE POCO

Un’altra cosa molto importante è bere poco. In piazza non ci sono bagni. Se sapete già di avere la vescica debole vi consigliamo di indossare un bel pannolone. Un sacco di gente l’ha fatto e non se n’è pentita!

 

  • EVITATE DI PRENDERE IL TAXI PER RAGGIUNGERE TIMES SQUARE

Le strade attorno alla piazza vengono chiuse per l’occasione ed il traffico nelle strade limitrofe aumenta in maniera esponenziale. Rischiereste solo di stressarvi prima che lo spettacolo abbia inizio. Prendete invece la metropolitana e scendete un paio di fermate prima di Times Square. La fermata di Bryant Park, per esempio, può essere una buona opzione. Il parco in inverno è molto affascinante, soprattutto se visto per la prima volta.

 

  • VESTITEVI IN MANIERA ADEGUATA

A New York l’inverno non scherza, soprattutto se dovete passare così tante ore all’aria aperta. La temperatura in quel periodo può scendere fino a 15 gradi sotto zero! Lasciate pure i tacchi in albergo e rimpiazzateli con un paio di comodi scarponcini. Indossate diversi strati, alcuni dei quali rigorosamente di lana. Non dimenticatevi il cappello, a New York tira quasi sempre vento.

 

  • PORTATEVI SOLO LO STRETTO NECESSARIO

Primo perché non è consentito portare con voi zaini o borse grandi per motivi di sicurezza. Secondo perché avere con voi cose superflue vi appesantirà solo e vi farà stancare facilmente. Siate minimalisti: portate con voi un po’ di contanti e i documenti più importanti in un borsellino, le chiavi della camera d’albergo, il cellulare ed un bel sorriso.

 

  • NON SIATE TIMIDI!

Partecipare alla festa di Capodanno a Times Square è un’occasione unica nella vita. È anche un’ottima opportunità per conoscere gente proveniente da ogni dove che potrete ovviamente rivedere durante il vostro soggiorno in città o, perché no, in qualche altra parte del mondo! Non siate timidi dunque. Rispolverate un po’ il vostro inglese e attaccate bottone con i vostri vicini. Non ve ne pentirete.

 

  • NON VOLETE SCENDERE IN PIAZZA? PARTECIPATE AD UNA FESTA IN UN ROOFTOP BAR

Di solito gli hotel che hanno la vista su Times Square organizzano feste nei loro rooftop bar. Certo, sono un po’ costosi, ma se la confusione della piazza non fa per voi da lì potrete godervi lo spettacolo senza troppo stress e con un buon cocktail in mano. Date un’occhiata al Bar54 dell’Hyatt di Times Square oppure al The View al Marriott Marquis.

LINK UTILI

Programma ufficiale della serata a Times Square – il programma ufficiale verrà pubblicato a Dicembre
Virtual wishing wall – il sito su cui potrete scrivere il vostro desiderio per l’anno nuovo
Festa di Capodanno al Bar54 dell’Hyatt Times Square
Festa di Capodanno al The View del Marriott Marquis
Elenco feste di Capodanno nei dintorni di Times Square

POTREBBE ANCHE INTERESSARVI:

Capodanno a New York: Cosa fare nella Grande Mela?

Volete condividere con noi la vostra esperienza di Capodanno a Times Square? Scrivete un commento qui sotto!


Booking.com

Le più belle tradizioni di Capodanno in Italia e nel mondo

Le parole d’ordine per il nuovo anno sono abbondanza, ricchezza e buon auspicio. Ed è il motivo per cui da secoli si tramandano tradizioni di Capodanno particolari in Italia e nel mondo, alcune di esse davvero stravaganti come vedremo. Ecco tutto ciò che c’è da fare l’ultimo dell’anno affinché sia di buon augurio per sé e per la propria famiglia. 

LE PIÙ BELLE TRADIZIONI DI CAPODANNO IN ITALIA 

Cominciamo con il nostro Paese, l’Italia. La tradizione di scambiarsi i regali durante le feste natalizie è solo uno dei tanti riti propiziatori in nome della prosperità dell’anno in arrivo. Ecco tutte le altre tradizioni da rispettare per chi trascorre il Capodanno in Italia. 

BRINDISI

Le bollicine sono un classico della notte di San Silvestro, per accogliere il nuovo anno con brio e accompagnare in modo frizzante i propri desideri. 

INTIMO ROSSO

La tradizione vuole che nell’ultima notte dell’anno si indossi qualcosa di rosso e di solito, soprattutto per le donne, questo coincide con un indumento intimo. Il rosso è un colore portafortuna, il colore dei desideri e dei buoni propositi. Non tutti sanno però che, per ottimizzarne l’efficacia, slip e reggiseni vanno buttati via il giorno dopo e non riciclati di anno in anno! 

LENTICCHIE

In Italia, il gran Cenone di fine anno prevede alla mezzanotte una porzione di cotechino e lenticchie. La carne di maiale, grassa per eccellenza, è simbolo di abbondanza mentre i famosi legumi sono dei portafortuna per via della loro forma, che ricorda le monetine. 

GETTARE LE COSE VECCHIE

Il senso è liberarsi del vecchio e far spazio al nuovo che avanza. In alcuni borghi e piccoli centri italiani ancora perdura l’usanza (decenni fa così in voga) di gettar via dalla finestra o dal balcone oggetti ormai inutilizzati e piatti vecchi. 

FUOCHI D’ARTIFICIO

I “botti” (in realtà poco ecologici, pericolosi e dannosi per gli animali), secondo la tradizione, servono a scacciar via gli spiriti maligni. È per questo che, allo scoccare della mezzanotte, c’è l’usanza di spararli in quantità. 

BACIO SOTTO AL VISCHIO

In ogni addobbo natalizio che si rispetti, il vischio fa sempre bella mostra di sé sulle porte delle nostre case. E in particolare sembra che scambiarsi un bacio innamorato sotto la sua supervisione sia di buon augurio per proteggere il proprio sentimento. 

TRADIZIONI DI CAPODANNO NEL MONDO

Sono davvero tante le usanze di Capodanno tramandate in tutti i Paesi del mondo. Qui proponiamo una selezione delle più belle e inusuali, con l’auspicio di viverle in prima persona almeno una volta nella vita! 

GIAPPONE

L’usanza nipponica prevede di festeggiare per tre giorni di seguito, di bere sake e di suonare il gong per 108 volte, per esaudire 108 desideri e scacciare 108 cose brutte.  

SPAGNA

Qui si usa mangiare 12 chicchi di uva all’arrivo del nuovo anno, tanti quanti i rintocchi fino alla mezzanotte, per ingraziarsi la fortuna. 

GRECIA

Durante la giornata del 31 dicembre, chiunque entri in una casa greca, deve rompere in due il frutto di un melograno e lasciar cadere i chicchi per terra. Quanti più ce ne saranno, tanto meglio sarà! 

GERMANIA

A Capodanno si imbandisce la tavola con i krapfen alla marmellata. Solo in uno viene messa della senape e rappresenta quello portafortuna per chi lo trova. In altre zone, c’è il rito della colata di piombo: si versa in un bicchiere di acqua e se assume forma sferica allora è un buon segno! 

INGHILTERRA

Qui c’è chi cerca di prendere frutta secca che galleggia nel liquore bollente e chi invece, per ingraziarsi il nuovo anno, balla all’interno di un cerchio formato da 13 candele accese. 

RUSSIA

Un’usanza carina è quella di aprire la porta di casa al dodicesimo rintocco della mezzanotte, per accogliere il nuovo anno con un sorriso. 

DANIMARCA

In Danimarca l’arrivo del nuovo anno si festeggia rompendo piatti di fronte alla porta di casa delle persone care. Divertente, certo, ma poi chi pulisce?

THAILANDIA

Un Paese suggestivo, in cui per il Capodanno si lanciano verso il cielo tantissime lanterne fatte con carta di riso e bambù. 

ECUADOR E PERÙ

Nei giorni precedenti al Capodanno si costruiscono fantocci di cartapesta da mettere davanti alla porta di casa. Rappresentano politici, personaggi vari o presenze moleste subite durante l’anno, che vengono bruciate al passaggio verso il nuovo anno. 

BRASILE

In spiaggia rigorosamente vestiti di bianco (che è il colore portafortuna) si cavalcano le prime sette onde del nuovo anno, in onore del mare e in segno di protezione verso i bambini. 

MESSICO

Qui per le vie della città si accendono fuochi, in cui gettare pietre e mestoli di legno. Il colore propizio è il giallo. 

ARGENTINA

In questo Paese l’usanza è di stracciare vecchi documenti e buttarli dalla finestra come coriandoli. 

BANGLADESH

Il Capodanno è il giorno più romantico dell’anno, come il nostro San Valentino, e infatti sono tanti i matrimoni che vengono celebrati in questa data. 

SINGAPORE

Qui ognuno scrive il proprio desiderio in una sfera bianca e a mezzanotte la lancia in mare. Sono migliaia, uno spettacolo unico ed emozionante! 

POLONIA

Anche in questo Paese l’usanza è di indossare biancheria nuova ma…rigorosamente senza staccare l’etichetta! 

TURCHIA

Non appena scocca la mezzanotte, tutti corrono ad aprire i rubinetti di casa per far scorrere l’acqua, sinonimo di benedizione e ricchezza. 

COSA FARE A CAPODANNO? PIC-NIC DI MEZZANOTTE PER GUARDARE I FUOCHI

Ebbene sì, se a Capodanno ci si trova a SidneyCape Town o Dubai, la tradizione vuole che si organizzi un pic-nic sotto le stelle con tanto di barbecue, in attesa della mezzanotte, per gustarsi a bocca aperta i meravigliosi fuochi d’artificio organizzati in città. 

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

Il “lancio del piatto”, inusuale tradizione di Capodanno danese

Le tradizioni dell’ultimo dell’anno a Roma: Dalla tavola ai giochi di carte

Tutto sul Rosh haShana, il Capodanno ebraico

Si tratta di una delle festività ebraiche più importanti, dalle forti tradizioni. Il Capodanno ebraico ovvero Rosh haShana segue però un calendario diverso da quello gregoriano al quale siamo abituati. Vediamo nel dettaglio quali sono le date del Capodanno ebraico, qual è il suo significato e come si festeggia. 

LE DATE DEL ROSH HASHANA, IL CAPODANNO EBRAICO

Il Capodanno ebraico si celebra tra il 29 settembre e il 1° ottobre 2019. Secondo il calendario ebraico, che conta i giorni dal momento della creazione, il nuovo anno in arrivo è il 5580. Il giorno in cui si festeggia l’anno nuovo varia di anno in anno, pur cadendo di solito tra il 6 settembre e il 5 ottobre.  

COME CALCOLARE LA DATA ESATTA

Per calcolare il giorno in cui festeggiare il Capodanno ebraico, si parte dalla data della Pasqua ebraica. Questa festività è chiamata Pesach e non ha nulla a che vedere con la Pasqua come considerata dai cattolici. La Pesach ricorda la fuga del popolo ebraico dall’Egitto ovvero l’esodo che finalmente lo portò nella terra promessa. Stabilito il giorno della Pasqua, la data del Capodanno ebraico cade esattamente 162 giorni dopo, purché non si svolga nei giorni della settimana compresi tra giovedì a domenica (in questo caso si posticipa l’inizio dei festeggiamenti alla domenica sera). 

QUANTO DURA

La festa del Rosh haShana dura per due giorni di seguito. 

LE TRADIZIONI DEL CAPODANNO EBRAICO

Come abbiamo accennato, questa importante festività ebraica è ricca di forti tradizioni, osservate da ogni famiglia, seppur con qualche possibile differenza tra una e l’altra. 

SEDER

Sta ad indicare il rituale da osservare durante la cena del Capodanno ebraico e riguarda sia il cibo che le preghiere. Il seder più conosciuto e famoso è quello svolto per la Pasqua ma anche quello del Capodanno è osservato in ogni casa.  

TASHLIK

La tradizione vuole che, durante i giorni di festeggiamenti del Rosh haShanah, ogni persona debba recarsi vicino a un fiume o un lago e gettare al suo interno un sasso. Questo rituale ricorda le parole di Michea che rivolgendosi a Dio, constatò che fosse l’unico in grado di poter gettare nel mare più profondo le colpe dell’uomo. Ecco allora che questo gesto è un impegno a gettare via gli sbagli commessi fino a quel momento e a diventare uomini migliori. Rosh haShanah è infatti anche un momento di riflessione e di buoni propositi per l’anno a venire. 

Nei giorni del capodanno ebraico il colore predominante è il bianco, utilizzato anche per adornare le sinagoghe in vista delle celebrazioni. 

CIBO E RICETTE DEL CAPODANNO EBRAICO

La cena del Rosh haShana è ricca e prelibata, ma la particolarità è che non esistono piatti tipici da cucinare: piuttosto si tratta di alimenti singoli che non possono mancare in tavola (perché legati ad un particolare significato) e che ogni famiglia cucina e interpreta secondo le proprie preferenze. Ecco ad esempio una lista dei prodotti tradizionali che non mancano mai: 

  • Agnello 
  • Pesci 
  • Mele  
  • Datteri 
  • Fichi 
  • Zucca 
  • Finocchi 

Per preparare questi cibi si utilizza molto miele, perché il buon auspicio per l’anno nuovo è che sia il più dolce possibile (da qui la scelta di frutti zuccherini come i datteri, i fichi e le mele). L’agnello è il simbolo che ricorda il sacrificio di Isacco mentre i pesci indicano la prosperità. 

Un altro cibo tipico di questa serata, noto nella cucina kosher ebraica, è la challa. Si tratta di un pane che viene impastato ad anello, sia per indicare il susseguirsi ciclico degli anni e sia per augurare un anno senza spigoli né difficoltà. 

Un altro cibo simbolico nel Capodanno ebraico è il melograno. Questo frutto non solo è dolce, come la tradizione vuole, ma è fortemente emblematico per augurare prosperità e abbondanza, vista la molteplicità dei chicchi contenuti al suo interno. 

QUAL È IL SIGNIFICATO DI ROSH HASHANAH? 

In realtà non c’è nessun evento nei testi sacri riconducibile alla festa di Rosh Hashanah. Questa ricorrenza è piuttosto legata ad un ringraziamento e una celebrazione in onore di Dio e della sua creazione.  

Come è noto, secondo la tradizione ebraica Dio creò l’universo in sei giorni e proprio nell’ultimo giorno diede vita anche all’uomo, per completare la sua immensa opera di creazione. Si racconta inoltre che, nel momento in cui il Signore terminò di creare Adamo, il primo uomo, si udì ben forte il suono di gloria dello shofar. Questo strumento, ricavato dal corno di un animale, ancora oggi è utilizzato durante il Rosh Hashanah. 

 TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE:

Tutto ciò che c’è da sapere sul Capodanno cinese

Capodanno ortodosso: Dove, come, quando e perché si festeggia

Il “lancio del piatto”, inusuale tradizione di Capodanno danese

Oggi per l’ultimo dell’anno ti portiamo in Danimarca! Se l’immagine dei piatti rotti qui sopra ti sembra poco rilevante, ti consiglio di continuare a leggere.

TRADIZIONI DI CAPODANNO IN DANIMARCA

I paesi nordici, si sa, sono portatori di civiltà. Da sempre irraggiungibile – e a volte anche noioso – esempio di viver bene.

Tra questi, la Danimarca viene spesso associata all’ordine, alla pulizia e all’impeccabile organizzazione. Oltre ovviamente al clima freddo ed umido, alla sirenetta nuda, che rappresenta una delle attrazioni principali della capitale danese, e al quartiere fricchettone di Christiania.

Qui a fine anno gli abitanti si scatenano rompendo piatti di fronte alla porta di casa dei propri cari.

Immagina per un istante di essere educati, pazienti, di non saltare la fila eccetera…per 364 giorni all’anno. Una volta raggiunto un certo livello di civiltà la necessità di uno sfogo diventa impellente.

E’ per questo motivo che, per le strade di Copenhaghen e nel resto di questo affascinante paese, il 31 dicembre potresti essere letteralmente sommerso da una pioggia di cocci.

IL LANCIO DEI PIATTI

In Danimarca è infatti consuetudine celebrare l’anno nuovo con il lancio di piatti.

Questo particolare lancio del piatto, da alcuni riconosciuto come sport invernale nazionale, non è casuale come il lancio del piatto di fine anno in Grecia. Il bersaglio del piatto danese sarà, infatti, la porta di casa di una persona amata. E’ in questo modo che il danese medio è solito augurare un anno di gioia e prosperità ai suoi cari.

Uno strano modo di dimostrare l’affetto…

3 CONSIGLI PER PREPARARSI AL CAPODANNO IN DANIMARCA

Prima di avventurarti per le strade danesi l’ultima notte dell’anno, ricorda dunque questi pochi ma efficaci consigli:

  1. Non sostare, allo scoccare della mezzanotte, davanti a porta alcuna (oppure sostare armati di scudo).
  2. Ponderare la scelta di stringere amicizia con la popolazione indigena. Uno dei risultati potrebbe essere far diventare la porta del vostro hotel/appartamento, bersaglio prediletto dei vostri nuovi amici.
  3. Infine, non dimenticare di mettere in valigia i vostri vestiti più caldi. La temperatura media del paese nei mesi più freddi è di circa 0 gradi…povera sirenetta nuda!

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

https://www.eventicapodanno.com/tradizioni-capodanno-italia-estero/

Capodanno in crociera 2020: tante idee e tipologie

Il fascino della crociera incanta tutti, sia adulti che bambini. Un’idea originale per concedersi un viaggio in questo prossimo inverno può essere proprio quella di partire per un Capodanno in crociera. Troppo costoso? In realtà ci sono offerte anche solo per un paio di giorni o addirittura per la sola notte di San Silvestro.  

DOVE ANDARE PER UN CAPODANNO IN CROCIERA INDIMENTICABILE

La nave da crociera offre numerose attrattive che spaziano dall’abbondanza di cibo alla spettacolarità dei tramonti sul mare, dalle serate all’insegna del divertimento alla possibilità di rilassarsi tra palestra, centro benessere e spa. Anche per i bambini l’organizzazione è scrupolosa e ricca di iniziative per garantire ore di spensieratezza e gioco. 

Come orientarsi dunque nella scelta della crociera ideale per festeggiare il prossimo Capodanno? Ecco qualche consiglio su dove andare in crociera a Capodanno. 

MINI CROCIERA

È una delle formule più gettonate, perché poco impegnativa dal punto di vista delle tempistiche di organizzazione. La mini crociera di Capodanno infatti consente di trascorrere a bordo solo la notte di San Silvestro o al massimo di pernottare per un paio di giorni. 

Un’offerta presente da alcuni anni sul mercato riguarda la motonave Stradivari, il battello fluviale più grande d’Italia che per Capodanno propone un affascinante tour sul fiume Po. 

L’appuntamento è per le ore 20 al porto turistico Boretto di Reggio Emilia e la crociera inizia verso le 21h30. Si rientra allo scoccare della mezzanotte per continuare a festeggiare sul pontile fino alle 3 del mattino. All’interno della motonave sono disponibili tre sale e ognuno in fase di prenotazione sceglie in quale trascorrere la serata, valutando anche le tariffe differenti che sono a disposizione. 

Lo spettacolo principale, un concerto jazz con a seguire musica revival, si tiene nella sala principale mentre nelle altre due la musica arriva in filodiffusione. Per i bambini fino a 10 anni sono previsti sconti del 50%.

E il menù? Ovviamente è studiato per soddisfare ogni palato e prevede una serie di antipasti, due primi e due secondi sia di carne che di pesce, lenticchie e cotechino, dolci e caffè, bevande inclusi vino e spumante. 

La motonave non consente il pernottamento ma è possibile raggiungere facilmente gli hotel in zona (e acquistare il pacchetto completo in fase di prenotazione). 

Le proposte per una mini crociera di Capodanno non si esauriscono qui. Vediamo cosa propongono le più importanti compagnie di navigazione: 

  • Moby, tour in Costa Azzurra 
  • Corsica Ferries, per la Corsica e la Sardegna 
  • Superfast, crociera ad Atene e Patrasso 
  • Grimaldi Lines, per Barcellona

Capodanno 2020 in Crociera

CROCIERA SUL MAR BALTICO

Se invece Capodanno è solo il motivo in più per concedersi la crociera da tanto sognata, allora una meta insolita da non dimenticare è senza dubbio quella del Mar Baltico. Un luogo di grande fascino, un vero spettacolo della natura che diventa scenario da sogno per il Capodanno in crociera, considerando la possibilità di poter ammirare il “paese delle meraviglie invernali” di Tallinn. La crociera di Capodanno tra Stoccolma e Tallinn dura 2,5 giorni

Mentre navighil’arcipelago di Stoccolma, ti puoi godere una cena di gala a buffet e un intrattenimento presente nei numerosi bar presenti a bordo. Troverai un’area sauna e diversi negozi per fare shopping. Potrai ballare tutta la notte e festeggiare l’arrivo del 2020 sul Mar Baltico.

Alle 10,45 del giorno successivo potrai gustare la colazione di Tallinn. Prenditi un po’ di tempo libero per visitare la splendida Città Vecchia e i rinomati mercatini di Natale. Alle 18,00 si riparte da Tallinn e si naviga tutta la notte verso Stoccolma, dove è previsto l’arrivo alle 10,15 circa.

Prenota la crociera sul Mar Baltico

CROCIERA SUL NILO

Quale posto migliore per gli amanti della storia dell’antico Egitto se non quello della Valle del Nilo?

Potrai salire a bordo di una grande nave di lusso e passare 4 giorni indimenticabili tra templi e faraoni.

Si parte da Assuan. Il primo giorno gli ospiti potranno accomodarsi sulla nave dopo aver visitato la diga alta, il lago Nasser, le antiche cave di granito e l’obelisco incompiuto. Dopo la visita di 2 ore al Tempio Philae, ti aspetta relax e intrattenimento. Il secondo giorno visiterai i templi di Kom Ombo e Edfu, infine farai un’escursione di 2 ore in quello di Horus. Cena e intrattenimento ad Esna. Il terzo giorno navigherai verso Luxor per visitare l’omonimo tempio e, successivamente, quello di Karnak. L’ultimo giorno potrai visitare la meravigliosa Valle dei Re e il Tempio della regina Hatshepsut. Sosta per una rapida visita dei Colossi di Memnon. Infine rientro ad Assuan.

Potrai trascorrere 4 giornate indimenticabili a bordo della nave a 5 stelle che ti porterà ad ammirare il fascino dell’Egitto.

Prenota la crociera sul Nilo

COSA SI FA A CAPODANNO IN CROCIERA

L’aspetto più affascinante di un Capodanno in crociera è che questa festa, già allegra e spumeggiante di per sé, diventa indimenticabile grazie alle numerose attività da svolgere nel corso della navigazione. Quindi oltre al Gran Galà con cenone, spettacolo serale e notte danzante, è possibile trascorrere anche l’intera giornata all’insegna del divertimento e del relax. 

Il Mar Baltico e il Nilo sono due mete molto differenti ma che possono offrire spettacoli naturali davvero unici e ancora di più, potranno farti vivere una magica notte di Capodanno sulle onde dell’acqua. Non mancheranno la scoperta di terre lontane e il relax su navi davvero imponenti, dove i festeggiamenti per accogliere il 2020 saranno curati nei minimi dettagli.

Infine, c’è un ulteriore aspetto apprezzabile che riguarda la Crociera nei caotici e a volte interminabili giorni delle festività. Bambini e ragazzi possono trascorrere ore con l’animazione a bordo, senza rischio di annoiarsi né di tormentare i genitori alla ricerca di attrattive o novità da vedere. 

COME VESTIRSI A CAPODANNO IN CROCIERA

Di solito stabilire l’abbigliamento giusto per un’occasione è sempre un dilemma, soprattutto per le donne che hanno esigenza di un outfit completo, che contempli anche scarpe, borsa e accessori.

Per quanto riguarda il Capodanno in crociera però non ci sono dubbi! Il dress code sulle navi è di norma elegante e senza dubbio la festa di Capodanno impone di essere luminose e scintillanti. Quindi via libera ad abiti romantici o seducenti, lunghi o corti purché realizzati in tessuti preziosi o impreziositi da strass e paillettes. Per chi invece preferisce i pantaloni, e ringrazia Madre Natura per le curve perfette, la soluzione chic per un Capodanno in crociera è la jumpsuit, ovviamente da abbinare ai tacchi a spillo. L’uomo può indossare lo smoking senza timore di sbagliare o al massimo in alternativa, un completo giacca e pantaloni dallo stile elegante e da abbinare ad una camicia. 

Per fare shopping senza pesare troppo sul budget complessivo, l’occasione giusta è approfittare dei saldi che grazie al Black Friday saranno presenti sia online che negli store in città. 

Non resta che prepararsi alla partenza e a un Capodanno da sogno!

 

Cerchi una crociera più vicino?

ALLORA POTREBBERO INTERESSARTI QUESTI ARTICOLI:

Capodanno a Napoli: Dai concerti in piazza alla crociera in barca a vela

Ultimo dell’anno a Londra: Le nostre idee per un Capodanno 2020 indimenticabile

Tutto ciò che c’è da sapere sul Capodanno cinese

Il capodanno cinese viene festeggiato da milioni di persone in tutto il mondo. E’ diverso dal nostro in quanto non cade in una data fissa: se noi siamo abituati a festeggiare sempre l’inizio dell’anno nuovo il 1 gennaio, nel calendario cinese la data può variare di circa un mese (dal 21 gennaio al 20 febbraio).

Il capodanno cinese è la festa più importante per i cinesi che infatti, in questo periodo, hanno anche sette giorni di vacanza. Questa festività è però celebrata anche in molti altri paesi dell’Estremo Oriente, tra i quali Corea, Mongolia, Singapore, Malesia, Nepal, Bhutan, Vietnam e Giappone.

INDICE

LA DATA
LA LEGGENDA
2019: L’ANNO DEL MAIALE
COME SI FESTEGGIA IL CAPODANNO CINESE
/ LA FESTA DELLE LANTERNE
/ LE TRADIZIONI
/ IL CIBO
CAPODANNO CINESE IN ITALIA
/ EVENTI A MILANO

        / EVENTI A ROMA

/ EVENTI A PRATO

/ EVENTI A CAGLIARI

/ EVENTI AD ENNA

/ EVENTI A NAPOLI

        / EVENTI A PADOVA

/ EVENTI A RAVENNA

/ EVENTI A TORINO

/ EVENTI A TRENTO

/ EVENTI A TRIESTE
CAPODANNO CINESE ALL’ESTERO
/ A NEW YORK

LA DATA

Capodanno cinese è in realtà la definizione occidentale per quella che in Cina viene chiamata la Festa di Primavera Capodanno lunare.
Ma qual è il motivo per il quale la data può subire una variazione così importante?

La spiegazione è che il calendario cinese si definisce lunisolare e come tale indica come inizio di ogni mese il novilunio: dipendendo dalla luna, i mesi (e di conseguenza il capodanno) possono subire una variazione di più o meno 29 giorni.

Il capodanno cinese deve coincidere infatti con la seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno: di conseguenza questa data, seguendo il calendario gregoriano, è tra il 21 gennaio e il 19 febbraio.

Al contrario del capodanno occidentale, le festività per quello cinese durano per due settimane. Il capodanno cinese, nel 2019, cadrà il 5 febbraio, dando inizio all’anno del maiale.

LA LEGGENDA

L’origine del Capodanno cinese risale ad una leggenda di un tempo lontano, nel quale viveva in Cina (negli abissi marini o in montagna) il mostro Nian che, una volta all’anno, usciva dal suo nascondiglio alla caccia di umani e di bambini in particolare. La leggenda narra il mostro aveva solo due punti deboli: il rosso ed i rumori forti.

Per questo motivo il rosso è diventato il colore del capodanno cinese e la tradizione prevede molte attività “rumorose”, come canti, balli, musica, fuochi d’artificio e petardi.

CAPODANNO CINESE 2019: ANNO DEL MAIALE

Nella tradizione cinese, ai diversi anni sono ciclicamente assegnati dodici differenti animali. La leggenda narra che questi animali (il topo, il bue, la tigre, il coniglio, il drago, il serpente, il cavallo, la capra, la scimmia, il gallo, il cane e il maiale) siano stati selezionati in quanto hanno risposto alla chiamata del Buddha.

Ognuno di questi animali, secondo l’astrologia cinese, ha delle caratteristiche particolari che influenzano in modo importante anche i tratti del carattere delle persone nate sotto il loro segno.

Per esempio, il 2019 sarà l’anno del Maiale, ultimo segno dello zodiaco cinese, che viene associato alle caratteristiche di gentilezza, accondiscendenza, generosità, coraggio ma anche di irascibilità. Come per ogni segno zodiacale anche quello del maiale viene associato ai 5 elementi fondamentali, per cui avremo il maiale di Legno, di Fuoco, di Terra, d’Oro e quello d’Acqua. Gli elementi collegano l’anno di nascita al segno dello zodiaco e influenzano le caratteristiche di una persona.

COME SI FESTEGGIA IL CAPODANNO CINESE

Il capodanno cinese ha tradizionalmente due dimensioni differenti – una familiare e una pubblica – con dei festeggiamenti che durano due settimane.

In famiglia si iniziano i festeggiamenti la vigilia, pulendo la casa (azione che vuole simbolicamente allontanare l’anno passato e fare posto alla fortuna per il quello che verrà), pregando il Buddha e organizzando una cena con i parenti più stretti.

Durante questa cena è usanza regalarsi tra i membri della famiglia delle buste rosse, che solitamente contengono denaro, petardi, vestiti nuovi e decorazioni.

Il giorno di capodanno, invece, la tradizione prevede che si vadano a visitare parenti e amici per farsi gli auguri di un anno fortunato.

Alla dimensione familiare si aggiunge quella pubblica e di svago: oltre alle iniziative pubbliche come mostre e feste, al capodanno cinese corrisponde anche il periodo di Chunyun, nel quale tradizionalmente si organizzano viaggi e vacanze.

LA FESTA DELLE LANTERNE

I festeggiamenti per il capodanno cinese si concludono con la Festa delle Lanterne, il quindicesimo giorno dopo l’inizio del nuovo anno.

Questa festa deve il suo nome in particolare alla tradizione di accendere lanterne, che vengono posizionate per le strade, nelle case e nei negozi: spesso alle lanterne sono attaccati degli indovinelli che i passanti possono risolvere. Il colore rosso delle lanterne è quello della felicità e le lanterne sono di buon augurio per un futuro luminoso.

In questo giorno vengono anche organizzate molte iniziative, mostre e attività, con spettacoli di acrobati sui trampoli, personaggi tradizionali cinesi ed esibizioni comiche.

Famosa in particolare la tradizione della Danza del Leone, con degli attori che muovono leoni di diverse dimensioni, danzando e saltando a ritmo di musica.

La scelta del Leone è simbolica, in quanto è un animale associato al coraggio e alla forza e quindi proteggerà le persone, offrendo loro felicità e sicurezza.

Questa festa è nota anche come festa Festa Yuanxiao, dal nome del piatto tipico (delle palline di riso con vari ripieni) che si mangia in questa occasione.

LE TRADIZIONI

Al capodanno cinese sono ovviamente associate molte tradizioni diverse, alcune le abbiamo già elencate nei paragrafi precedenti.

In questo periodo le città cinesi e i paesi si colorano di rosso, colore portafortuna. Rosse sono anche le buste (Hongbao) che vengono donate ai bambini e agli anziani e contengono denaro.

Le città si riempiono di feste e danze rituali per le strade e le famiglie vanno in visita di preghiera ai templi per ottenere benedizioni per il nuovo anno.

Anche in Cina esiste la tradizione di scoppiare petardi allo scoccare della mezzanotte per simboleggiare il passaggio da un anno all’altro.

IL CIBO

Anche le tradizioni legate al cibo tipico del capodanno cinese è strettamente legato alla simbologia e ai buoni auspici per il nuovo anno che deve iniziare.

A farla da protagonista è il pesce che si dice porti speranza e fortuna, in quanto la parola cinese somiglia a quella di “surplus, abbondanza”; non possono mancare anche i ravioli e gli involtini primavera, che portano ricchezza, i Tangyuan (palline dolci di riso) che simboleggiano una famiglia unita, gli spaghetti della longevità, il frutto della buona fortuna e il Niangao (torta di riso) che porta ad un miglioramento della condizione lavorativa.

CAPODANNO CINESE IN ITALIA

Anche in Italia, come in molti paesi del mondo, le comunità cinesi festeggiano in grande il capodanno, con sfilate e feste.

In particolare segnaliamo quelle di Milano, nella Chinatown di via Paolo Sarpi, Roma, al quartiere Esquilino, e Prato, città nella quale risiede la comunità cinese più numerosa d’Italia.

In tutte queste città dove la comunità cinese è molto numerosa verranno organizzate grandi sfilate, con carri e dragoni per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo, l’anno del maiale dodicesimo animale dello zodiaco.

Eventi a Milano

Sfilata allegorica

Alle 14.00 di domenica 10 febbraio da Piazza Gramsci centinaia di figuranti, travestiti da leoni e dragoni, inizieranno la sfilata che attraverserà la Chinatown di via Paolo Sarpi per giungere sino alla Fabbrica del Vapore. Una parata coloratissima, dove il rosso dominerà su tutti gli altri colori per spaventare il mostro Nian che secondo la leggenda esce dalla sua tana per attaccare i villaggi, una volta all’anno.

Via Montenapoleone – Mostra fotografica “Liu Bolin. Hiding in the Fashion Distric

Dal 3 al 10 febbraio, nelle boutique di via Montenapoleone 20 immagini dell’artista Liu Bolin, noto come “The invisible man”, verranno esposte al pubblico.

L’arte della calligrafia alla Biblioteca “Pietro Lincoln Cadioli” di Sesto San Giovanni

Martedì 19 febbraio, per la festa del Capodanno Cinese, l’Istituto Confucio dell’Università di Milano organizza un incontro dedicato all’arte della calligrafia. Un docente insegnerà ad adulti e bambini a scrivere alcuni caratteri cinesi e scoprire i “quattro tesori della calligrafia”. Per partecipare al laboratorio è d’obbligo l’iscrizione inviando una mail a: info.confucio@unimi.it e indicando nell’oggetto della mail “Laboratorio di calligrafia.

Eventi a Roma

Appuntamento in Piazza Vittorio Emanuele II dove il 9 e il 10 febbraio, per festeggiare l’anno del maiale,vi saranno incontri e spettacoli con esibizioni di arti marziali, danze tradizionali e non mancherà la parte dedicata alla cucina cinese ed alla scrittura. Al teatro Argentina si esibirà l’Opera di Pechino che suonerà la Turandot. In via Condotti, le boutique esporranno come a Milano le opere dell’artista Liu Bolin, in arte “The invisible man”.

Eventi a Prato

Il ricco programma inizia già il 3 febbraio alle ore 19 con uno spettacolo di danze e musiche, al Politeama Pratese, per salutare il vecchio anno e l’arrivo dell’anno del maiale, mentre il 4 febbraio alle ore 16,30 al Tempio Buddista PU HUA SI, in piazza della Gualchierina, risuoneranno i rintocchi rituali della campana del Tempio. La cerimonia inaugurale avrà inizio alle ore 10 del 14 febbraio in Piazza del Mercato Nuovo dove si terrà il concerto della pianista pratese Giulia Mazzoni a cui seguiranno spettacoli e danze sino a sera. Sempre in Piazza del Mercato si potranno ammirare le Lanterne Giganti che rappresenteranno monumenti della Cina Imperiale. Per il 15 febbraio è prevista la Cerimonia del matrimonio dell’Imperatore con danze e spettacolo, mentre sabato 16 e domenica 17 alle ore 10, con partenza dal Tempio Buddista PU HUA SI, vi saranno le sfilate del dragone. Maggiori informazioni e aggiornamenti sulle manifestazioni li trovate qui

Eventi a Cagliari

Sabato 2 febbraio alle ore 18.30 in piazza Yenne iniziano i festeggiamenti per il capodanno cinese con la sfilata in abiti tradizionali che si snoderà lungo le vie cittadine sino alla Manifattura Tabacchi. Nei giorni successivi si svolgeranno altri eventi, come la Cerimonia del the, la Danza del Dragone e del Leone, mostre fotografiche, incontri culinari e laboratori vari sino a venerdì 8 febbraio. Un programma dettagliato lo trovate qui

Eventi ad Enna

Domenica 10 febbraio presso Sicilia Outlet Village si festeggia il Capodanno Cinese. Un’ intera giornata ricca di eventi gratuiti dedicata all’arrivo dell’Anno del Maiale, secondo la tradizione cinese. Si inizia alle 11.00 con il Laboratorio di Calligrafia Cinese che proseguirà sino alle 19.00. Presso Ca’puccino alle 11.00, con la collaborazione dell’Istituto Confucio dell’Università Kore di Enna verrà allestita una cooking class per imparare a cucinare i tradizionali ravioli cinesi. Alle 12.00 la Danza del Dragone e del Leone (che verrà replicata più volte nel pomeriggio) e a seguire, dalle 12.30 sino al pomeriggio, sfilate di abiti tradizionali cinesi. Non mancherà la Cerimonia del the presso Ca’puccino alle 16.30; obbligatoria l’iscrizione presso l’Info Point (0935950040) per alcuni eventi. Sicilia Outlet Village si trova in Contrada Mandre Bianche SNC, Autostrada CT- PA,  Uscita Dittaino – 94011 Agira (En). Maggiori informazioni le trovate qui

Eventi a Napoli

Anche Napoli lunedì 4 febbraio (inizio alle 16:30 in piazza del Gesù) sarà colorata di rosso per festeggiare l’arrivo dell’anno del maiale con una manifestazione organizzata nel Centro Storico di Napoli dall’associazione culturale “Ciao Cina”. Alle 16:50  collegamento con la Cina per il conto alla rovescia. La cerimonia proseguirà sino a sera con la partecipazione del Coro Mulan, con danze e canzoni. Per maggiori info cliccate qui

Eventi a Padova

A Padova si vuole replicare il successo delle celebrazioni dello scorso anno per il capodanno cinese e l’Istituto Confucio all’Università di Padova organizza incontri per la divulgazione delle tradizioni culturali cinesi. Il 5 febbraio in collaborazione con l’Istituto Confucio di Venezia organizza eventi culturali e folkloristici all’aeroporto Marco Polo di Venezia (maggiori info qui). Nella sala Paladin di Palazzo Moroni venerdì 8 febbraio vi sarà un incontro con Adriano Màdaro  sui Segreti da svelare dell’archeologia Cinese”. Il 9 febbraio alle ore 15 inizia la sfilata della Danza del Drago e del Leone, con partenza da Palazzo Moroni con un percorso che si snoderà lungo le strade del Centro Storico di Padova per finire in Piazza Cavour.
Maggiori informazioni su Capodanno Cinese 2019

Eventi a Ravenna

Il Centro Culturale Italo-Cinese di Ravenna e l’A.S.D. Kung Fu Pak Hok Pai organizzano presso il Museo d’Arte della città di Ravenna l’evento “Cina in Citta” per festeggiare l’anno del MaialeDomenica 10 febbraio alle 14.30, si svolgerà una conferenza sulla lingua cinese curata da Wang Yunlong, cui seguirà la Danza del Leone ed esibizioni di Kung Fu, accompagnate dalle musiche tradizionali cinesi. Completerà la giornata un laboratorio di scrittura cinese.

Eventi a Torino

Nel mese di febbraio si festeggia il capodanno cinese anche a Torino con eventi e incontri organizzati dall’Associazione Nuova Generazione Italo-cinese (ANGI) con la collaborazione della Città di Torino e molti altri enti e associazioni. Per tutto il mese di febbraio vi sarà a Torino l’artista cinese Mai Lang, proveniente da Wenzhou, città di origine della gran parte della comunità cinese di Torino. Questo famoso artista viene descritto come un ricercatore delle memorie perdute, e realizzerà delle opere che si richiameranno ai monumenti simbolo della città di Torino, e che esporrà al suo rientro a Wenzhou allo scopo di far conoscere Torino. Non mancherà il 10 febbraio la Danza del Drago e del Leone all’Outlet Village Torino.  L’ultimo degli eventi sarà il 19 febbraio la Tavola Rotonda denominata “Raccontare Torino e Piemonte al popolo cinese”, un momento d’incontro che servirà ad favorire gli scambi tra la comunità cinese e quella piemontese. Maggiori informazioni sugli eventi e gli incontri con Mai Lang li trovate qui

Eventi a Trento

Il Capodanno Cinese arriva per la prima volta a Trento con vari incontri e spettacoli che culmineranno nella tradizionale Danza del Drago e del Leone che si svolgerà in piazza Dante alle 15.30 del 15 febbraio. Il Coordinamento Teatrale Trentino ed il Centro studi Martini, cureranno lo svolgimento degli eventi della giornata.

Eventi a Trieste

Alla “Grande Muraglia”, ristorante cinese in via Cellini 1E si festeggia a partire dalle 12:00 di domenica 27 gennaio  l’anno del maiale, con un pranzo rituale che si ispira alla tradizione del capodanno cinese. Un modo per conoscere meglio le antiche origini del calendario cinese ed avvicinarsi a un mondo così ricco di storie e leggende. Per prenotare: tel. 3425756089 oppure scrivere a info.nihaopanda@gmail.com

CAPODANNO CINESE ALL’ESTERO

In Cina e in molti Paesi orientali il Capodanno cinese si festeggia con grande seguito a Taiwan e Hong Kong, in Corea, Mongolia, Singapore, Malesia, Nepal, Bhutan, Vietnam, ma anche in Giappone. Nei paesi Occidentali si celebra in quelle città dove è presente una forte comunità cinese come New York o San Francisco.

Eventi a New York

Per celebrare l’evento il quartiere di Chinatown si colora di giallo e rosso. Anche l’Empire State Building, per il Capodanno Cinese, prende i colori della Cina. Saranno le 11 del mattino a New York quando in Cina sarà mezzanotte. Girando tra Mott Street, Bowery, East Broadway, Bayard Street, Elizabeth Street e Pell Street vi sembrerà di stare in una città cinese. Anche qui, lungo le vie di Manhattan viene rispettata la tradizione della Danza del Leone, con degli attori che muovono leoni di diverse dimensioni, danzando e saltando a ritmo di musica. Durante i festeggiamenti si susseguono parate con draghi, unicorni e leoni. A mezzanotte, a Roosevelt Park (tra Grand Street e Hester Street), potrete assistere ai tradizionali e spettacolari fuochi d’artificio.

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE:

Tutto sul Rosh haShana, il Capodanno ebraico

Capodanno ortodosso: Dove, come, quando e perché si festeggia

Capodanno ortodosso: Dove, come, quando e perché si festeggia

Il capodanno ortodosso viene festeggiato nella notte tra il 13 e il 14 gennaio e, a parte la data, non ha caratteristiche differenti rispetto al capodanno che si celebra invece, in buona parte dei paesi del mondo, tra il 31 dicembre e il’1 gennaio.
Perché viene celebrato esattamente in questa data? Perché la religione ortodossa segue il calendario Giuliano e non quello Gregoriano: infatti, anche Natale è in una data differente, per la precisione il 7 gennaio. Per questo motivo il capodanno ortodosso viene anche spesso definito il “Vecchio Anno Nuovo”.

Questo calendario leggermente spostato in avanti ha portato con il tempo ad un allungamento del tradizionale periodo delle feste nei paesi che lo celebrano: infatti ora, in alcuni paesi come la Russia, si estende dal 6 di dicembre, il giorno della luce, fino appunto al capodanno giuliano (includendo quindi sia il Natale gregoriano che quello ortodosso che il capodanno gregoriano).

INDICE

IL CALENDARIO GIULIANO
DOVE VIENE CELEBRATO 
COME VIENE FESTEGGIATO IL CAPODANNO ORTODOSSO
IL CAPODANNO ORTODOSSO NEI DIVERSI PAESI
/ IN RUSSIA
/ IN SERBIA
/ IN MACEDONIA
/ IN ITALIA

IL CALENDARIO GIULIANO

Il calendario Giuliano ha origini molto antiche, visto che fu introdotto da Giulio Cesare nel 46 a.C. ed è stato utilizzato in tutto il mondo per oltre sedici secoli fino al 1582, quando in alcuni paesi è stato sostituito dal calendario gregoriano.
Per quale motivo il calendario è stato sostituito? Perché il calendario Giuliano, nel corso del tempo, aveva accumulato una discrepanza tra le date del calendario e l’ora dell’equinozio di primavera nell’emisfero Nord. Papa Gregorio, per eliminare questa discrepanza, ha quindi decretato che il 4 ottobre 1582 sarebbe stato seguito dal 15 ottobre 1582.
Da questo momento in poi, e non senza problemi, la maggioranza dei paesi al mondo ha adottato il calendario gregoriano.

DOVE VIENE CELEBRATO?

Il capodanno ortodosso viene festeggiato in tutti quei paesi dove la religione ortodossa viene praticata dalla maggioranza della popolazione o nei quali la comunità ortodossa è particolarmente numerosa: in ogni caso le comunità ortodosse in tutti i paesi del mondo, per quanto piccole, colgono comunque l’occasione per festeggiare insieme e ritrovarsi.
L’area dell’Europa dell’Est è quella dove il capodanno ortodosso viene principalmente festeggiato, in particolare in Russia, Serbia, Macedonia, Ucraina, Georgia e Gerusalemme pur con qualche differenziazione nelle tradizioni a seconda dei diversi paesi.

COME VIENE FESTEGGIATO IL CAPODANNO ORTODOSSO

Di consuetudine il capodanno ortodosso viene festeggiato in modo più tranquillo e tradizionale rispetto a quello che segue il calendario gregoriano.
I festeggiamenti solitamente partono con un cenone in famiglia seguito, intorno alla mezzanotte, dalla partecipazione ad una piccola cerimonia nella chiesa o nel tempio: la cerimonia si conclude poi con i rintocchi della campana, che rappresentano un segno di buon auspicio per un anno felice e positivo. A volte il festeggiamento è seguito anche da balli popolari. In generale, come da tradizione, è considerata un’occasione riflessiva, per ripercorrere quello che è successo nell’anno precedente e fare buoni propositi e prendere decisioni per il nuovo anno.

IL CAPODANNO ORTODOSSO NEI DIVERSI PAESI

Come anticipato sopra, il capodanno ortodosso viene festeggiato in vari paesi, tutti con delle tradizioni leggermente differenti.

IL CAPODANNO ORTODOSSO IN RUSSIA

Il capodanno ortodosso (Vecchio Anno Nuovo – Stary Novy God) in Russia è, per molti versi, una celebrazione tradizionale e nostalgica piuttosto che ufficialmente riconosciuta, non essendo neanche festività nazionale: ci si ritrova a cena in famiglia, per mangiare, cantare e bere in compagnia. In ogni caso, da recenti sondaggi, è risultato che più della metà della popolazione continua comunque a festeggiare questa ricorrenza, segno che la tradizione, seppure non più ufficiale, continua a ad essere molto sentita.

In Russia, infatti, dal 1918 è stato ufficialmente adottato il calendario gregoriano: la notte di capodanno cade quindi tra il 31 dicembre e l’1 gennaio, tanto che l’1 gennaio è anche festa nazionale. In questa occasione, le celebrazioni sono più grandi e rumorose, con feste e fuochi d’artificio. La tradizione prevede anche che lo scambio dei regali non avvenga a Natale (come detto sopra, il 7 gennaio) ma bensì a capodanno: la tradizione vuole che sia Ded Moroz o “Nonno Gelo”, accompagnato dalla nipote a distribuire i regali di natale con la sua slitta trainata da tre renne.

Come dicevamo, però. rimane in parallelo comunque intatta la tradizione di festeggiare abitualmente in famiglia la sera del 13 gennaio, con una cena spesso abbastanza elaborata che deve prevedere almeno dodici portate, una per ogni mese dell’anno: vengono anche preparati degli speciali ravioli e, in alcuni, vengono inseriti oggetti (come bottoni o monete) che porteranno fortuna a chi li troverà.

IL CAPODANNO ORTODOSSO IN SERBIA

Il capodanno ortodosso in Serbia viene comunemente denominato come “Capodanno Serbo” e spesso prevede dei veri e proprio festeggiamenti in grande stile, con concerti nelle piazze principali delle città (il più famoso è ovviamente quella che viene organizzato davanti alla piazza del parlamento di Belgrado) e fuochi artificiali e serate speciali in varie discoteche e ristoranti del paese. A differenza che in Russia, in Serbia il 14 gennaio è festa nazionale, a dimostrazione di quanto questa ricorrenza sia molto importante. Se siete interessati a trascorrere il capodanno ortodosso a Belgrado qui trovate maggiori informazioni a riguardo.

IL CAPODANNO ORTODOSSO IN MACEDONIA

Le celebrazioni del capodanno ortodosso o “Vecchio capodanno” in Macedonia riescono a mantenere molti rituali tradizionali. Per esempio, nella tradizionale cena che viene organizzata in famiglia, viene di solito preparata la pita fatta in casa e, nell’impasto, viene inserita una moneta: chi troverà la moneta, avrà un anno fortunato. Oltre alla dimensione privata e familiare, il capodanno ortodosso viene festeggiato in Macedonia anche nelle varie comunità: vengono infatti organizzati nelle varie città, villaggi e quartieri dei falò, attorno ai quali le persone si ritrovano a bere, mangiare, cantare, ballare e festeggiare.

CAPODANNO ORTODOSSO IN ITALIA

Il capodanno ortodosso in Italia, come sappiamo, non è particolarmente sentito a livello nazionale ma viene ovviamente festeggiato all’interno delle varie comunità e famiglie. Se si vuole festeggiare in grande, anche per il 2019 vi segnaliamo alcuni eventi che si svolgeranno a Milano, Bologna e Iglesias.

MILANO “The Russian Old New Year 2019

A Milano il tradizionale appuntamento del “The Russian Old New Year 2019” si terrà in un Hotel di lusso (ovviamente il 13 gennaio a partire dalle 19.30): in programma una cena di gala, vari spettacoli, ospiti prestigiosi e intrattenimento, fino al brindisi finale allo scoccare della mezzanotte con Garbo Orchestra seguito dal dj set. Per maggiori informazioni, consultate il sito web dedicato all’evento qui.

BOLOGNA – “Dalla Russia con Amore” – Concerto di Capodanno

A Bologna il giorno 11 gennaio 2019 alle ore 21.00 si potrà assistere ad un concerto gratuito presso la Parrocchia di San Paolo di Ravone, via Andrea Costa 89.  Il Corpo Bandistico G. Puccini diretto dal Maestro Marco Benatti, eseguirà un repertorio ricco di brani di musica sacra e classica, patriottica e popolare, marce militari e canti natalizi dei compositori russi più famosi: Čajkovskij, Musorgskij, Šostakovič, Rimskij Korsakov e Borodin. Il il basso Yuri Guerra eseguirà “ Ey, ukhnyem!”, il canto dei battellieri del Volga. Per maggiori info cliccate qui

IGLESIAS – “Gran Concerto per il Natale e Capodanno Ortodosso e di Rito Orientale”

Il giorno 10 gennaio 2019 alle ore 19.00 al Teatro Electra, a piazza Pichi, si potrà assistere ad un concerto gratuito presso dove si esibirà il quintetto bielorusso “Music Kvatro”. Maggiori info qui

 



Capodanno a Belgrado alla scoperta dei Balcani

BELGRADO, UNA CITTA’ RICCA DI STORIA

Se quest’anno avete voglia di fare un’esperienza diversa iniziando il Nuovo Anno all’estero ma senza andare troppo lontano e senza spendere troppo, perché non programmare un Capodanno a Belgrado?

Vecchia capitale della Iugoslavia, crocevia di civiltà e imperi come quello Ottomano e Austro-Ungarico, dopo essere stata pesantemente segnata dai conflitti degli anni 90 e dal tragico bombardamento NATO, Belgrado ha saputo reagire con orgoglio e determinazione e oggi può essere considerata uno dei centri più vivaci dell’Europa sud-orientale, tanto da meritarsi l’appellativo di “Berlino del XXI secolo”.

In questa città che può essere considerata la culla della civiltà balcanica convivono il vecchio ed il nuovo: le osterie dal fascino rétro dove è possibile sorseggiare un buon bicchiere di acquavite si alternano ai piccoli locali nascosti nei cortili degli edifici del centro o adagiati sulle rive del fiume Sava, dove risuonano ritmi jazz e moderne sonorità elettroniche.

Dunque se cercate una città’ ricca di storia e buon cibo, economica e dalla vibrante vita notturna, dove trascorrere un capodanno memorabile Belgrado è il vostro sogno divenuto realtà!

IL CAPODANNO A BELGRADO SI FESTEGGIA DUE VOLTE

Sappiate che Belgrado vi offre una chance in più rispetto ad altre capitali europee! Infatti in Serbia le celebrazioni per il Capodanno si svolgono sia, come da tradizione, il 31 dicembre, sia la notte tra il 13 ed il 14 gennaio che corrisponde alla fine dell’anno secondo il calendario ortodosso. Inoltre tra queste due date, il 7 gennaio, si celebra il Natale ortodosso, il che offre a chi visita la città in questo periodo una variegata scelta di festività a cui prendere parte.

Per festeggiare il Capodanno a Belgrado potrete scegliere se unirvi alle migliaia di persone che saluteranno il Nuovo Anno per le strade della capitale dandosi appuntamento, come è tradizione, davanti al Parlamento Nazionale di Serbia, nel tratto di Bulevar Kralja Alexandra ,oppure scatenarvi in uno dei tanti locali sulle rive dei fiumi Sava e Danubio che organizzano serate a tema, come quelli dei quartieri di Dorcol e Stari Grad  (per info sui locali di Belgrado visitate questa pagina); in quest’ultimo caso ricordatevi di prenotare con largo anticipo perché queste serate, anche se abbastanza costose in rapporto al reddito medio della popolazione, sono richiestissime e frequentatissime dai Serbi.

Infine, per gli amanti del balloTango Natural propone una originale maratona aspettando il nuovo anno! Non esitate, quindi, a mettere in valigia, oltre ai caldi e confortevoli indumenti adatti ad un inverno continentale, le vostre migliori scarpe da ballo. Lanciatevi, allo scoccare della mezzanotte, in un memorabile tango!

COSA VISITARE A BELGRADO

Se dopo il Capodanno a Belgrado avete poi programmato di fermarvi qualche giorno in più in città di sicuro non ve ne pentirete.

Belgrado offre ai turisti una miriade di attrazioni e attività. E’ in grado di accontentare sia gli amanti della storia sia chi preferisce una vacanza all’insegna del buon cibo e del relax.

Questa incredibile città situata nel cuore del paese, che porta i segni di un passato ancora recente, vi farà’ innamorare. Non solo con i suoi musei e con la sua Street art, ma anche con i suoi sapori e odori che mescolano oriente ed occidente.

Da non perdere il quartiere bohémien Skadarlija. Con i suoi ottimi ristoranti, è il rifugio prediletto di artisti e degli amanti della musica dal vivo. Le sue stradine acciottolate portano memorie degli anni d’oro del primo Novecento. Impossibile non lasciarsi coinvolgere, ordinando un piatto di Cevapi mentre si ascolta musica balcanica!

Incantevole è anche il lungo fiume. Vi ammalierà con i suoi locali alternativi ed i suoi muri, trasformati da Street artists in vere e proprie originali tele. Il posto perfetto per assaporare una delle tante, ottime birre, capaci di mandare in estasi anche il più esigente degli intenditori.

 

15167670_10154209368363869_2972474223222666212_o

Imperdibile Kuća Cveća (Casa dei fiori) dove, oltre alla salma di Tito, potrete visitare il superbo museo ospitante le memorie del ‘900. Il tutto immerso in un giardino paradisiaco, traboccante di colori e profumi che vi lascerà senza fiato.



Capodanno a Berlino: Cosa aspettarsi dalla capitale più dinamica d’Europa

Se volete festeggiare la fine dell’anno in modo alternativo, trascorrere il Capodanno a Berlino è la scelta giusta per voi.

La capitale tedesca offre una molteplicità di eventi, fra cui la famosa celebrazione davanti alla porta di Brandeburgo e tante altre feste in diversi club della città.

Di seguito trovate un vademecum per poter organizzare al meglio la vostra vacanza:

LA NOTTE DI SAN SILVESTRO ALLA PORTA DI BRANDEBURGO

La celebrazione più famosa della città si tiene davanti al simbolo di Berlino, la porta di Brandeburgo. Si tratta di uno dei più grandi spettacoli pirotecnici d’Europa, accompagnati da alcune Band e Dj, che suoneranno live a partire dalle 19 fino alle 3 di notte. Una festa imperdibile che comprenderà 2 km di raggio, dalla porta di Brandeburgo fino alla famosa colonna della vittoria (Siegessäule). Ogni anno l’evento ospita volti noti della scena musicale tedesca ma non solo. L’evento è completamente gratuito.

capodanno-alla-porta-di-brandeburgo

I MIGLIORI EVENTI DI MUSICA ELETTRONICA

Berlino è la capitale per eccellenza della musica elettronica. Ogni anno migliaia di turisti vengono a Berlino con il desiderio di visitare i più famosi “templi” di questo genere musicale, come ad esempio il Berghain o il Kitkat.

Per la notte di San Silvestro l’offerta ovviamente non manca. Di seguito troverete una lista delle feste organizzate dai locali più conosciuti della città:

Un motivo in più per passare il Capodanno a Berlino è che la magia del Natale nella capitale tedesca non finisce il 26 dicembre, bensì va avanti fino al 6 di gennaio. Avrete quindi in quei giorni la possibilità di provare il famoso Glühwein, ovvero una sorta di Vin Brulè alla tedesca, oppure acquistare prodotti tipici. I mercatini di natale più famosi nella città sono:

  • Il mercatino di Natale davanti alla Gedächtniskirche a Zoologischer Garten
  • Il mercatino di Natale ad Alexander Platz
  • Il mercatino di Natale davanti al castello di Charlottenburg (Schloss Charlottenburg)
  • Il mercatino di Natale al Gendarmenmarkt (Entrata: 1 EUR, i bambini sotto i 12 anni entrano gratis)

Ci sono naturalmente molte altre cose che potrete fare in quei giorni a Berlino, come ad esempio visitare il famoso mercatino delle pulci domenicale Mauer Park, pattinare su ghiaccio intorno alla famosa statua di Nettuno ad Alexander Platz oppure fare un giro turistico con il famoso Bus 100, su cui potrete salire con un normale biglietto della metropolitana, e in due ore e mezza vi condurrà tra i punti principali della città.

DOVE DORMIRE A BERLINO

Se volete dormire in una zona centrale e molto ben connessa vi consigliamo Hotel Berlin Mitte managed by Meliá (4 stelle), che per le notti dal 30 Dicembre al 2 Gennaio offre un camera doppia al costo di 479 Euro a persona (colazione non inclusa). Qui il link per prenotare.

Un altra ottima opzione, anche questa molto centrale, è Scandic Berlin Potsdamer Platz (4 stelle), che sempre per le stesse notti offre un prezzo di 429,60 Euro (colazione non inclusa) sempre per una camera doppia. Qui il link per prenotare.

Infine, se volete risparmiare un po` ma allo stesso tempo non volete rinunciare alla comodità di soggiornare vicino al centro, l’Hotel Jurine Berlin Mitte (3 stelle) offre un prezzo di 352 Euro (colazione non inclusa). Qui il link per prenotare.

POTREBBE ANCHE INTERESSARVI

Potrebbero anche interessarvi la nostra sezione dedicata al Capodanno in Europa o gli articoli sottostanti:

Le migliori 10 destinazioni per il Capodanno 2020

Capodanno e Praga: Crociera sul fiume, musica e tanto altro

ALTRE OFFERTE PER IL VOSTRO SOGGIORNO A BERLINO

Per altre offerte per il vostro soggiorno di Capodanno a Berlino dal 30 dicembre 2018 al 2 gennaio 2019 potete dare un’occhiata alla mappa con gli hotel della città qui sotto:

Booking.com

Tutte le feste e le tradizioni del Capodanno a Barcellona

Barcellona è tra le mete preferite dagli italiani a Capodanno, sia per l’aria di festa che si respira in tutta la città, sia per la possibilità di trovare voli low cost. Vediamo quali eventi vi attendono nella città catalana l’ultimo dell’anno!

PLAÇA D’ESPANYA

Questa zona è veramente spettacolare e a Capodanno diventa uno dei fulcri della movida spagnola. In Plaça d’Espanya si tiene a mezzanotte lo spettacolo pirotecnico grazie al quale potrete festeggiare l’arrivo del 2020 nel modo più tradizionale e vivace.

Insieme ai fuochi d’artificio, a rendere ancora più scenografica l’atmosfera della piazza è la Fontana Magica, chiamata così per il gioco di acqua, luci e colori che stupisce tutti i presenti ogni anno. Lo spettacolo è all’aria aperta e completamente gratuito!

CAMPANADAS E LAS DOCE UVA: LE TRADIZIONI DI FINE ANNO A BARCELLONA

Barcellona conserva alcune tradizioni tipiche della notte di Capodanno che sono molto care ai cittadini.

La tradizione più nota vuole che, per entrare nel nuovo anno e lasciare il vecchio, si mangino dodici chicchi d’uva a mezzanotte, al ritmo di dodici rintocchi di campana: da qui il nome campanadas. Una tradizione da rispettare degnamente in Plaça Espanya, dove vi consigliamo di arrivare almeno un’oretta prima dello spettacolo pirotecnico per occupare i posti migliori. Munitevi dunque di un bel grappolo di uva bianca prima di unirvi alla piazza!

IL POBLE ESPANYOL, LA FESTA PIÙ GRANDE DI CAPODANNO

Il Poble Espanyol è il museo a cielo aperto che si trova sul promontorio Montjuic, situato a sud di Barcellona e alto 173 metri. Qui, da 30 anni, prende vita la festa più grande di Barcellona con musica, brindisi, regali e tanta uva per tutti! La festa di Capodanno per salutare il 2018 partirà dalle 22:30 e continuerà fino alle 6 del mattino. Lo scorso anno erano circa 7000 persone a danzare a ritmo di brani anni ’70,’80 e ’90 e hit del momento!

Per partecipare al Poble Espanyol, potrete acquistare 4 tipologie di biglietti:

  1. BIGLIETTO NORMALE a 35€*

    Comprensivo di 4 consumazioni, uva e regali.
    Accesso alla Plaza Mayor e Gazebo.
    * I primi 500 biglietti. €40 fino al 26 dicembre e €45 dal 27 dicembre. €60 prezzo in botteghino

  1. BIGLIETTO VIP A 60€*

    Comprensivo di accesso alla festa senza code, 4 consumazioni, uva e regali.
    Acceso alla Plaza Mayor, Gazebo e Area VIP
    * I primi 200 biglietti. €70 dal 27 dicembre. 80 prezzo in botteghino

  1. TAVOLO VIP A 120€ (minimo 4 persone)

    Comprensivo di accesso alla festa senza code, 1 bottiglia a 4 persone*, 16 bevande, uva e regali.
    Accesso alla Plaza Mayor, Gazebo e Area VIP
    *Con il biglietto Tavolo Vip é possibile scegliere tra vodka, rum, whisky e gin.

  1. TAVOLO VIP PREMIUM A 150€ (minimo 4 persone)

    Comprensivo di accesso alla festa senza code, 1 bottiglia a 4 persone*, 16 bevande, uva e regali.
    Accesso alla Plaza Mayor, Gazebo e Area VIP
    *Con il biglietto Tavolo Vip é possibile scegliere tra vodka, rum, whisky e gin.

Potete comprare il vostro biglietto, direttamente da qui. Troverete tutto quello che desiderete per una festa memorabile e a pochi passi dalla Fontana Magica.

LO SPETTACOLO DELLA TORRE AGBAR

Torre Agbar di Barcellona illuminataIspirata alle forme di Gaudì, la Torre Agbar può sembrare di giorno un semplice grattacielo simile a un siluro, ma di notte diventa un’architettura suggestiva e affascinante.

La vista è consigliatissima la notte di Capodanno quando viene illuminata appositamente e vengono proiettate luci che creano giochi sorprendenti.

Nella zona nord-est di Barcellona, a Sant Martì, questo grattacielo progettato dall’architetto francese Jean Nouvel che si presenta come un geyser, si innalza nel cielo di Barcellona con i suoi 4500 pannelli di vetro che cambiano continuamente colore. Lo spettacolo è unico e rimarrete a bocca aperta davanti ai suoi 144 metri d’altezza colorati.

CAPODANNO NELLA PIÙ GRANDE DISCOTECA DI BARCELLONA

Dopo aver fatto due passi sulla Rambla, tutti in discoteca per ballare sulle note del nuovo anno!

Il Razzamatazz è la più grande discoteca di Barcellona. Al suo interno ha ben 5 sale che sono più che altro 5 diverse discoteche, ognuna con il proprio genere musicale. Il Razzmatazz è famoso a livello internazionale e ospita tanti turisti tutto l’anno, Capodanno compreso.

Il bello di questo locale è che potrete girare tra le sue 5 sale in cerca del genere musicale che amate di più: accontenta proprio tutti! L’ideale se volete trascorrere il Capodanno con gli amici e avete gusti diversi.

La notte di San Silvestro 2020, le sale saranno dedicate a questi temi:

  • Amable & Legoteque
  • Baldo (all night long)
  • La Rara House Classics: Chicletol + TVMNSTR + Lovers
  • Mini Dirty: Perotutehasvisto & Siria + Dancers
  • Will Blake & Santruja

L’ingresso dopo la mezzanotte costa 40€ e include 2 drink! Per tutte le informazioni e per acquistare i biglietti in prevendita (vanno a ruba!) scrivete a infovip@salarazzmatazz.com

CAPODANNO ALL’HARD ROCK CAFE DI BARCELLONA

E per chi vuole salutare il vecchio anno e dare il benvenuto al 2020, l’Hard Rock Cafe rappresenta un paradiso di musica, food ed esperienze da vivere. La location catalana propone un party con menù gourmet per festeggiare con stile.

Ecco il menù della serata, adatto anche a vegetariani ed intolleranti al glutine:

MENU CAPODANNO 2020

Spuntino

Antipasti messicani con hummus di barbabietola

Antipasto a scelta tra:

Ravioli di granchio con crema di funghi e pesto
Pane piatto con ratatouille e gamberi all’aglio
Ratatouille Flatbread
Tartare di salmone norvegese con guacamole, quinoa e wasabi mayo

Piatto principale a scelta tra:

Controfiletto di manzo alla griglia con purè di patate al tartufo E riduzione di vino rosso
Tacos al tonno con verdure invernali in salamoia
Hamburger di manzo ecologico Black Angus con filetto di foie, chutney di mango e rucola, servito con una selezione di patatine fritte saltate
Risotto agli asparagi vegetariani

Dessert a scelta tra:

Macedonia di frutta fresca con sorbetto di limone verde e zenzero
Cheesecake con bacche rosse
Marquise di cioccolato e arancia

Sono inclusi:

Uva fortunata
Assortimento di dolci natalizi

Servizio bevande:

Bicchiere di benvenuto di cava
1 bottiglia di vino per 2 persone o 2 birre a persona
Bicchiere di spumante per il brindisi a mezzanotte

Selezione di vini:

Cava Perelada Rosé (bevanda di benvenuto)
Vino bianco Les Troies (DO Montsant)
Vino rosso Ramon Bilbao (DOC Rioja)
Cava Perelada brut

PREZZI

Biglietto principale: 135 € a persona
The Platinum Room: 120 € a persona
50 € per bambini fino a 10 anni

Il prezzo è comprensivo di: Party Pack • Uva • Dolci stagionali • Musica dal vivo fino alle 23:45 h • DJ Music • Guardaroba

Se volete entrate dopo le 24 per continuare a festeggiare, il biglietto del bar è di € 30 a persona comprensivo di due bevande (birra, acqua, bibita, vino, bevanda mista). I biglietti BAR danno accesso all’area bar del ristorante, ma non garantiscono un posto.

Una volta acquistati i biglietti a questo indirizzo, contattate via mail l’indirizzo barcelona.events@hardrock.com per la gestione della prenotazione del vostro tavolo.

OFFERTE PER IL VOSTRO SOGGIORNO A BARCELLONA

Avete deciso che Barcellona è il luogo ideale dove trascorrere il Capodanno e cercate una comoda sistemazione ad un prezzo ragionevole? I prezzi per una camera matrimoniale in città dal 29 dicembre al 2 gennaio – per 4 notti per 2 persone – partono da 130 euro! Tutte le offerte per il periodo di Capodanno a Barcellona le trovate su questa pagina di Booking.com. Il nostro consiglio?Una volta sul sito, per filtrare i risultati in base al prezzo cliccate “prezzo più basso”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARVI

Barcellona a Capodanno si trasforma in una grande festa con musica, colori e tanti spettacoli. Avete già scelto dove trascorrere la notte di San Silvestro? Ecco le altre mete che potrebbero interessarvi e dove poter vivere grandi emozioni, in Europa e nel mondo!


Booking.com