Capodanno in Islanda: Falò e natura mozzafiato

Sogni le terre incontaminate nel periodo delle festività invernali? Il Capodanno in Islanda è quello che fa per te.

Effettivamente le emozioni che regala questa terra in quei giorni sono ancora più percepibili: l’Islanda diventa un mondo magico, dove potrai vivere esperienze a contatto con la natura incontaminata e potrai ammirare i movimenti armonici dell’Aurora Boreale.

Quest’isola è caratterizzata dalla presenza di paesaggi da ammirare, geyser, cascate, fiordi, vulcani, terme naturali e bellissimi ghiacciai. Uno scenario naturalistico da vivere insieme alla meraviglia di tanti animali che abitano quest’isola, come balene, cavalli e foche.

Questa terra presenta numerose attrazioni e negli anni si è creata una discreta reputazione a livello turistico. Vivere il periodo di Capodanno in Islanda, visitando i luoghi più belli dell’isola e condividendo i festeggiamenti con la gente del posto, ti regalerà momenti che ricorderai per sempre!

Qui di seguito ti diamo alcuni consigli per trascorrere l’ultimo dell’anno sull’isola in maniera indimenticabile. Iniziamo dalla capitale, Reykjavik, per poi passare alle principali attrazioni turistiche dell’isola che puoi visitare durante la tua vacanza.

COME TRASCORERE IL CAPODANNO 2020 IN ISLANDA

FESTEGGIAMENTI A REYKJAVIK

È la capitale e la città più grande d’Islanda, situata sulla costa, bagnata dalle acque dell’Oceano Atlantico. La città è divisa in distretti e viene scelta come meta turistica per chi viaggia in questa terra. Qui vive un terzo della popolazione nazionale e, oltre ad essere il fulcro economico e sociale del paese, Reykjavik rappresenta anche un importante centro culturale: oltre a diversi musei, potrai visitare duomo, cattedrali e altri edifici d’interesse. Non dimenticare di passare nella zona del vecchio porto dove negozi, ristoranti e locali alla moda animano la città.

Nonostante l’oscurità tipica dei lunghi inverni artici, durante la notte di San Silvestro Reykjavik è tutt’altro che buia. Il cielo della capitale islandese si illumina grazie a giganteschi falò, organizzati in vari punti della città, e a spettacolari fuochi d’artificio.

I FALÒ DI CAPODANNO A REYKJAVIK

I falò organizzati in città per l’ultimo dell’anno non hanno nulla a che vedere con quelli a cui siamo abituati noi (quelli di Ferragosto sulla spiaggia, per intenderci). Si tratta di giganteschi fuochi appiccati in vari punti della città e nei suoi dintorni che hanno inizio verso le 20:30. Accanto al fuoco potrai bere qualcosa mentre fai amicizia con la gente del posto. Per scoprire dove si terranno i falò puoi rivolgerti all’ufficio turistico di Reykjavik, dove ti sapranno indicare quelli più vicini a te. E dopo i falò, cosa succede? Molti islandesi ritornano a casa per assistere al tradizionale programma televisivo di fine anno (ovviamente in islandese), durante il quale vengono passati in rassegna i momenti più significativi dell’anno appena trascorso.

I FUOCHI D’ARTIFICIO DI CAPODANNO

Togliere i fuochi d’artificio agli islandesi l’ultima notte dell’anno sarebbe per noi come mangiare un piatto di pasta senza il parmigiano. Paragone bizzarro, ma rende l’idea. Pare che, subito dopo il programma televisivo che abbiamo menzionato sopra, un islandese su due si riversi  in strada a sparare fuochi d’artificio. I cittadini rimasti si posizionano invece insieme ai turisti in punti panoramici strategici per assistere allo spettacolo pirotecnico mozzafiato. I fuochi d’artificio iniziano in genere verso le 23:30 e proseguono per un paio di ore circa. Ti interesserà forse sapere che i fuochi d’artificio a Reykjavik non vengono organizzati dalla città, ma dai cittadini stessi. Fai attenzione dunque se ti aggiri per le strade…

POI TUTTI A BALLARE

Dopo i fuochi d’artificio, i festseggiamenti di Capodanno proseguono nei vari locali della città. La capitale islandese è rinomata per la sua vita notturna e l’ultimo dell’anno non fa eccezione. Il gran numero di locali nel centro della città ti permetterà di visitarne diversi nell’arco della stessa nottata!

TOUR DI CAPODANNO 2020 A REYKJAVIK

Per godere l’atmosfera di Reykjavik e festeggiare il Capodanno 2020 con la gente del posto, ti consigliamo questo tour di GetYourGuide della durata di 5 ore, durante il quale assisterai nei posti più strategici sia ai falò che ai fuochi d’artificio di fine anno.
Prenota il tour a Reykjavik

LE CASCATE GULLFOSS E DETTIFOSS

Cascata di Dettifoss

Se visiti l’Islanda nel periodo di Capodanno non puoi assolutamente perdere la visita alle meravigliose cascate: ce ne sono a centinaia, altissime, di lava e potenti. Ma vogliamo rimarcarne due davvero spettacolari. Gullfoss rappresenta la cascata più conosciuta e per molti la più bella d’Islanda. Il suo nome significa Cascata d’oro ed è facilmente raggiungibile da Reykjavik. Ed è proprio questa cascata a dare il nome al famoso Circolo d’Oro, uno dei percorsi più belli d’Islanda.  La seconda che non devi perdere è Dettifoss, la più imponente d’Europa. La sua altezza è di circa 45 metri ma le sue acque percorrono circa 30 km prima di sfociare nella baia Öxarfjörður dell’Islanda settentrionale.

GEYSIR

Sai che in Islanda si trova il geyser più antico del mondo? Questo è tra i fenomeni naturali più affascinanti del nostro pianeta e consiste nel veder fuoriuscire dalla terra getti d’acqua bollente alti fino a decine di metri. Ecco in Islanda potrai vedere questi getti e ammirarli soprattutto nella valle di Haukadalur dove si trova anche Geysir, il cui getto un tempo raggiungeva fino a 80 metri di altezza. Nel tempo purtroppo si è ridotta a causa dei sassi lanciati dai turisti che ne hanno ostruito la fuoriuscita. La visita a Geysir è gratuita e rappresenta una delle più belle attrazioni d’Islanda.

LAGUNA BLU

Questa è tra le mete più gettonate dell’isola: è un grande lago artificiale e la temperatura media dell’acqua raggiunge i 39 gradi. La sua vicinanza alla capitale la rende una meta ambita dai turisti al loro arrivo o prima della partenza. Anche molte celebrità la scelgono! Il primo a fare il bagno nelle sue acque fu un ragazzo con problemi di psoriasi che trovò miracolose le acque della Laguna Blu per la sua pelle. Il primo stabilimento pubblico aprì nel 1986; oggi è una spa internazionale. Un consiglio: prenota la visita alla spa anche qualche settimana prima per non rimanere fuori!

IL CIRCOLO D’ORO

È un vero e proprio itinerario delle principali attività turistiche d’Islanda e un viaggio turistico che include 3 tra le attrazioni maggiori dell’isola. Se visiterai l’Islanda, sentirai parlare del Golden Circle e potrai fare il tour in una giornata. Esso comprende il parco nazionale Thingvellir, l’area geotermica del Geysir e la cascata Gullfoss. Il primo è situato a soli 45 minuti in auto dalla capitale e racchiude una storia fantastica e una geologia davvero affascinante: il fascino di questo parco è rappresentato dall’essere situato proprio in mezzo a 2 placche tettoniche. È una zona con continui terremoti ma che vede il parco davvero rigoglioso e ricoperto di muschio, pini e alberi di betulla. L’acqua che emerge dalle crepe del parco è cristallina e il mondo sottomarino qui è meraviglioso. La seconda tappa è l’area geotermica del famoso Geysir e infine potrai vedere la cascata Gullfoss. Questa, letteralmente “cascata d’oro”, ha la particolarità di fare un doppio salto e ti accoglierà con un arcobaleno mozzafiato tra la nebbia delle sue potenti acque.

IL GHIACCIAIO DI VATNAJÖKULL

Capodanno in Islanda: i ghiacciai

Che emozione si prova a ritrovarsi nella grotta del ghiacciaio più grande d’Europa? Vatnajökull contiene circa 3100 metri cubi di ghiaccio e ricopre circa il 10% della superficie islandese. Rappresenta infatti  la quarta calotta più grande del mondo e potrai esplorare i suoi ghiacciai e lasciarti trasportare in un luogo di un fascino incredibile. Un consiglio: i jeans non vanno bene, sono preferibili calze grosse e abiti caldi durante questa escursione.

TOUR DI VATNAJÖKULL

Per vivere la magia di Vatnajökull nel periodo di Capodanno puoi partecipare ad un tour della durata totale di due ore e mezza, con trasporto in jeep per raggiungere il ghiacciaio. Durante il tour verrai accompagnato da una guida locale e ti verrà fornita l’attrezzatura necessaria tra cui caschetto e, se necessario, una torcia. La permanenza all’interno della grotta naturale sarà di circa 45 minuti. Per tutte le informazioni dai un’occhiata a questa attività che ti condurrà al ghiacciaio più grande d’Europa.

Non dimenticare che oltre a queste attrazioni, il Capodanno in Islanda ti farà tenere il naso all’insù per scorgere la meraviglia dell’aurora boreale!
Prenota il tour nel ghiacciaio

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Cerchi altre mete di Capodanno? Visita la nostra sezione dedicata all’ultimo dell’anno in Europa!

OFFERTE HOTEL PER IL PERIODO DI CAPODANNO A REYKJAVIK



Booking.com

Parata di Capodanno a Londra

La Parata di Capodanno a Londra, propriamente chiamata LNYDP, ovvero London’s New Year’s Day Parade 2020, è tra le manifestazioni più attese della capitale inglese e famosa in tutto il mondo. Nel 2020 arriverà alla sua 34a edizione con oltre 10.000 artisti tra cui danzatori, musicisti, acrobati, ragazze pompon e artisti vari che si riuniscono nel cuore della città per una grande festa dove si intrecciano esuberanti spettacoli contemporanei con sfarzi e cerimonie tradizionali.

Parata di Capodanno a Londra

COS’È LA PARATA DI CAPODANNO DI LONDRA?

Ogni 1 gennaio si festeggia a Londra con la grande parata che coinvolge tantissimi spettatori e artisti da tutto il mondo: le strade si affollano di curiosi e, se decidi di trascorrere l’ultimo dell’anno nella capitale inglese, allora la LNYPD non è assoltamente da perdere!

La parata nasce nel 1987, quando, per le piazze e le strade di Londra, prese vita per la prima volta: allora si chiamava Lord Mayor of Westminster’s Big Parade e mantenne quella denominazione fino al 1994 quando assunse l’attuale nome. Unica eccezione nell’anno 2000 quando venne chiamata Millennium Parade.

La Parata nasce con lo scopo di raccogliere fondi per gli enti di beneficenza di Londra. Inoltre per l’occasione viene organizzata una competizione dalla BBC London per individuare 2 giovani talenti che avranno poi l’opportunità unica di esibire la propria musica con una marching band di scuola superiore americana, proprio dall’altra parte dell’oceano.

Dagli Stati Uniti infatti arrivano le marching bands per farsi conoscere e proporre la propria musica diventando così protagoniste indiscusse dell’evento. 3 nomi su tutti: la banda della Shawnee Mission West High School di Overland Park, Kansas, USA, ha portato la sua musica alla parata per ben 9 volte; i 130 componenti della Dixie Heights High School Marching Colonels di Edgewood, Kentucky, si sono esibiti nel 1991, guidati dal direttore della band Daryl Angel; infine la banda di 240 membri della Walker Valley High School di Cleveland, Tennessee hanno sfilato nel 2007, diretti da Alan Hunt.

Nel 2020 si esibiranno la West Orange High School band from Winter Garden, Florida, la Lake Nona High School Sound of the Lions da Orlando, Florida e la band Marshall University Marching Thunder da Huntington, West Virginia.

L’evento è gratuito ma alcuni posti prevedono l’acquisto del biglietto. Clicca qui per maggiori dettagli.

QUAL È IL PERCORSO DELLA PARATA?

Parata a Londra

La parata di Capodanno a Londra si sviluppa su ben 3,2 kilometri nelle zone centrali della metropoli.

Fino all’anno 2010 partiva da Westminster, a Parliament Square, continuava lungo Parliament Street e Whitehall, e proseguiva verso Trafalgar Square, infine attraversava Cockspur Street e Regent Street. Terminava poi a Piccadilly e Green Park.

Fu proprio nel 2010 che la LNYDP modificò il proprio itinerario per mostrare ai telespettatori americani tutte le varie zone della città al meglio e per assecondare le esigenze delle reti televisive degli Stati Uniti: la nuova parata segue un percorso che consente di ammirare l’Elizabeth Tower del Palazzo di Westminster e Trafalgar Square. Inizia tutto al Ritz Hotel, lungo Piccadilly fino a Piccadilly Circus, lungo Regent Street, poi lungo Pall Mall fino a Trafalgar Square, quindi lungo Whitehall fino a Parliament Square. Il tutto finisce di fronte alla meraviglia del Big Ben E che dire se non che iniziare l’anno a Londra è sicuramente un’occasione unica, che unisce tutto il mondo.

Scarica la mappa della parata qui.

IL LNYDP STREET FOOD VILLAGE

La Parata di Capodanno prende vita tra le vie del West End a Londra: ricordati innanzitutto che verranno chiuse al traffico le principali strade, e le principali attrazioni turistiche non saranno visitabili. Ma non dimenticarti che non c’è solo la parata! Di grande interesse ogni anno è il villaggio che la affianca: il LNYDP Street Food Village viene allestito dalle 11 alle 16 del 1 gennaio nell’area tra Waterloo Place e Pall Mall, a due passi da Trafalgar Square. Avrai la possibilità di assaggiare una raffinata selezione di piatti provenienti da tutto il mondo e di vivere la parata al meglio in un’atmosfera unica.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Ultimo dell’anno a Londra: Le nostre idee per un Capodanno 2020 indimenticabile

 

 

Ultimo dell’anno a Londra: Le nostre idee per un Capodanno 2020 indimenticabile

Londra è una città multietnica e poliedrica, magica e misteriosa, capace di soddisfare tutti i gusti e tutte le esigenze, proprio per questo è considerata la capitale europea per eccellenza. Chi ama lo shopping ha solo l’imbarazzo della scelta: dalle boutique di alta moda ai mitici magazzini Harrods, fino alle bancarelle che vendono gli oggetti più disparati per portarsi a casa un ricordo della “City”.

Londra è suddivisa in diversi quartieri, ognuno dei quali ha le sue caratteristiche peculiari. Ad esempio c’è il trasgressivo e libertino quartiere a luci rosse di Soho, dove ne potrai vedere davvero di tutti i colori! Oppure c’è Camden Town, quartiere alternativo con un’identità fuori dagli schemi, i suoi mercatini ed i suoi locali tutti da scoprire.

I quartieri di Notting Hill e di South Kensington con il loro fascino “british” sapranno accogliere i turisti con classe in ristoranti, bar e negozi alla moda. A Notting Hill c’è Portobello Road, una delle strade più antiche di Londra famosa per la grande quantità di negozi e mercatini che vendono vestiti, oggetti d’antiquariato, souvenir, ecc. South Kensington, lussuoso quartiere di Londra, è la scelta ideale per chi vuole allontanarsi dal caos cittadino e godersi una passeggiata in un parco o una visita in un museo. Da non perdere il Palazzo di Westminster ed il suo imponente Big Ben, che suona ogni quarto d’ora. Le attrazioni da visitare a Londra sono tantissime, ed è facile spostarsi da un quartiere all’altro della città grazie all’impeccabile servizio di metropolitana.

DOVE VEDERE I FUOCHI D’ARTIFICIO DI CAPODANNO

A questo punto non ci resta che scoprire cosa fare a Londra per il Capodanno 2020. Londra è famosa soprattutto per il suo bellissimo spettacolo pirotecnico, che dura ben 45 minuti. Lo spettacolare evento, il “New Year’s Eve fireworks display”, si svolge in un’area chiusa attorno al Tamigi. Se intendi partecipare ti conviene muoverti per tempo, ed acquistare i biglietti sul sito ufficiale www.london.gov.uk al prezzo di 10 sterline.

Il countdown verrà scandito dal display luminoso dello Shard, il grattacielo più alto d’Europa, accompagnato dai 12 rintocchi del Big Ben che darà l’addio all’anno che se ne va. Dopo la mezzanotte inizierà il fantastico spettacolo di fuochi d’artificio, visibile comunque anche da altri punti della città come il Tower Bridge, il Vauxhall Bridge, Greenwich e Primrose Hill.

CROCIERA SUL TAMIGI

Se però cerchi qualcosa di diverso e di emozionante ti suggerisco una fantastica crociera sul Tamigi, con musica, balli, danze, spettacoli, brindisi di mezzanotte ed un posto d’onore, sotto l’occhio vigile del London Eye, per ammirare lo spettacolo pirotecnico nel cielo londinese. Per prenotare questo party di Capodanno sul Tamigi, esclusivo e raffinato, è opportuno prenotare i biglietti con largo anticipo.

IN GIRO PER PUB

Sei alla ricerca di ristoranti e locali dove prenotare il tuo cenone? Be’, allora smetti subito di cercare. I ristoranti londinesi chiudono i battenti molto presto, e poiché Londra è una città alquanto rigida non fa eccezioni neanche il 31 dicembre. Ci sono però delle soluzioni alternative per trascorrere la mezzanotte in un tipico pub londinese, mangiando fish & chips e bevendo birra. Diversi pub dislocati in ogni quartiere di Londra organizzano party e feste per salutare l’anno nuovo, in un clima festoso e gioioso. Ti suggerisco anche un giro a Trafalgar Square, con centinaia di persone che si riversano nella notte di San Silvestro nella piazza, dove si organizzano solitamente eventi e spettacoli a suon di musica e di allegria.

LONDON NEW YEAR DAY PARADE

Dopo la notte di baldoria del 31 dicembre alzati di buon mattino e riprenditi presto, perché c’è ancora tanto da vedere. Il primo gennaio infatti a Londra si svolge il “London New Year’s Day Parade”, una spettacolare parata che parte da Piccadilly ed arriva fino a Westminster, passando per Lower Regent Street, Waterloo Place, Pall Mall, Cockspur Street, Trafalgar Square, Whitehall e Parliament Street. La parata inizia alle 12:00 e si conclude alle 15:00, con oltre 10.000 artisti provenienti da tutto il mondo in un tripudio di colori, musiche, carri, cheerleaders e mongolfiere. Se ancora non ti basta, dopo la parata ti consigliamo una passeggiata tra i tipici mercatini londinesi di Natale, oppure una suggestiva pattinata sulle piste di ghiaccio presenti in diversi punti della City, come Hyde Park, Broadgate o Victoria Park. Per maggiori informazioni sulla parata, vai a questo link.

COME VESTIRSI PER IL CAPODANNO A LONDRA

Si dice che a Londra piove sempre, ma molto dipende anche dal periodo. Hai intenzione di passare il Capodanno 2020 a Londra? Una scelta eccellente, ma è opportuno conoscere che tempo fa a dicembre e a gennaio per cautelarsi. In questo periodo il clima è piuttosto freddo ma non gelido, con piogge piuttosto frequenti. Impermeabile, giubbino k-way, ombrello e vestiti pesanti sicuramente sono tra le prime cose da mettere in borsa. Non temere però, perché non stai andando in Siberia. Le temperature nel periodo invernale solitamente si attestano sui 5 gradi, e solo in rari casi sono andate sotto lo zero.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Parata di Capodanno a Londra

Il “lancio del piatto”, inusuale tradizione di Capodanno danese

Oggi per l’ultimo dell’anno ti portiamo in Danimarca! Se l’immagine dei piatti rotti qui sopra ti sembra poco rilevante, ti consiglio di continuare a leggere.

TRADIZIONI DI CAPODANNO IN DANIMARCA

I paesi nordici, si sa, sono portatori di civiltà. Da sempre irraggiungibile – e a volte anche noioso – esempio di viver bene.

Tra questi, la Danimarca viene spesso associata all’ordine, alla pulizia e all’impeccabile organizzazione. Oltre ovviamente al clima freddo ed umido, alla sirenetta nuda, che rappresenta una delle attrazioni principali della capitale danese, e al quartiere fricchettone di Christiania.

Qui a fine anno gli abitanti si scatenano rompendo piatti di fronte alla porta di casa dei propri cari.

Immagina per un istante di essere educati, pazienti, di non saltare la fila eccetera…per 364 giorni all’anno. Una volta raggiunto un certo livello di civiltà la necessità di uno sfogo diventa impellente.

E’ per questo motivo che, per le strade di Copenhaghen e nel resto di questo affascinante paese, il 31 dicembre potresti essere letteralmente sommerso da una pioggia di cocci.

IL LANCIO DEI PIATTI

In Danimarca è infatti consuetudine celebrare l’anno nuovo con il lancio di piatti.

Questo particolare lancio del piatto, da alcuni riconosciuto come sport invernale nazionale, non è casuale come il lancio del piatto di fine anno in Grecia. Il bersaglio del piatto danese sarà, infatti, la porta di casa di una persona amata. E’ in questo modo che il danese medio è solito augurare un anno di gioia e prosperità ai suoi cari.

Uno strano modo di dimostrare l’affetto…

3 CONSIGLI PER PREPARARSI AL CAPODANNO IN DANIMARCA

Prima di avventurarti per le strade danesi l’ultima notte dell’anno, ricorda dunque questi pochi ma efficaci consigli:

  1. Non sostare, allo scoccare della mezzanotte, davanti a porta alcuna (oppure sostare armati di scudo).
  2. Ponderare la scelta di stringere amicizia con la popolazione indigena. Uno dei risultati potrebbe essere far diventare la porta del vostro hotel/appartamento, bersaglio prediletto dei vostri nuovi amici.
  3. Infine, non dimenticare di mettere in valigia i vostri vestiti più caldi. La temperatura media del paese nei mesi più freddi è di circa 0 gradi…povera sirenetta nuda!

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

https://www.eventicapodanno.com/tradizioni-capodanno-italia-estero/

Capodanno ortodosso: Dove, come, quando e perché si festeggia

Il capodanno ortodosso viene festeggiato nella notte tra il 13 e il 14 gennaio e, a parte la data, non ha caratteristiche differenti rispetto al capodanno che si celebra invece, in buona parte dei paesi del mondo, tra il 31 dicembre e il’1 gennaio.
Perché viene celebrato esattamente in questa data? Perché la religione ortodossa segue il calendario Giuliano e non quello Gregoriano: infatti, anche Natale è in una data differente, per la precisione il 7 gennaio. Per questo motivo il capodanno ortodosso viene anche spesso definito il “Vecchio Anno Nuovo”.

Questo calendario leggermente spostato in avanti ha portato con il tempo ad un allungamento del tradizionale periodo delle feste nei paesi che lo celebrano: infatti ora, in alcuni paesi come la Russia, si estende dal 6 di dicembre, il giorno della luce, fino appunto al capodanno giuliano (includendo quindi sia il Natale gregoriano che quello ortodosso che il capodanno gregoriano).

INDICE

IL CALENDARIO GIULIANO
DOVE VIENE CELEBRATO 
COME VIENE FESTEGGIATO IL CAPODANNO ORTODOSSO
IL CAPODANNO ORTODOSSO NEI DIVERSI PAESI
/ IN RUSSIA
/ IN SERBIA
/ IN MACEDONIA
/ IN ITALIA

IL CALENDARIO GIULIANO

Il calendario Giuliano ha origini molto antiche, visto che fu introdotto da Giulio Cesare nel 46 a.C. ed è stato utilizzato in tutto il mondo per oltre sedici secoli fino al 1582, quando in alcuni paesi è stato sostituito dal calendario gregoriano.
Per quale motivo il calendario è stato sostituito? Perché il calendario Giuliano, nel corso del tempo, aveva accumulato una discrepanza tra le date del calendario e l’ora dell’equinozio di primavera nell’emisfero Nord. Papa Gregorio, per eliminare questa discrepanza, ha quindi decretato che il 4 ottobre 1582 sarebbe stato seguito dal 15 ottobre 1582.
Da questo momento in poi, e non senza problemi, la maggioranza dei paesi al mondo ha adottato il calendario gregoriano.

DOVE VIENE CELEBRATO?

Il capodanno ortodosso viene festeggiato in tutti quei paesi dove la religione ortodossa viene praticata dalla maggioranza della popolazione o nei quali la comunità ortodossa è particolarmente numerosa: in ogni caso le comunità ortodosse in tutti i paesi del mondo, per quanto piccole, colgono comunque l’occasione per festeggiare insieme e ritrovarsi.
L’area dell’Europa dell’Est è quella dove il capodanno ortodosso viene principalmente festeggiato, in particolare in Russia, Serbia, Macedonia, Ucraina, Georgia e Gerusalemme pur con qualche differenziazione nelle tradizioni a seconda dei diversi paesi.

COME VIENE FESTEGGIATO IL CAPODANNO ORTODOSSO

Di consuetudine il capodanno ortodosso viene festeggiato in modo più tranquillo e tradizionale rispetto a quello che segue il calendario gregoriano.
I festeggiamenti solitamente partono con un cenone in famiglia seguito, intorno alla mezzanotte, dalla partecipazione ad una piccola cerimonia nella chiesa o nel tempio: la cerimonia si conclude poi con i rintocchi della campana, che rappresentano un segno di buon auspicio per un anno felice e positivo. A volte il festeggiamento è seguito anche da balli popolari. In generale, come da tradizione, è considerata un’occasione riflessiva, per ripercorrere quello che è successo nell’anno precedente e fare buoni propositi e prendere decisioni per il nuovo anno.

IL CAPODANNO ORTODOSSO NEI DIVERSI PAESI

Come anticipato sopra, il capodanno ortodosso viene festeggiato in vari paesi, tutti con delle tradizioni leggermente differenti.

IL CAPODANNO ORTODOSSO IN RUSSIA

Il capodanno ortodosso (Vecchio Anno Nuovo – Stary Novy God) in Russia è, per molti versi, una celebrazione tradizionale e nostalgica piuttosto che ufficialmente riconosciuta, non essendo neanche festività nazionale: ci si ritrova a cena in famiglia, per mangiare, cantare e bere in compagnia. In ogni caso, da recenti sondaggi, è risultato che più della metà della popolazione continua comunque a festeggiare questa ricorrenza, segno che la tradizione, seppure non più ufficiale, continua a ad essere molto sentita.

In Russia, infatti, dal 1918 è stato ufficialmente adottato il calendario gregoriano: la notte di capodanno cade quindi tra il 31 dicembre e l’1 gennaio, tanto che l’1 gennaio è anche festa nazionale. In questa occasione, le celebrazioni sono più grandi e rumorose, con feste e fuochi d’artificio. La tradizione prevede anche che lo scambio dei regali non avvenga a Natale (come detto sopra, il 7 gennaio) ma bensì a capodanno: la tradizione vuole che sia Ded Moroz o “Nonno Gelo”, accompagnato dalla nipote a distribuire i regali di natale con la sua slitta trainata da tre renne.

Come dicevamo, però. rimane in parallelo comunque intatta la tradizione di festeggiare abitualmente in famiglia la sera del 13 gennaio, con una cena spesso abbastanza elaborata che deve prevedere almeno dodici portate, una per ogni mese dell’anno: vengono anche preparati degli speciali ravioli e, in alcuni, vengono inseriti oggetti (come bottoni o monete) che porteranno fortuna a chi li troverà.

IL CAPODANNO ORTODOSSO IN SERBIA

Il capodanno ortodosso in Serbia viene comunemente denominato come “Capodanno Serbo” e spesso prevede dei veri e proprio festeggiamenti in grande stile, con concerti nelle piazze principali delle città (il più famoso è ovviamente quella che viene organizzato davanti alla piazza del parlamento di Belgrado) e fuochi artificiali e serate speciali in varie discoteche e ristoranti del paese. A differenza che in Russia, in Serbia il 14 gennaio è festa nazionale, a dimostrazione di quanto questa ricorrenza sia molto importante. Se siete interessati a trascorrere il capodanno ortodosso a Belgrado qui trovate maggiori informazioni a riguardo.

IL CAPODANNO ORTODOSSO IN MACEDONIA

Le celebrazioni del capodanno ortodosso o “Vecchio capodanno” in Macedonia riescono a mantenere molti rituali tradizionali. Per esempio, nella tradizionale cena che viene organizzata in famiglia, viene di solito preparata la pita fatta in casa e, nell’impasto, viene inserita una moneta: chi troverà la moneta, avrà un anno fortunato. Oltre alla dimensione privata e familiare, il capodanno ortodosso viene festeggiato in Macedonia anche nelle varie comunità: vengono infatti organizzati nelle varie città, villaggi e quartieri dei falò, attorno ai quali le persone si ritrovano a bere, mangiare, cantare, ballare e festeggiare.

CAPODANNO ORTODOSSO IN ITALIA

Il capodanno ortodosso in Italia, come sappiamo, non è particolarmente sentito a livello nazionale ma viene ovviamente festeggiato all’interno delle varie comunità e famiglie. Se si vuole festeggiare in grande, anche per il 2019 vi segnaliamo alcuni eventi che si svolgeranno a Milano, Bologna e Iglesias.

MILANO “The Russian Old New Year 2019

A Milano il tradizionale appuntamento del “The Russian Old New Year 2019” si terrà in un Hotel di lusso (ovviamente il 13 gennaio a partire dalle 19.30): in programma una cena di gala, vari spettacoli, ospiti prestigiosi e intrattenimento, fino al brindisi finale allo scoccare della mezzanotte con Garbo Orchestra seguito dal dj set. Per maggiori informazioni, consultate il sito web dedicato all’evento qui.

BOLOGNA – “Dalla Russia con Amore” – Concerto di Capodanno

A Bologna il giorno 11 gennaio 2019 alle ore 21.00 si potrà assistere ad un concerto gratuito presso la Parrocchia di San Paolo di Ravone, via Andrea Costa 89.  Il Corpo Bandistico G. Puccini diretto dal Maestro Marco Benatti, eseguirà un repertorio ricco di brani di musica sacra e classica, patriottica e popolare, marce militari e canti natalizi dei compositori russi più famosi: Čajkovskij, Musorgskij, Šostakovič, Rimskij Korsakov e Borodin. Il il basso Yuri Guerra eseguirà “ Ey, ukhnyem!”, il canto dei battellieri del Volga. Per maggiori info cliccate qui

IGLESIAS – “Gran Concerto per il Natale e Capodanno Ortodosso e di Rito Orientale”

Il giorno 10 gennaio 2019 alle ore 19.00 al Teatro Electra, a piazza Pichi, si potrà assistere ad un concerto gratuito presso dove si esibirà il quintetto bielorusso “Music Kvatro”. Maggiori info qui

 



Capodanno a Belgrado alla scoperta dei Balcani

BELGRADO, UNA CITTA’ RICCA DI STORIA

Se quest’anno avete voglia di fare un’esperienza diversa iniziando il Nuovo Anno all’estero ma senza andare troppo lontano e senza spendere troppo, perché non programmare un Capodanno a Belgrado?

Vecchia capitale della Iugoslavia, crocevia di civiltà e imperi come quello Ottomano e Austro-Ungarico, dopo essere stata pesantemente segnata dai conflitti degli anni 90 e dal tragico bombardamento NATO, Belgrado ha saputo reagire con orgoglio e determinazione e oggi può essere considerata uno dei centri più vivaci dell’Europa sud-orientale, tanto da meritarsi l’appellativo di “Berlino del XXI secolo”.

In questa città che può essere considerata la culla della civiltà balcanica convivono il vecchio ed il nuovo: le osterie dal fascino rétro dove è possibile sorseggiare un buon bicchiere di acquavite si alternano ai piccoli locali nascosti nei cortili degli edifici del centro o adagiati sulle rive del fiume Sava, dove risuonano ritmi jazz e moderne sonorità elettroniche.

Dunque se cercate una città’ ricca di storia e buon cibo, economica e dalla vibrante vita notturna, dove trascorrere un capodanno memorabile Belgrado è il vostro sogno divenuto realtà!

IL CAPODANNO A BELGRADO SI FESTEGGIA DUE VOLTE

Sappiate che Belgrado vi offre una chance in più rispetto ad altre capitali europee! Infatti in Serbia le celebrazioni per il Capodanno si svolgono sia, come da tradizione, il 31 dicembre, sia la notte tra il 13 ed il 14 gennaio che corrisponde alla fine dell’anno secondo il calendario ortodosso. Inoltre tra queste due date, il 7 gennaio, si celebra il Natale ortodosso, il che offre a chi visita la città in questo periodo una variegata scelta di festività a cui prendere parte.

Per festeggiare il Capodanno a Belgrado potrete scegliere se unirvi alle migliaia di persone che saluteranno il Nuovo Anno per le strade della capitale dandosi appuntamento, come è tradizione, davanti al Parlamento Nazionale di Serbia, nel tratto di Bulevar Kralja Alexandra ,oppure scatenarvi in uno dei tanti locali sulle rive dei fiumi Sava e Danubio che organizzano serate a tema, come quelli dei quartieri di Dorcol e Stari Grad  (per info sui locali di Belgrado visitate questa pagina); in quest’ultimo caso ricordatevi di prenotare con largo anticipo perché queste serate, anche se abbastanza costose in rapporto al reddito medio della popolazione, sono richiestissime e frequentatissime dai Serbi.

Infine, per gli amanti del balloTango Natural propone una originale maratona aspettando il nuovo anno! Non esitate, quindi, a mettere in valigia, oltre ai caldi e confortevoli indumenti adatti ad un inverno continentale, le vostre migliori scarpe da ballo. Lanciatevi, allo scoccare della mezzanotte, in un memorabile tango!

COSA VISITARE A BELGRADO

Se dopo il Capodanno a Belgrado avete poi programmato di fermarvi qualche giorno in più in città di sicuro non ve ne pentirete.

Belgrado offre ai turisti una miriade di attrazioni e attività. E’ in grado di accontentare sia gli amanti della storia sia chi preferisce una vacanza all’insegna del buon cibo e del relax.

Questa incredibile città situata nel cuore del paese, che porta i segni di un passato ancora recente, vi farà’ innamorare. Non solo con i suoi musei e con la sua Street art, ma anche con i suoi sapori e odori che mescolano oriente ed occidente.

Da non perdere il quartiere bohémien Skadarlija. Con i suoi ottimi ristoranti, è il rifugio prediletto di artisti e degli amanti della musica dal vivo. Le sue stradine acciottolate portano memorie degli anni d’oro del primo Novecento. Impossibile non lasciarsi coinvolgere, ordinando un piatto di Cevapi mentre si ascolta musica balcanica!

Incantevole è anche il lungo fiume. Vi ammalierà con i suoi locali alternativi ed i suoi muri, trasformati da Street artists in vere e proprie originali tele. Il posto perfetto per assaporare una delle tante, ottime birre, capaci di mandare in estasi anche il più esigente degli intenditori.

 

15167670_10154209368363869_2972474223222666212_o

Imperdibile Kuća Cveća (Casa dei fiori) dove, oltre alla salma di Tito, potrete visitare il superbo museo ospitante le memorie del ‘900. Il tutto immerso in un giardino paradisiaco, traboccante di colori e profumi che vi lascerà senza fiato.



Capodanno a Berlino: Cosa aspettarsi dalla capitale più dinamica d’Europa

Se volete festeggiare la fine dell’anno in modo alternativo, trascorrere il Capodanno a Berlino è la scelta giusta per voi.

La capitale tedesca offre una molteplicità di eventi, fra cui la famosa celebrazione davanti alla porta di Brandeburgo e tante altre feste in diversi club della città.

Di seguito trovate un vademecum per poter organizzare al meglio la vostra vacanza:

LA NOTTE DI SAN SILVESTRO ALLA PORTA DI BRANDEBURGO

La celebrazione più famosa della città si tiene davanti al simbolo di Berlino, la porta di Brandeburgo. Si tratta di uno dei più grandi spettacoli pirotecnici d’Europa, accompagnati da alcune Band e Dj, che suoneranno live a partire dalle 19 fino alle 3 di notte. Una festa imperdibile che comprenderà 2 km di raggio, dalla porta di Brandeburgo fino alla famosa colonna della vittoria (Siegessäule). Ogni anno l’evento ospita volti noti della scena musicale tedesca ma non solo. L’evento è completamente gratuito.

capodanno-alla-porta-di-brandeburgo

I MIGLIORI EVENTI DI MUSICA ELETTRONICA

Berlino è la capitale per eccellenza della musica elettronica. Ogni anno migliaia di turisti vengono a Berlino con il desiderio di visitare i più famosi “templi” di questo genere musicale, come ad esempio il Berghain o il Kitkat.

Per la notte di San Silvestro l’offerta ovviamente non manca. Di seguito troverete una lista delle feste organizzate dai locali più conosciuti della città:

Un motivo in più per passare il Capodanno a Berlino è che la magia del Natale nella capitale tedesca non finisce il 26 dicembre, bensì va avanti fino al 6 di gennaio. Avrete quindi in quei giorni la possibilità di provare il famoso Glühwein, ovvero una sorta di Vin Brulè alla tedesca, oppure acquistare prodotti tipici. I mercatini di natale più famosi nella città sono:

  • Il mercatino di Natale davanti alla Gedächtniskirche a Zoologischer Garten
  • Il mercatino di Natale ad Alexander Platz
  • Il mercatino di Natale davanti al castello di Charlottenburg (Schloss Charlottenburg)
  • Il mercatino di Natale al Gendarmenmarkt (Entrata: 1 EUR, i bambini sotto i 12 anni entrano gratis)

Ci sono naturalmente molte altre cose che potrete fare in quei giorni a Berlino, come ad esempio visitare il famoso mercatino delle pulci domenicale Mauer Park, pattinare su ghiaccio intorno alla famosa statua di Nettuno ad Alexander Platz oppure fare un giro turistico con il famoso Bus 100, su cui potrete salire con un normale biglietto della metropolitana, e in due ore e mezza vi condurrà tra i punti principali della città.

DOVE DORMIRE A BERLINO

Se volete dormire in una zona centrale e molto ben connessa vi consigliamo Hotel Berlin Mitte managed by Meliá (4 stelle), che per le notti dal 30 Dicembre al 2 Gennaio offre un camera doppia al costo di 479 Euro a persona (colazione non inclusa). Qui il link per prenotare.

Un altra ottima opzione, anche questa molto centrale, è Scandic Berlin Potsdamer Platz (4 stelle), che sempre per le stesse notti offre un prezzo di 429,60 Euro (colazione non inclusa) sempre per una camera doppia. Qui il link per prenotare.

Infine, se volete risparmiare un po` ma allo stesso tempo non volete rinunciare alla comodità di soggiornare vicino al centro, l’Hotel Jurine Berlin Mitte (3 stelle) offre un prezzo di 352 Euro (colazione non inclusa). Qui il link per prenotare.

POTREBBE ANCHE INTERESSARVI

Potrebbero anche interessarvi la nostra sezione dedicata al Capodanno in Europa o gli articoli sottostanti:

Le migliori 10 destinazioni per il Capodanno 2020

Capodanno e Praga: Crociera sul fiume, musica e tanto altro

ALTRE OFFERTE PER IL VOSTRO SOGGIORNO A BERLINO

Per altre offerte per il vostro soggiorno di Capodanno a Berlino dal 30 dicembre 2018 al 2 gennaio 2019 potete dare un’occhiata alla mappa con gli hotel della città qui sotto:

Booking.com

Tutte le feste e le tradizioni del Capodanno a Barcellona

Barcellona è tra le mete preferite dagli italiani a Capodanno, sia per l’aria di festa che si respira in tutta la città, sia per la possibilità di trovare voli low cost. Vediamo quali eventi vi attendono nella città catalana l’ultimo dell’anno!

PLAÇA D’ESPANYA

Questa zona è veramente spettacolare e a Capodanno diventa uno dei fulcri della movida spagnola. In Plaça d’Espanya si tiene a mezzanotte lo spettacolo pirotecnico grazie al quale potrete festeggiare l’arrivo del 2020 nel modo più tradizionale e vivace.

Insieme ai fuochi d’artificio, a rendere ancora più scenografica l’atmosfera della piazza è la Fontana Magica, chiamata così per il gioco di acqua, luci e colori che stupisce tutti i presenti ogni anno. Lo spettacolo è all’aria aperta e completamente gratuito!

CAMPANADAS E LAS DOCE UVA: LE TRADIZIONI DI FINE ANNO A BARCELLONA

Barcellona conserva alcune tradizioni tipiche della notte di Capodanno che sono molto care ai cittadini.

La tradizione più nota vuole che, per entrare nel nuovo anno e lasciare il vecchio, si mangino dodici chicchi d’uva a mezzanotte, al ritmo di dodici rintocchi di campana: da qui il nome campanadas. Una tradizione da rispettare degnamente in Plaça Espanya, dove vi consigliamo di arrivare almeno un’oretta prima dello spettacolo pirotecnico per occupare i posti migliori. Munitevi dunque di un bel grappolo di uva bianca prima di unirvi alla piazza!

IL POBLE ESPANYOL, LA FESTA PIÙ GRANDE DI CAPODANNO

Il Poble Espanyol è il museo a cielo aperto che si trova sul promontorio Montjuic, situato a sud di Barcellona e alto 173 metri. Qui, da 30 anni, prende vita la festa più grande di Barcellona con musica, brindisi, regali e tanta uva per tutti! La festa di Capodanno per salutare il 2018 partirà dalle 22:30 e continuerà fino alle 6 del mattino. Lo scorso anno erano circa 7000 persone a danzare a ritmo di brani anni ’70,’80 e ’90 e hit del momento!

Per partecipare al Poble Espanyol, potrete acquistare 4 tipologie di biglietti:

  1. BIGLIETTO NORMALE a 35€*

    Comprensivo di 4 consumazioni, uva e regali.
    Accesso alla Plaza Mayor e Gazebo.
    * I primi 500 biglietti. €40 fino al 26 dicembre e €45 dal 27 dicembre. €60 prezzo in botteghino

  1. BIGLIETTO VIP A 60€*

    Comprensivo di accesso alla festa senza code, 4 consumazioni, uva e regali.
    Acceso alla Plaza Mayor, Gazebo e Area VIP
    * I primi 200 biglietti. €70 dal 27 dicembre. 80 prezzo in botteghino

  1. TAVOLO VIP A 120€ (minimo 4 persone)

    Comprensivo di accesso alla festa senza code, 1 bottiglia a 4 persone*, 16 bevande, uva e regali.
    Accesso alla Plaza Mayor, Gazebo e Area VIP
    *Con il biglietto Tavolo Vip é possibile scegliere tra vodka, rum, whisky e gin.

  1. TAVOLO VIP PREMIUM A 150€ (minimo 4 persone)

    Comprensivo di accesso alla festa senza code, 1 bottiglia a 4 persone*, 16 bevande, uva e regali.
    Accesso alla Plaza Mayor, Gazebo e Area VIP
    *Con il biglietto Tavolo Vip é possibile scegliere tra vodka, rum, whisky e gin.

Potete comprare il vostro biglietto, direttamente da qui. Troverete tutto quello che desiderete per una festa memorabile e a pochi passi dalla Fontana Magica.

LO SPETTACOLO DELLA TORRE AGBAR

Torre Agbar di Barcellona illuminataIspirata alle forme di Gaudì, la Torre Agbar può sembrare di giorno un semplice grattacielo simile a un siluro, ma di notte diventa un’architettura suggestiva e affascinante.

La vista è consigliatissima la notte di Capodanno quando viene illuminata appositamente e vengono proiettate luci che creano giochi sorprendenti.

Nella zona nord-est di Barcellona, a Sant Martì, questo grattacielo progettato dall’architetto francese Jean Nouvel che si presenta come un geyser, si innalza nel cielo di Barcellona con i suoi 4500 pannelli di vetro che cambiano continuamente colore. Lo spettacolo è unico e rimarrete a bocca aperta davanti ai suoi 144 metri d’altezza colorati.

CAPODANNO NELLA PIÙ GRANDE DISCOTECA DI BARCELLONA

Dopo aver fatto due passi sulla Rambla, tutti in discoteca per ballare sulle note del nuovo anno!

Il Razzamatazz è la più grande discoteca di Barcellona. Al suo interno ha ben 5 sale che sono più che altro 5 diverse discoteche, ognuna con il proprio genere musicale. Il Razzmatazz è famoso a livello internazionale e ospita tanti turisti tutto l’anno, Capodanno compreso.

Il bello di questo locale è che potrete girare tra le sue 5 sale in cerca del genere musicale che amate di più: accontenta proprio tutti! L’ideale se volete trascorrere il Capodanno con gli amici e avete gusti diversi.

La notte di San Silvestro 2020, le sale saranno dedicate a questi temi:

  • Amable & Legoteque
  • Baldo (all night long)
  • La Rara House Classics: Chicletol + TVMNSTR + Lovers
  • Mini Dirty: Perotutehasvisto & Siria + Dancers
  • Will Blake & Santruja

L’ingresso dopo la mezzanotte costa 40€ e include 2 drink! Per tutte le informazioni e per acquistare i biglietti in prevendita (vanno a ruba!) scrivete a infovip@salarazzmatazz.com

CAPODANNO ALL’HARD ROCK CAFE DI BARCELLONA

E per chi vuole salutare il vecchio anno e dare il benvenuto al 2020, l’Hard Rock Cafe rappresenta un paradiso di musica, food ed esperienze da vivere. La location catalana propone un party con menù gourmet per festeggiare con stile.

Ecco il menù della serata, adatto anche a vegetariani ed intolleranti al glutine:

MENU CAPODANNO 2020

Spuntino

Antipasti messicani con hummus di barbabietola

Antipasto a scelta tra:

Ravioli di granchio con crema di funghi e pesto
Pane piatto con ratatouille e gamberi all’aglio
Ratatouille Flatbread
Tartare di salmone norvegese con guacamole, quinoa e wasabi mayo

Piatto principale a scelta tra:

Controfiletto di manzo alla griglia con purè di patate al tartufo E riduzione di vino rosso
Tacos al tonno con verdure invernali in salamoia
Hamburger di manzo ecologico Black Angus con filetto di foie, chutney di mango e rucola, servito con una selezione di patatine fritte saltate
Risotto agli asparagi vegetariani

Dessert a scelta tra:

Macedonia di frutta fresca con sorbetto di limone verde e zenzero
Cheesecake con bacche rosse
Marquise di cioccolato e arancia

Sono inclusi:

Uva fortunata
Assortimento di dolci natalizi

Servizio bevande:

Bicchiere di benvenuto di cava
1 bottiglia di vino per 2 persone o 2 birre a persona
Bicchiere di spumante per il brindisi a mezzanotte

Selezione di vini:

Cava Perelada Rosé (bevanda di benvenuto)
Vino bianco Les Troies (DO Montsant)
Vino rosso Ramon Bilbao (DOC Rioja)
Cava Perelada brut

PREZZI

Biglietto principale: 135 € a persona
The Platinum Room: 120 € a persona
50 € per bambini fino a 10 anni

Il prezzo è comprensivo di: Party Pack • Uva • Dolci stagionali • Musica dal vivo fino alle 23:45 h • DJ Music • Guardaroba

Se volete entrate dopo le 24 per continuare a festeggiare, il biglietto del bar è di € 30 a persona comprensivo di due bevande (birra, acqua, bibita, vino, bevanda mista). I biglietti BAR danno accesso all’area bar del ristorante, ma non garantiscono un posto.

Una volta acquistati i biglietti a questo indirizzo, contattate via mail l’indirizzo barcelona.events@hardrock.com per la gestione della prenotazione del vostro tavolo.

OFFERTE PER IL VOSTRO SOGGIORNO A BARCELLONA

Avete deciso che Barcellona è il luogo ideale dove trascorrere il Capodanno e cercate una comoda sistemazione ad un prezzo ragionevole? I prezzi per una camera matrimoniale in città dal 29 dicembre al 2 gennaio – per 4 notti per 2 persone – partono da 130 euro! Tutte le offerte per il periodo di Capodanno a Barcellona le trovate su questa pagina di Booking.com. Il nostro consiglio?Una volta sul sito, per filtrare i risultati in base al prezzo cliccate “prezzo più basso”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARVI

Barcellona a Capodanno si trasforma in una grande festa con musica, colori e tanti spettacoli. Avete già scelto dove trascorrere la notte di San Silvestro? Ecco le altre mete che potrebbero interessarvi e dove poter vivere grandi emozioni, in Europa e nel mondo!


Booking.com

Capodanno a Parigi: Un viaggio tra arte e spettacolo

Capodanno a Parigi? Perché no! Del resto Parigi è la capitale dell’amore, dei musei, dei profumi, del vino e della baguette…ma non solo: Parigi offre con la sua varietà di locali e con la sua anima multiculturale, un Capodanno adatto a tutti.

La capitale francese, città delle mille sfaccettature, non smette mai di ammaliare viaggiatori provenienti dai quattro angoli del globo. Rifugio di artisti, musicisti e ballerini di fama mondiale, Parigi sa certamente come sorprenderti con perle che mai ti aspetteresti all’ombra della Tour Eiffel.

COSA FARE A PARIGI LA NOTTE DI SAN SILVESTRO

FESTEGGIAMENTI SUGLI CHAMPS ELYSÈES

Il principale appuntamento per festeggiare il Capodanno a Parigi è quello sugli Champs Elysèes, che si trasformano in un immenso spazio a cielo aperto dove brindare e da cui osservare lo spettacolo di luci della Tour Eiffel. La festa è davvero caratteristica ed è meglio raggiungere gli Champs Elyseès già nel tardo pomeriggio, prima che si formi la ressa. Inoltre, dalle 23:00 all’1:00 da non perdere è lo spettacolo intorno allo storico e immenso Arco di Trionfo, nella celebre piazza Charles De Gaulles.

CAPODANNO ROMANTICO A MONTMARTRE

In alternativa è sicuramente una zona magica e spettacolare quella di Montmartre. Dalla Basilica del Sacré-Coeur, dove si riuniscono artisti di strada che suonano e cantano, potrete ammirare il panorama unico di una Parigi illuminata e in festa.

Questa zona, con la famosa scalinata e vie caratteristiche dove poter acquistare tanti souvenir, è piuttosto affollata tutto l’anno e la notte di Capodanno attrae molti visitatori e innamorati che si dichiarano il loro amore. Proprio di fronte alla Basilica del Sacrè-Coeur, infatti, sta diventando una tradizione la moda di lasciare il lucchetto con scritti i propri nomi. Questo posto è consigliatissimo per i romantici di Capodanno.

Se vi fermate a Parigi qualche giorno, tra i numerosi locali del centro di Montmartre, vi consigliamo di fare un passaggio a Grenouille Paris, un piccolo locale nel cuore del quartiere, dove uno staff giovane e cordiale potrà servirvi prodotti artigianali tipici francesi: potrete gustare crèpes e baguette eccezionali.

CAPODANNO A DISNEYLAND PARIS

Non dovrete per forza avere bambini al seguito per partecipare alla spettacolare festa di Capodanno di Disneyland Paris. Sarà un evento al quale qualsiasi persona di qualsiasi età vorrebbe partecipare. Durante la festa assisterete ad una sfilata di personaggi della Disney vestiti con i costumi più appariscenti, un vero tripudio di colori in piena sintonia con l’atmosfera natalizia. Dopo la sfilata, i fuochi d’artificio illumineranno i vostri momenti di magia con gli amici, i familiari o con la dolce metà. Per chiudere in bellezza vi sarà un party con DJ fino alle prime luci del mattino. Tutte le attrazioni del parco saranno inoltre visitabili fin dopo la mezzanotte. Trattandosi di un evento molto popolare, i biglietti vanno a ruba. Comprate il vostro biglietto online sul sito ufficiale di Disneyland Paris.

CROCIERA SUL “VIALE” PIÙ BELLO DI PARIGI: LA SENNA

La Senna viene considerata il “viale” più bello di Parigi. Quale maniera migliore per vedere la città, dunque, se non a bordo di un battello? La Compagnia des Bateaux Mouches, una delle maggiori compagnie di navigazione della città, organizza per il Capodanno 2019 un evento speciale. Si tratta di un cenone con serata danzate a seguire, adatta sia a coppie che a famiglie. A Parigi i ristoranti di classe non mancano di certo, ma nessuno sarà mai in grado di offrirvi una vista paragonabile a quella di cui godrete dal battello. Nemmeno il ristorante della Tour Eiffel: da lì la torre non la vedrete nemmeno. La crociera di Capodanno sulla Senna, prenotabile sul sito ufficiale della Compagnia des Bateaux Mouches, ha un costo di 375€ a persona. Non sarà una serata economica, ma è anche vero che si vive una volta sola. Crepi l’avarizia!

ponte sulla senna al tramonto

COSA VISITARE A PARIGI

Parigi è una metropoli che ha tanto da offrire in termini di arte e fascino. Se avete intenzione di trascorrere qualche giorno in città in occasione del Capodanno, ecco cosa non dovete assolutamente perdervi:

  • la visita alla Tour Eiffel, dalla quale potrete ammirare tutta la città ed i caratteristici ponti di Parigi che attraversano la Senna. Se vi sentite in forma ed in vena di sfidare le rigide temperature invernali potrete salire sulla torre a piedi. Sarà una bella fatica, ma eviterete per lo meno l’affollamento che contraddistigue i vari ascensori. Un consiglio ancora migliore? Salite in ascensore e scendete a piedi.
  • il museo del Louvre, che rappresenta una tappa inevitabile per amanti dell’arte e per chi vuole ammirare opere dal valore inestimabile, come la Gioconda. Il museo del Louvre è aperto tutti i giorni, tranne il martedì, l’1 gennaio e il 25 dicembre, dalle 9.00 alle 18.00. Il mercoledì e il venerdì è aperto fino alle 21.45. Il biglietto costa 17.00 €. Puoi però acquistare il biglietto online e saltare la fila.
  • l’Arco di Trionfo, storico monumento dal quale si diramano gli Champs Elyseès
  • la Basilica del Sacrè-Coeur, tra i luoghi più alti della città, nonché simbolo di Montmartre, è visitabile gratuitamente.
  • Notre Dame, la cattedrale gotica più famosa al mondo, nota anche per i caratteristici gargoyle.

Per scoprire ciò che di meglio la città ha da offrire vi consigliamo di consultare la guida turistica di Parigi di Viaggi-brevi.com. Qui, oltre ad informazioni dettagliate sulle attrazioni turistiche della città, troverete anche utili consigli per il vostro soggiorno: dagli itinerari a piedi ai migliori alberghi dove soggiornare, dalle prelibatezze parigine da non perdere a come muoversi in città. La guida è gratuita e consultabile interamente online. Buona lettura!

gargoyle di notre dame parigi

LOCALI, RISTORANTI E COLAZIONE A PARIGI

Dalla colazione alla sera, i locali a Parigi dove mangiare prodotti francesi di certo non mancano.

In ogni angolo della città potrete trovare le tipiche boulangerie: ve ne accorgerete perchè il loro profumo richiamerà il vostro olfatto e vi inviterà ad entrare per gustare qualche tipicità locale.

Per colazione non potete non assaggiare i dolcissimi pain au chocolat, simili ai nostri saccottini al cioccolato e, ovviamente, i macarons dai mille gusti. Se siete amanti dei dolci, la capitale francese non vi deluderà!

Per pranzo e cena vi consigliamo di assaggiare le tipiche crèpes salate e le omelettes. I più audaci dovrebbero inoltre provare le escargots, piatto tipico della cucina francese a base di chiocciole, ed il foie gras.

Ecco alcuni locali dove andare a mangiare a Parigi:

  • DERRIERE: è uno dei ristoranti di tendenza del momento, un luogo da curiosare e dove potrete incontrare persone interessanti. La sua particolarità è che… c’è sempre qualcosa dietro, quindi andate a scoprirlo!
  • LE LOIR DANS LA TEHIERE: è un posticino carino e particolare dove potrete gustare dolci fatti in casa, l’ideale per una gustosa merenda nei pomeriggi invernali. Ricordate di prenotare prima il tavolo: questo locale non è molto grande e viene letteralmente preso d’assalto sia da parigini che da turisti.
  • LE PAIN QUOTIDIEN: il loro menù colorato celebra la semplicità e i prodotti di stagione. I ristoranti di questa catena si possono trovare in numerosi quartieri di Parigi e sono l’ideale per chi cerca qualcosa di salutare e bevande a base di frutta e verdura.
  • FROG REVOLUTION: vi consigliamo questo locale vicinissimo a Place de la Bastille per bere qualcosa in un locale con dettagli da fotografare e mangiare hamburger di qualità. Mi raccomando, assaggiate i cocktail, buoni, scenici e a buon prezzo!
  • GRAND CAFÉ FAUCHON PARIS: se cercate una location davvero chic, vi indichiamo la terrazza dell’Hotel Fauchon, dove potrete gustare piatti gourmet e vivere un’experience di gusto in un locale davvero affascinante.

DOVE DORMIRE A PARIGI

A Parigi troverete una grande varietà di hotel dove poter soggiornare e ce ne sono davvero per tutti i gusti!

Dall’hotel sulla Senna ai boutique hotel davvero caratteristici che rendono il soggiorno nella capitale francese davvero particolare. Ecco quali vi consigliamo per trascorrere un capodanno originale e unico:

  • OFF PARIS SEINE: di lusso e design, è il primo hotel, bar e ristorante galleggiante a Parigi. Dalle camere concepite con uno stile unico, potrete godere di una romantica vista sulla Senna. La sera vi consigliamo di vivere l’esperienza di uno dei party con dj organizzati all’interno. Attenzione però: potreste accorgervi di una leggera oscillazione e se soffrite di mal di mare, non è proprio il massimo!
  • HOTEL FAUCHON: tutto nuovo e tutto da scoprire, il 5 stelle che nasce in Place de la Madeleine, porta i suoi ospiti ad addentrarsi e vivere un’esperienza a 360 gradi. Con enfasi su lusso e comfort, è l’hotel ideale per chi ama i raffinati arredi tailor-made e l’atmosfera eclettica e vivace.
  • BEST WESTERN PLUS HOTEL LITTERAIRE MARCEL AYMÉ: è l’hotel letterario nel cuore di Montmartre, l’ideale per chi vuole soggiornare in questo quartiere romantico e vivere un’esperienza unica letteraria in spazi dedicati alla lettura, alla cultura e alla poesia.
  • CITIZENM PARIS GARE DE LYON: soggiornare in questo tipo di hotel è un’esperienza totalmente nuova. Con camere con vista sulla Tour Eiffel, l’hotel è indicato per chi ama vivere soprattutto gli spazi comuni dell’hotel, caratterizzati da elementi d’arredo colorati, da uno stile giovanile e originale. Le camere offrono un’esperienza automatizzata di luci e suoni!

TORRE EIFFEL

POTREBBE ANCHE INTERESSARVI

Parigi è una città tutta da vivere e dove potrete perdervi tra locali e feste davvero cool nel periodo di Capodanno. In alternativa a Parigi, date un’occhiata alla nostra sezione dedicata al Capodanno in Europa o all’articolo dedicato al Capodanno romantico:

10 Idee per un Capodanno romantico



Booking.com

Capodanno e Praga: Crociera sul fiume, musica e tanto altro

Festeggiare il Capodanno a Praga significa partecipare ad una festa, quella della notte di San Silvestro, davvero indimenticabile.

Una città dal glorioso passato che vede, nell’ultimo giorno dell’anno, un appuntamento popolare sia per praghesi che per turisti. Una festa che dalla Città Vecchia si dirama per vie e locali notturni, per arrivare fino alle romantiche crociere sulla Moldava.

Riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, il centro di Praga si addobba di un fascino particolare durante le feste, quando si svuota di studenti e si riempie di turisti!

COSA VEDERE A PRAGA

Tra le attrazioni turistiche di Praga, impossibile non fermarsi al Castello nel quartiere di Mala Strana, il più caratteristico della città. Il Castello domina dall’alto il fiume della Repubblica Ceca, la Moldava, e al suo interno si trova il palazzo del Presidente della Repubblica. È considerato uno dei castelli più grandi del mondo: è una tappa imperdibile per chi ama l’architettura, che può fare tappa anche alla vicinissima Cattedrale gotica di San Vito.

Sempre con gli occhi puntati verso i meravigliosi monumenti che spettacolarizzano la città, si possono inoltre visitare l’importante Palazzo Wallenstein con i suoi magnifici giardini, il Palazzo Liechtenstein e l’ex municipio di Praga. Impossibile non includere nel tour La Chiesa di San Nicola, che ospita l’organo a canne suonato dal celebre Mozart, e la Chiesa di origine gotica di San Tommaso.

Tappa impossibile da dimenticare a Praga è il Museo Franz Kafka.

Infine, ma non meno importante e che rappresenta lo scorcio forse più fotografico della città, vi è il Ponte Carlo, che collega il quartiere di Mala Strana alla Città Vecchia: è probabilmente il monumento più importante della città, lungo 515 metri, edificato tra il 1357 e il 1402.

Praga - Ponte Carlo

IL CUORE DEI FESTEGGIAMENTI DI CAPODANNO A PRAGA

I festeggiamenti di Capodanno a Praga si svolgono principalmente nelle due piazze centrali: Piazza della Città Vecchia e Piazza Venceslao, luoghi d’incontro unici dove trascorrere l’ultima notte dell’anno.

La maggior parte dei locali e i principali ristoranti esauriscono le prenotazioni per la notte di Capodanno anche molti giorni prima: è consigliabile quindi prenotare in tempo per essere certi di gustare il Cenone a Praga con i piatti tipici della tradizione!

Non rimaniate delusi se allo scoccare della mezzanotte non assisterete ad alcuno spettacolo pirotecnico: Fino all’anno scorso, a differenza di molte altre capitali europee, gli spettacolari fuochi d’artificio si sono svolti nel tardo pomeriggio del 1 gennaio (non del 31 dicembre),  a partire dalle 18:00 circa.

E chi visita Praga durante le festività natalizie, potrà godere dell’atmosfera unica dei mercatini di Natale, che vengono inaugurati il primo sabato dell’Avvento tra luci e sapori locali.

CROCIERE SULLA MOLDAVA

Tra le esperienze migliori che, chi trascorre il 31 dicembre a Praga, dovrebbe vivere, c’è sicuramente la crociera sulla Moldava: un’escursione sul battello e dal quale ammirare i principali monumenti della città.

Un’escursione in barca per la città storica non è solo educativa, ma anche divertente: così i bambini non si annoiano, e Praga diventa la migliore località per trascorrere il Capodanno in famiglia! Soprattutto visto che a Praga i bambini fino ai 6 anni non pagano gli ingressi e che i ragazzi fino ai 12 anni hanno sconti speciali!

Un percorso affascinante che passa sotto i più importanti ponti e durante il quale l’effetto della luce che illumina Praga e che riflette i monumenti e le chiese della città sul fiume, rende spettacolare la visita alla città.

Un’esperienza davvero speciale, se si considera che è possibile arricchirla con pranzi o cene sull’acqua.

Vi sono due tipologie di crociere di Capodanno sulla Moldava: una della durata di 5 ore e l’altra della durata di 3. La crociera di 5 ore costa 4.000 corone ceche (che equivalgono a poco più di 150€) mentre quella da 3 ore costa 2.500 corone (circa 95€). Entrambe le crociere prevedono la navigazione attraverso il centro della città, drink di benvenuto, cena a buffet e spumante per il brindisi di mezzanotte. Per saperne di saperne di più cliccate sui link sottostanti.

Crociera di Capodanno di 5 ore sulla Moldava (circa 150€)

Crociera di Capodanno di 3 ore sulla Moldava (circa 95€)

DOVE BERE QUALCOSA A PRAGA LA NOTTE DI CAPODANNO

Si sa, Praga è la patria della birra, ed essendo una città piena di giovani tutto l’anno, di certo non mancano le proposte di locali e pub dove passare una serata tipica praghese.

In questa moderna capitale, chiunque potrà trovare il posto adatto, in base ai propri gusti.

I cocktail bar di Praga sono locali moderni e cool, adatti a chi cerca una serata chic e trendy. Qui ci si potrà rifare gli occhi con affascinanti bariste e baristi che servono in questi locali di tendenza internazionale.

CENONE DI CAPODANNO ALL’HARD ROCK CAFÉ

Da non dimenticare la tappa all’Hard Rock Cafè di Praga, uno dei più noti nel mondo. L’Hard Rock Cafè si prepara a festeggiare il Capodanno 2020 in grande stile, con cenone, musica dal vivo e Dj set fino alle 4:00 del mattino. Partecipare alla serata costa 3290 corone ceche, ossia circa 125€. Scoprite qui tutti i dettagli dell’evento all’HRC.

MUSICA, MUSICA E ANCORA MUSICA A PRAGA

Bisogna infine fare un riferimento alla musica che invade la città di Praga, specialmente nella notte di Capodanno. Oltre alla vasta scelta di discoteche del centro, che propongono musica per lo più commerciale e sono sempre piuttosto affollate, i locali notturni di Praga propongono musica di vario genere. Generalmente aprono alle  23 e rimangono aperti fino alle 4 del mattino. I generi musicali sono davvero vari e accontentano tutti i gusti, dal jazz alla musica classica.

La zona più cool e dove trovare tutti i migliori locali è quella di Zizkov. Ecco alcuni nomi dei migliori locali che puoi trovare a Praga:

  • Palac Akropolis: locale dalle atmosfere futuristiche che propone un ricco calendario di eventi in teatro, danza e discipline artistiche.
  • Karlovy Lázne: 5 piani di divertimento accanto al romantico Ponte San Carlo.
  • Cloud 9 Sky Bar & Lounge: lussuoso bar all’interno dell’Hilton Hotel e dal quale si può godere di una vista davvero spettacolare sulla città
  • Restaurant Duplex: location magnifica per pranzi e cene, la notte si trasforma in uno dei locali più esclusivi della città.

MERCATINI DI NATALE

Ma dicembre non è solo Capodanno. In questo mese la città si colora di luci e addobbi da favola. Gli amanti degli eventi natalizi potranno visitare a Praga alcuni dei meractini più caratteristici del nord Europa. Li troverete in vari luoghi della città, tra cui la Citta Vecchia e Piazza della Repubblica. Se non ve la sentite di organizzare un viaggio per conto vostro potete partecipare ad un viaggio organizzato della durata di 3 o 4 giorni, il cui obiettivo principale sarà appunto la visita dei mercatini. Il prezzo varia dai 219€ ai 249€ a persona, con partenze in pullman il 5 e il 6 dicembre dalle numerose località del nord e centro Italia.

VIAGGIO DI CAPODANNO 2020 A PRAGA

Il tour operator Club Magellano offre pacchetti per il Capodanno a Praga con viaggio in pullman con partenza dalle principali città del nord e centro Italia e con pernottamento in hotel a 3 stelle. Il pacchetto, dal costo di 309€, include:

  • viaggio a/r in pullman
  • 3 notti in hotel a 3 stelle con colazione
  • materiale informativo
  • accompagnatore
  • ingresso gratuito in SPA per 2 persone
  • visite guidate della città (facoltative)

Cliccate qui per maggiori informazioni sull’offerta.

Cliccate invece qui per visitare la nostra sezione dedicata al Capodanno in Europa.



Booking.com

Webtours e Superfast presentano la 17a edizione della Minicrociera di Capodanno ad Atene


Si parte dal porto di Ancona il 28/12/2017 e si rientra in Italia il 02/01/2018. Sono queste le date della minicrociera di Capodanno ad Atene organizzata da Webtours in collaborazione con la compagnia di navigazione Superfast.

Webtours propone un viaggio di 6 giorni e 5 notti con soggiorno ad Atene, che, grazie al suo clima mite, rappresenta il luogo ideale per trascorrere il Capodanno. Con i suoi siti storici famosi in tutto il mondo, i suoi musei, i ristoranti e le taverne tipiche, questa città è in grado di soddisfare i gusti di ogni tipo di visitatore, anche del più esigente.

Durante il soggiorno si avrà la possibilità di partecipare ad una ricca selezione di escursioni guidate alla scoperta di Atene, della sua Acropoli, del suggestivo promontorio di Capo Sounion, della regione dell’Argolide (Micene ed Epidauro) o del famosissimo sito archeologico di Delphi.

Vi sarà poi la possibilità di cenare in una tipica taverna greca e, per la notte del 31 dicembre, è previsto un raffinato cenone di Capodanno in una location esclusiva. E dopo cena? GRANDE FESTA con giochi musica e Dj set per accogliere il nuovo anno in maniera divertente. È prevista inoltre una ricca Tombolata per mantenere le tradizioni!

La vacanza ha inizio a bordo in compagnia dello staff di animazione per adulti e bambini con diverse attività e giochi a premi e un ricco apericena per conoscersi il giorno della partenza!

I prezzi della minicrociera di Capodanno ad Atene partono da soli 409€!  Per i bambini vi sono interessanti riduzioni.

minicrociera di capodanno in grecia

PROGRAMMA DELLA MINICROCIERA DI CAPODANNO AD ATENE

VENERDI 28/12/2018

Ore 11.30 Ritrovo dei partecipanti alla stazione Marittima ANCONA FERRIES TERMINAL Box Superfast – Sportello dedicato WEBTOURS
Ore 13.30 Partenza nave. Sistemazione nelle cabine riservate.
Ore 17.00 Welcome on board da parte dello staff di Webtours.
Ore 20.00 Cena a Buffet. Serata di musica e ballo con gli animatori.

SABATO 29/12/2018

Ore   9.30 Risveglio muscolare.
Ore 10.30 Animazione in area riservata al gruppo Webtours.
Ore 14.30 Arrivo previsto a Patrasso. Trasferimento con BUS Riservato ad Atene.
Sistemazione in Hotel **** serata libera.
Possibilità di Cena in tipica taverna Greca

DOMENICA 30/12/2018:

Prima colazione in hotel. Giornata e pasti liberi o possibilità di partecipare alle escursioni facoltative

LUNEDI 31/12/2018:

Prima colazione in hotel. Giornata e pranzo libero o possibilità di partecipare alle escursioni facoltative.
A seguire: CENONE DI CAPODANNO CON ANIMAZIONE E DJ SET

MARTEDI 01/01/2019

Prima Colazione in hotel. Mattinata libera.
Ore 12.00 Partenza per Patrasso con BUS GT. Sosta per il pranzo Corinto.
Ore 16.00 Arrivo al porto per il disbrigo delle formalità d’imbarco.
Ore 17.30 Partenza nave. Sistemazione nelle cabine riservate.
Ore 19.30 Ritrovo di tutti i partecipanti nell’ area disco.
Ore 20.00 Animazione.

MERCOLEDI 02/01/2019:

Ore 10.00 Risveglio muscolare.
Ore 11.00 Animazione.
Pranzo libero.
Ore 16.30 Arrivo previsto al porto di Ancona.

Trovate il dettaglio dei programmi e delle escursioni sul sito www.webtours.it  o contattando direttamente l’agenzia Webtours al numero 071/202033-34, via mail info@webtours.it o sulla pagina Facebook di Webtours.

Cliccate invece qui per esplorare la sezione dedicata alle crociere di Capodanno.

Amsterdam, una meta “sempreverde” per l’ultimo dell’anno

Amsterdam è da sempre considerata la città della libertà, per lo stile trasgressivo ed anticonformista con cui interpreta la vita, e meta ideale per trascorrere il Capodanno 2018 all’insegna del divertimento puro. La leggerezza e la spensieratezza degli abitanti di Amsterdam si possono quasi toccare con mano, passeggiando tra i romantici canali della città o nelle vie che si intersecano tra di loro brulicanti di persone, che sembrano sempre avere un’aria trasognata e divertita. L’ordine impera ad Amsterdam, dove si respira aria purissima dal momento che la maggior parte delle persone si sposta in bicicletta anche in inverno, e che molte auto e mezzi pubblici sono alimentati ad energia elettrica. A spasso per la città puoi tranquillamente incontrare cigni o altri volatili, che si mischiano senza problemi con gli abitanti di Amsterdam. Prima di vedere cosa offre la città per Capodanno, diamo un’occhiata alle principali attrazioni turistiche che potrai visitare durante il tuo soggiorno.

COSA VISITARE AD AMSTERDAM

Se sei un appassionato d’arte ti consiglio assolutamente una visita al Van Gogh Museum, che ospita i più importanti dipinti di questo controverso pittore, un’introspezione nella sua vita e nei suoi vari stati d’animo con i quali ha realizzato le sue opere d’arte. Il museo si trova a Museumsplein, la piazza dove sorgono altri importanti musei come il Rijksmuseum e lo Stedelijk Museum. Se invece ami i fiori non puoi assolutamente perderti il Bloemenmarkt, un fantastico mercato galleggiante di fiori inondato di colori e di profumi.

Ammirevole è il complesso di canali che caratterizza Amsterdam, non a caso definita la “Venezia del Nord”. Vengono organizzati dei tour in barca o in battello per visitare i vari quartieri della città, un’esperienza unica che ti rapirà lasciandoti un ricordo indelebile. Altro luogo simbolo di Amsterdam è la casa di Anna Frank, dove poter rivivere sulla propria pelle l’esperienza drammatica di questa ragazzina ebrea, simbolo della Shoah. Il cuore pulsante di Amsterdam è Piazza Dam, circondata dal Nationaal Monument (un obelisco innalzato per ricordare i caduti della Seconda guerra mondiale), dalla chiesa di Nieuwe Kerk e dal Palazzo Reale. Se desideri concederti un pausa “trasgressiva” puoi fermarti in uno dei tanti coffee shop dislocati nella città, autorizzati alla vendita di marijuana e di sostanze derivanti dalla cannabis. Altro “must” della città, vera e propria attrazione turistica, è il quartiere a luci rosse “De Wallen” dove avvenenti “signorine” con abiti succinti adescano i loro clienti.

 

CENONI DI CAPODANNO

Se preferisci startene al caldo di un locale chiuso allora puoi prenotare un cenone presso un ristorante o un albergo. Sono sicuramente più costosi, ma offrono anche cibo di maggiore qualità poiché l’Olanda non ha una grandissima tradizione culinaria, e scarseggia di locali con tipico cibo olandese. In tal caso ti suggerisco di prenotare con largo anticipo, poiché Amsterdam nel periodo natalizio è una città molto gettonata ed i posti per i cenoni di Capodanno vanno a ruba.

FESTEGGIAMENTI IN PIAZZA

Se invece vuoi gettarti nella mischia e lasciarti travolgere dall’aria festosa e trasgressiva della città, ti consiglio di recarti all’Oosterdock. Qui si svolgono i festeggiamenti ufficiali della città, con il magnifico sfondo della nave Amsterdam (un veliero del XVIII secolo della Compagnia Olandese delle Indie Orientali), del Nemo (il più grande centro scientifico dell’Olanda) e del Nederlands Scheepvaartmuseum (il più grande museo al mondo dedicato alla navigazione). Lungo le banchine dell’Oosterdock è possibile ammirare il bellissimo spettacolo pirotecnico, che illumina il cielo di Amsterdam con i suoi fuochi e le sue luci colorate. Altre feste da strada sono organizzate a Piazza Dam, dove si riuniscono artisti, dj set, musicisti e personaggi folkloristici che danno vita a concerti con musica dal vivo e spettacoli improvvisati. In alternativa puoi recarti presso altre piazze famose della città come Leidseplein, Rembrandtplein e Nieuwmarkt, dove non mancano feste e spettacoli. Per le vie di Amsterdam in questo periodo ci sono numerosi chioschetti e bancarelle che vendono le tipiche palline fritte, che secondo la tradizione olandese scacciano via gli spiriti maligni e sono di buon augurio per iniziare nel migliore dei modi il nuovo anno.

CAPODANNO IN DISCOTECA

Feste travolgenti e trasgressive vengono organizzate anche nei vari locali e discoteche per celebrare il Capodanno 2018 ad Amsterdam, con ogni genere di musica (dall’hip hop alla tecno, dall’house alla dance) da ballare fino alle prime luci dell’alba dopo il fatidico brindisi di mezzanotte. Tra le tantissime feste ce ne sono diverse anche a tema, dove bisogna presentarsi vestiti rigorosamente con un costume in onore dello spirito goliardico di Amsterdam, la città delle libertà dove tutto, o quasi, è possibile.

COME VESTIRSI A CAPODANNO AD AMSTERDAM

Nel periodo invernale che va da dicembre a gennaio il clima è piuttosto rigido, con qualche nevicata ed abbondanti precipitazioni. Il mare rende leggermente più miti le temperature, che oscillano tra gli zero ed i cinque gradi. In alcuni inverni però, a causa dei venti freddi provenienti dalla Russia, le temperature hanno toccato anche i -15 gradi con nevischio ed aria gelida. Ti suggerisco quindi di mettere in valigia magliette e calzamaglie termiche, in modo da poter indossare vestiti non eccessivamente pesanti per muoversi liberamente per la città.

Capodanno a Vienna: Dove andare e cosa vedere

Vienna, capitale dell’Austria, è considerata una delle città con la miglior qualità della vita in tutto il mondo. La città austriaca è caratterizzata dalla presenza di parchi, giardini e boschi dove i viennesi ed i turisti vengono a rilassarsi e a respirare aria pura. Anche da un punto di vista industriale la città è molto attiva, dal momento che ospita diversi centri tessili, elettronici, chimici, siderurgici, agroalimentari, meccanici, ecc. Vienna subì delle terribili devastazioni nel corso della Seconda Guerra Mondiale, ma riuscì a rinascere dalle sue ceneri ed oggi il centro storico della città è stato considerato patrimonio dell’Unesco.

Vienna si trova nel cuore dell’Europa, quindi ha un clima continentale mediamente mite. L’inverno è molto lungo e freddo, con abbondanti nevicate soprattutto nel periodo di dicembre e di gennaio, quando le temperature scendono drasticamente sotto lo zero. In media da queste parti a cavallo tra dicembre e gennaio le temperature si attestano sui -5 gradi, ma nei casi più estremi possono anche raggiungere i -15 quando arrivano i venti gelidi dalla Russia. Cosa vedere a Vienna? C’è l’imbarazzo della scelta, poiché la città offre tante attrazioni turistiche di interesse artistico, storico e culturale da visitare.

COSA VEDERE A VIENNA

Uno degli edifici più maestosi di Vienna è il Palazzo imperiale, oggi sede del Presidente federale austriaco, che si estende mastodontico su una superficie di 240.000 mq. Ogni anno circa 3 milioni di turisti visitano il Duomo di Santo Stefano, ed un motivo ci sarà! Questa struttura è infatti un capolavoro di architettura gotica, talmente grande e maestosa che devi alzare gli occhi al cielo per ammirarla in tutta la sua solennità ed imponenza. Ovviamente non può mancare un giro al Prater di Vienna, il famoso parco che sorge nel cuore della città con la sua famosa ruota panoramica, i suoi viali alberati, i suoi giardini, i suoi caffè ed i suoi ristoranti dove rilassarsi e godersi qualche ora in totale spensieratezza.

CAPODANNO 2020 A VIENNA

Stai pensando di passare il Capodanno a Vienna? Ottima scelta, la capitale austriaca in questo periodo è ammantata di un velo romantico ed imperiale imbiancato dalla fiabesca neve invernale.

Concerto di Capodanno alla Filarmonica

Uno degli eventi più importanti che si tiene in città è il Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna, che in realtà prevede tre appuntamenti organizzati nella sfarzosa sala dorata del Musikverein: il 30 dicembre, il 31 dicembre ed il primo gennaio. I biglietti però sono estremamente cari e non è così facile acquistarli, se quindi vuoi toglierti lo sfizio di partecipare al Concerto di Capodanno 2018 della Filarmonica di Vienna ti consiglio di iniziare a metterti in moto! Qui trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno sul concerto. Se cerchi il massimo del romanticismo ti suggerisco un bellissimo giro in battello, che la notte del 31 dicembre percorre il Danubio sulle note classiche della musica senza tempo di Strauss.

Festeggiamenti in piazza

Se hai dei gusti un po’ più rustici puoi trascorrere il Capodanno a Vienna tra le numerose piazze, allestite a festa per salutare la mezzanotte. Una di queste è la zona del Ring, dove vengono allestiti palchetti dove si vendono tipici prodotti austriaci e si balla la classica danza del posto, il walzer. Ogni palchetto però ha la sua particolarità ed il suo genere musicale, quindi puoi scegliere quello che preferisci per ballare sotto il cielo viennese tra spumante, sacher torte e punch. Allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre i viennesi si riuniscono a Rathaus, la piazza del Municipio, ed all’unisono come in una sorta di “flash mob” iniziano a danzare il walzer sulle note de “Sul Bel Danubio Blu” di Strauss.

capodanno al parco del prater di vienna

In alternativa puoi recarti alla ruota del Prater, che resta attiva tutta la notte, da dove ammirare lo spettacolo dei fuochi pirotecnici che illuminano il cielo viennese.

Festeggiare nelle Heuriger

Vienna però non è solo cultura e musica classica, in quanto offre ai turisti la possibilità di divertirsi in modo godereccio e libertino. Per esempio puoi passare il Capodanno 2020 viennese nelle cosiddette Heuriger, delle tipiche taverne che servono vino, birre austriache e prodotti del posto in un clima molto simpatico e divertente. Queste taverne organizzano delle serate speciali in vista del Capodanno, ma ovviamente aprono i battenti per tutto l’anno.

Capodanno in discoteca

Se ami ballare musica più contemporanea non preoccuparti, Vienna sa essere anche una città estremamente moderna. Tantissimi locali e discoteche organizzano feste speciali in occasione del Capodanno 2020 a Vienna. Se cerchi il top ti suggerisco di recarti al Praterdome, una fantastica discoteca a 4 piani considerata tra le più grandi di tutta Europa. In città ci sono anche discoteche per tutti i gusti musicali, dall’elettronica alla techno fino all’house per non scontentare nessuno. Infine se vuoi passare una serata tranquilla puoi scegliere tra le varie opzioni per il cenone di Capodanno 2018 a Vienna, organizzato da ristoranti, alberghi ed hotel della città.



Ultimo dell’anno a Vienna: Il concerto di Capodanno dei Wiener Philharmoniker

Il Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna è uno dei più importanti a livello internazionale, trasmesso in mondovisione in circa 90 paesi di tutto il mondo.

LA STORIA DEL CONCERTO DI CAPODANNO

Il primo concerto di Capodanno di Vienna risale al 1939, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale dopo l’annessione dell’Austria alla Germania. Nel 1940 fu impedito lo svolgimento del concerto, che però riprese nel 1941 basandosi esclusivamente sulle musiche dei componenti della famiglia Strauss.

La manifestazione nacque principalmente come propaganda nazista, ma nel corso degli anni si scrollò di dosso questa antipatica etichetta ed oggi è uno degli appuntamenti musicali più famosi ed apprezzati dagli appassionati. Nel giro di pochi anni il concerto, incentrato sulle musiche degli Strauss e sulle tipiche danze austriache (valzer e polka), aveva ormai una sua precisa programmazione diventando un’istituzione. Ai tempi della Guerra Fredda l’URSS proibì qualsiasi contatto tra i paesi della cosiddetta “cortina di ferro” ed il resto dell’Occidente. Tuttavia anche l’inflessibile “Grande Orso” sovietico chiuse un occhio per questo evento, permettendo la trasmissione televisiva del concerto.

Nel 1959 l’evento fu ripreso dalle telecamere austriache, e da allora iniziò ad avere un respiro internazionale. Willi Boskovsky, l’eccentrico e simpatico direttore a capo dell’Orchestra di Vienna dal 1955 al 1979, nel corso degli anni apportò piccole modifiche introducendo le musiche di altri compositori austriaci. Nel 1979 il concerto fu diretto da Lorin Maazel, la prima volta di un direttore d’orchestra non austriaco. A partire dal 1987 ogni anno si alternano i più famosi direttori d’orchestra di tutto il mondo, tradizione mantenuta ancora oggi.

DOVE E QUANDO HA LUOGO IL CONCERTO

Il Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna si svolge al Musikverein, che può essere considerato il cuore della musica classica di Vienna. La Grande Sala, chiamata anche la Sala d’oro, è costruita con sfarzo imperiale ed una bellezza accecante, seguendo determinati criteri per favorire un’ottima diffusione dell’audio. Il tempio della musica classica, impreziosito dalla presenza di cariatidi, statue, colonne e frontoni sui rilievi, viene allestito con i bellissimi fiori provenienti da Sanremo. In realtà si svolgono tre edizioni del Concerto della Filarmonica di Vienna con lo stesso programma. Il primo si svolge la mattina del 30 dicembre, ed è riservato alle forze armate austriache; il secondo, chiamato Silvesterkonzert (Concerto di San Silvestro), va in onda nel tardo pomeriggio del 31 dicembre; infine il terzo, coperto dalla diretta televisiva ed accompagnato dai balletti, si svolge la mattina del primo gennaio per salutare il nuovo anno che arriva.

COME ACQUISTARE I BIGLIETTI PER IL CONCERTO DI CAPODANNO 2020 DELLA FILARMONICA DI VIENNA?

Una vera e propria impresa. La domanda naturalmente è altissima, quindi una parte dei biglietti viene venduta direttamente alle persone che ne fanno richiesta, mentre altri biglietti vengono assegnati tramite sorteggio sul sito ufficiale Weiner Philharmoniker. Per prima cosa devi quindi registrarti sul sito ed inoltrare la richiesta, ed attendere le comunicazioni ufficiali sui sorteggi, che saranno effettuati e resi noti nel mese di marzo. In alternativa puoi provare ad acquistare i biglietti su altri siti autorizzati italiani, ma assicurati prima della loro autenticità, ricordando di inviare la richiesta almeno un anno prima dell’evento.

QUANTO COSTANO I BIGLIETTI PER IL CONCERTO?

I prezzi del concerto inaugurale oscillano tra i 20 ed i 450 euro; i prezzi per il concerto di San Silvestro variano tra 25 ed 800 euro; infine il Concerto di Capodanno, il più atteso ed importante, ha un costo compreso tra 35 e 1090 euro. Per il concerto del primo gennaio è possibile richiedere un massimo di due tagliandi, mentre per i concerti del 30 e del 31 dicembre si possono acquistare più biglietti.

DOVE VEDERE IL CONCERTO IN TELEVISIONE

Il Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna riceve una copertura televisiva mondiale, in quanto viene trasmesso anche in Giappone, negli Usa ed in Africa. In Italia la Rai ha trasmesso in diretta la seconda parte del concerto dal 1959 fino al 2003 su Rai 1. A partire dal 2004 è possibile seguire il concerto in differita su Rai 2 dalle 13:30. É stato introdotto questo cambiamento per fare spazio al Concerto di Capodanno del Gran Teatro La Fenice di Venezia. Dal 2013 il concerto viene trasmesso in prima serata anche su Rai 5 in replica, e dal 2015 su Rai 2 e Rai HD. In alternativa, per seguire il Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna in diretta, è possibile collegarsi in streaming con altri canali stranieri che trasmettono l’evento, come la NOS in Olanda, la France 2 in Francia, la TVE2 in Spagna, la ZDF in Germania, la ORF in Austria, ecc.

PROGRAMMA DEL CONCERTO

Il programma ufficiale 2018 del Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna non è stato ancora comunicato, ma verterà sicuramente sulle musiche di Strauss, padre e figlio, con la possibile aggiunta di qualche brano a sorpresa. Comunicato invece il direttore d’orchestra, che sarà Riccardo Muti, diventato ormai un veterano di questo evento avendo già diretto l’Orchestra in altre 4 occasioni: nel 1993, nel 1997, nel 2000 e nel 2004.

COS’ALTRO FARE L’ULTIMO DELL’ANNO A VIENNA?

Se vi trovate a Vienna ma non potete assistere al concerto, non disperate. La città offre un gran numero di eventi per l’ultima notte dell’anno. Date un’occhiata al nostro articolo dedicato al Capodanno a Vienna per maggiori informazioni.



Capodanno a Sarajevo: Perla dei balcani

Sarajevo: per un Capodanno all’insegna di storia e cultura.

Se desiderate un capodanno diverso dal solito, se è vostro desiderio scoprire un pezzo di storia ed un pezzo d’Europa, tanto affascinanti quanto misteriosi, quest’anno potrete afferrare al volo l’occasione che fa per voi!

15069098_10154209374653869_3267790925487428597_oL’associazione Viaggiare i Balcani, infatti, vi propone un viaggio nella più affascinante tra le regioni d’Europa. In un fatato paesaggio innevato potrete scoprire perle che vi lasceranno senza fiato. Il viaggio, infatti, si suddividerà in più tappe e vi darà la possibilità di visitare diverse città.

Dopo una sosta nella città di Senj, sulla costa dalmata, proseguirete lungo l’incantevole Jadranska Magistrala: Strada maestra Adriatica. Questa strada la quale, appunto, costeggia l’Adriatico, vi porterà direttamente nel cuore della Bosnia-Erzegovina.

Giungerete, cosi, a Mostar.

Città dove l’oriente incontra l’occidente, lasciando senza fiato anche il più esigente dei turisti. Città ricca di storia, con le sue numerose moschee ed il celeberrimo ponte vecchio. Città la cui cucina tipica e il famoso caffè vi delizieranno. Questo imperdibile tesoro, riconosciuto nel 2005 da l’UNESCO come patrimonio comune dell’umanità’, renderà indimenticabile il vostro viaggio!

Dopo Mostar arriverete, per trascorrere e celebrare il 31 Dicembre, a Sarajevo.

Incoronata dalle montagne, nella capitale bosniaca la dolorosa storia del secolo passato ha lasciato segni indelebili. Considerata la Gerusalemme europea, Sarajevo e’ un luogo di culto di diverse religioni. Islam, cristianesimo cattolico e serbo-ortodosso ed ebraismo hanno contribuito, nel corso dei secoli, a fare di questa capitale un gioiello architettonico. Moschee, cattedrali e sinagoghe che si stagliano contro il cielo, rendono unico il paesaggio urbano.

Dal ponte tristemente famoso per l’attentato a Francesco Ferdinando, al teatro diretto da Susan Sontag durante l’assedio degli anni 90, quest’incantevole città nasconde un incredibile patrimonio.

Patrimonio che potrete scoprire celebrando il nuovo anno!

Per maggiori informazioni e contatti, non esitate a visitare direttamente il sito Viaggiare i Balcani.