Origini e tradizioni del Capodanno etiope

Il Capodanno etiope cade l’11 settembre ed è colorato, vivace e divertente (fa persino rima). Il suo nome amarico è Enkutatash, parola che significa “dono di gioielli”.

Questa celebrazione rappresenta la fine della stagione delle piogge, periodo dell’anno durante il quale il paesaggio etiope è ricoperto di fiori giallo brillante chiamati Adey Abeba.

Il Capodanno etiope è la “scusa” perfetta per scorpire, anche a distanza, i mille volti d’un Paese magico. Vediamo come si festeggia, quali sono le sue origini e le sue tradizioni!

LA STORIA DEL CAPODANNO ETIOPE

Il Capodanno in Etiopia si celebra il primo giorno del calendario etiope (meskerèm). Si tratta di un calendario che ha tredici mesi, dodici di trenta giorni e uno da cinque.

L’era etiope ha un ritardo di 7 anni e 113 giorni sull’era cristiana, e il suo Capodanno cade l’11 settembre (l’11 settembre 1938 corrisponde al 1° meskerèm 1931). Si tiene dunque quando la stagione delle piogge è ormai finita, nel miglior periodo per un viaggio in Etiopia (in quanto il clima è decisamente più fresco che in estate).

Si dice che la celebrazione del Capodanno risalga al 980 a.C. quando la regina di Saba – tornando da Gerusalemme dopo una visita al re Salomone – fu accolta nel suo Paese con moltissimi gioielli (“enku”, nella lingua nazionale ufficiale).

Le celebrazioni del Capodanno etiope durano in genere un’intera settimana e si svolgono in famiglia. Il giorno prima, gli etiopi accendono torce di legno, note come “chibo”, a simboleggiare l’arrivo della stagione del sole e la fine della stagione delle piogge. Tutti si scambiano gli auguri di Felice Anno Nuovo esclamando “Enkuan Aderesachihu!”.

IL CAPODANNO ETIOPE OGGI

Il Capodanno etiope è prima di tutto una festa di famiglia: si cucina, ci si gode il pranzo tradizionale, ci si scambiano doni.

Le celebrazioni cominciano alla vigilia di Enkutatash, giorno in cui le famiglie si recano in chiesa e pregano per il nuovo anno, mentre i più giovani organizzano feste con canti e balli.

Una delle tradizioni più affascinanti è proprio il vedere gruppi di giovani ragazze che camminano per le strade intonando la canzone “Abebayehosh” mentre qualcuno suona la batteria. Tutte portano con sé fiori giallo brillante, che crescono in Etiopia solo da settembre a novembre e, in segno di apprezzamento, le persone ricambiano con denaro o con del pane fatto in casa.

Un tempo le persone usavano regalarsi mazzi di fiori gialli appena raccolti, simbolo di primavera, e dipinti a tema religioso. Oggi sono molto più diffusi semplici ma curati biglietti d’auguri.

PIATTI TIPICI DEL CAPODANNO ETIOPE

Come succede nelle celebrazioni di tutto il mondo, anche nel Capodanno etiope il cibo ha un’importanza fondamentale. Le famiglie acquistano in genere un animale alla vigilia di Enkutatash e lo macellano la mattina seguente per preparare piatti tipici a pranzo e a cena.

Qualche esempio? Il Doro Wot, uno stufato di pollo piccante tipicamente servito con riso o focaccia; il Dulet, piatto a base di carne macinata, fegato e trippa di agnello, a volte servito crudo. Infine il Ga’at, una sorta di porridge a forma di ciambella, noto anche come Genfo, spesso preparato con farina d’orzo o di mais e servito con una salsa al centro.

LA CERIMONIA DEL CAFFÈ

capodanno etiope cerimonia del caffè

Se ti trovi in Etiopia per il Capodanno, non c’è occasione migliore per assaggiare il rinomato caffè etiope, preparato con cura durante la rinomata cerimonia del caffè.

La cerimonia inizia abbrustolendo in padella i chicchi di caffè ancora verdi, che dopo pochi minuti sul fuoco iniziano ad emanare un aroma inebriante. Una volta tostati, i chicchi vengono macinati con mortaio e pestello fino a diventare polvere fine che viene trasferita in una caffettiera d’argilla per la cottura.

Mentre il caffè è sul fuoco, viene acceso dell’incenso per stimolare ulteriormente le sensazioni olfattive dei partecipanti alla cerimonia.

Quando il caffè è pronto viene servito in tazze di medie dimensioni (simili alle tazze da tè) con un cucchiaio di zucchero e accompagnato con una ciotola di pop corn caldi che vengono gustati tra un sorso e l’altro.

MUSICA PER FESTEGGIARE IL CAPODANNO ETIOPE

Ora che ne sai di più sul Capodanno in Etiopia sei pronto per festeggiarlo anche tu ascoltando la playlist qui sotto che abbiamo preparato per l’occasione!

Qui trovi una selezione delle migliori canzoni etiopi da ascoltare l’11 settembre, che tu ti trovi in Italia, in Etiopia o in qualsiasi altra parte del mondo. Questo favoloso mix di musica jazz, funk, classica e rock etiope ti farà viaggiare con la fantasia e venir voglia di salire sul primo aereo per  Addis Ababa.

Tra le canzoni trovi alcune ballate jazz tradizionali, conosciute col nome di tezeta, parola amarica che significa “ricordo” e che indica un senso di nostalgia, ed un paio di composizioni della pianista-suora Tsegue-Maryam Guebrou, che per un periodo ha vissuto con la famiglia in Italia come prigioniera di guerra.

…Non ci resta che augurarti buon ascolto!

 

 

10 strane tradizioni di Capodanno nel mondo

Nella nostra tradizione, il momento del countdown che segna la fine dell’anno (e l’inizio di quello nuovo) è rallegrato da fuochi d’artificio, tappi volanti, brindisi e, perché no, balli allegri, come il sempreverde trenino di persone festanti. Ma Capodanno non è solo questo. Negli altri paesi esistono modi diversi di festeggiare, con usanze più o meno singolari.

Sei curioso di conoscere le usanze di fine anno più bizzarre nelle altre culture? Partiamo alla scoperta delle tradizioni di Capodanno più strane del mondo!

1 – AMERICA LATINA: INDOSSARE INTIMO COLORATO

Nella nostra tradizione, Capodanno è associato al colore rosso, anche per quanto riguarda l’intimo da indossare come rito beneaugurante. Stessa cosa in Turchia, dove le mutandine rosse vengono anche distribuite come regali di buona fortuna e la promessa di un fruttuoso anno nuovo.

Nei Paesi dell’America Latina come Messico, Bolivia e Brasile, invece, il colore dell’intimo determinerà il tipo di anno che verrà, quindi va scelto in base ai propri desideri per il futuro. La tradizione sostiene che il rosso porterà amore e romanticismo, il giallo ricchezza e successo, il bianco è sinonimo di pace e armonia, mentre il verde significa benessere e natura.

2 – GERMANIA: SCIOGLIERE PEZZI DI PIOMBO

Bleigießen: tradizione di capodanno in germania

Chi non vorrebbe sapere cosa porterà l’anno a venire?

In Germania, le persone, per predire il futuro, l’ultimo dell’anno sciolgono piccoli pezzi di piombo in un cucchiaio sopra una candela, quindi versano il liquido in acqua fredda. Le varie forme del Bleigießen (colata di piombo) che si visualizzano servono a rivelare cosa porterà l’anno che sta per cominciare.

Ad esempio, se il piombo forma una palla, la fortuna si farà strada, mentre la forma di una corona significa ricchezza; una croce significa morte e una stella porterà felicità.

3 – ECUADOR: SPAVENTAPASSERI BRUCIATI

In Ecuador, le persone costruiscono bambole simili a spaventapasseri di politici, pop star o altre figure importanti per poi dar loro fuoco.  Bruciare l‘año viejo (il vecchio anno) ha lo scopo di distruggere tutte le cose cattive dell’ultimo anno e purificare per il nuovo.

Gli spaventapasseri sono realizzati con vecchi vestiti imbottiti di giornali o segatura e all’estremità, al posto della testa, viene montata una maschera. Pare che l’origine della tradizione vada cercata a Guayaquil, nel 1895, quando la città fu colpita da un’epidemia di febbre gialla e le bare piene di vestiti dei defunti venivano bruciate per eliminare il virus del morbo.

4 – ROMANIA: LO SPIRITO DEGLI ANIMALI

La Romania è un Paese ricco di tradizioni. Soprattutto nelle zone rurali, i momenti più sentiti del Capodanno sono i balli in maschera e le cerimonie sulla morte e sulla rinascita.

In questa occasione, i ballerini si vestono con pellicce e maschere di legno raffiguranti capre, cavalli o orsi e ballano di casa in casa per allontanare gli spiriti maligni. Tra queste, la danza dell’orso è la più popolare in quanto, secondo il folklore precristiano, se un orso entra nella casa di qualcuno, porta prosperità, salute e fortuna.

5 – FILIPPINE: TUTTO TONDO

calzini a pois

Nelle Filippine, l’inizio del nuovo anno è tutto incentrato sui soldi. La gente del posto crede che circondarsi di cose rotonde (che rappresentano le monete) porterà denaro e fortuna.

Di conseguenza, per l’ultimo dell’anno tutto deve avere forma rotonda: dall’indossare abiti a pois a mangiare cibo dalla forma tondeggiante.

Inoltre, per richiamare davvero la fortuna, le monete sono tenute in tasca e costantemente tintinnate, così da mantenere costante il flusso di denaro.

6 – GIAPPONE: 108 RINTOCCHI

A mezzanotte, i templi buddisti di tutto il Giappone suonano le loro campane 108 volte per dissipare le 108 passioni malvagie che tutti gli esseri umani hanno, secondo quanto dice la tradizione buddista.

I giapponesi credono che il joyanokane, ovvero il suono delle campane, li purificherà dai peccati dell’anno precedente.

Tradizionalmente, 107 campane vengono suonate l’ultimo giorno dell’anno, mentre la 108° è riservata al nuovo anno.

Inoltre, in Giappone molte persone mangiano spaghetti di grano saraceno chiamati toshikoshi soba a Capodanno per simboleggiare il desiderio di una lunga vita.

7 – SCOZIA: IL PRIMO PIEDE IN CASA

In Scozia, l’ultimo giorno dell’anno è considerato così importante da avere persino un nome ufficiale: Hogmanay. In questo giorno, gli scozzesi osservano molte tradizioni, ma la più famosa è quella del “first footing”.

Secondo le credenze scozzesi, la prima persona che varcherà la soglia di casa dopo la mezzanotte del giorno di Capodanno deve essere un maschio dai capelli scuri, se desideri avere fortuna nel prossimo anno. Tradizionalmente, questi uomini vengono portando in dono carbone, sale, pasta frolla e whisky, che contribuiscono ulteriormente all’idea di avere fortuna.

Questa curiosa usanza deriva dal periodo in cui la Scozia era invasa dai Vichinghi, grossi uomini dai capelli solitamente biondi che portavano distruzione e ruberie. Quindi oggi, all’opposto, un uomo dai capelli scuri simboleggia l’opulenza e il successo.

Per saperne di più su questa ed altre tradizioni di Hogmanay leggi il nostro articolo dedicato al Capodanno scozzese.

8 – CILE: FESTA COI DEFUNTI

A Talca, in Cile, la fine dell’anno si festeggia al cimitero della città, dove circa 5.000 persone si radunano per trascorrere la serata con i propri cari defunti.

Questa tradizione ebbe inizio 40 anni fa, quando la famiglia di Julio Opazo Silva, impiegato del cimitero deceduto da poco, si intrufolò senza permesso nel cimitero per festeggiare l’arrivo del nuovo anno con il proprio caro defunto.

Col passare degli anni alla famiglia di Julio Opazo Silva si unirono sempre più persone, grazie anche all’autorizzazione concessa dal camposanto. Questa bizzarra tradizione di Capodanno inizia in genere con una liturgia davanti al cimitero, alla quale partecipano il sindaco e altre autorità comunali. Allo scoccare della mezzanotte i partecipanti accendono candele sulle tombe decorate con fiori, stappano bottiglie di spumante, ascoltano musica e ballano.

Non si tratta di un rituale blasfemo, bensì di un modo per trascorrere qualche ora in allegria insieme ai propri cari defunti.

9 – CANADA: BAGNO NELLE ACQUE POLARI

Visto forse come un modo simbolico per lavar via i brutti ricordi dell’anno appena trascorso (oppure per riprendersi dal post-sbronza della sera prima), il “Polar Bear Dip” è uno dei tanti bagni che hanno luogo a Capodanno in giro per il mondo.

Il 1° gennaio di ogni anno decine di persone si radunano sull’isola Prince Edward in Canada per un bagno collettivo nelle acque polari. La partecipazione all’evento è aperta a tutti (in caso passassi da queste parti…), basta registrarsi all’evento con anticipo.

Ti abbiamo forse dato uno spunto per un Capodanno originale?

10 – DANIMARCA: IL LANCIO DEI PIATTI

Piatti rotti dopo il Capodanno in Danimarca

Se il popolo danese nel tuo immaginario è sempre silenzioso e composto, preparati a cambiare idea. In Danimarca è infatti usanza comune spaccare piatti vecchi di fronte alla porta di casa di amici e parenti. Più cocci si troveranno di fronte alla porta di casa, maggiore sarà la fortuna di chi vi ci abita!

Per saperne di più su questa bizzarra tradizione di fine anno puoi leggere il nostro articolo dedicato al Capodanno in Danimarca.

Ci siamo dimenticati di qualche strana tradizione di Capodanno nel mondo? Segnalacela nei commenti!

Fuochi d’artificio di Capodanno: Dove vedere i più spettacolari al mondo

I fuochi d’artificio di Capodanno? Sono un grande classico. Ogni angolo del pianeta ha le sue tradizioni in tal senso, ogni grande città organizza spettacoli pirotecnici in piazza, sul mare, sul lago, sul fiume. E i villaggi non fanno eccezione. Difficile trovare angoli di cielo che, allo scoccare della mezzanotte, non si colorano di magia.

PERCHÉ SI ESPLODONO FUOCHI D’ARTIFICIO A CAPODANNO?

Prima di parlarti dei più spettacolari fuochi d’artificio di Capodanno nel mondo, vediamo insieme quali sono le origini di questa antica tradizione. Quando ancora la pirotecnia non esisteva, popoli d’Oriente e d’Occidente festeggiavano l’arrivo del nuovo anno con il fuoco (o la luce) e il rumore. Quest’ultimo, in particolare, serviva a scacciare gli spiriti maligni. Mentre fuochi e luci servivano ad indicare al nuovo anno quale cammino percorrere.

La pirotecnia vera e propria nasce invece in Cina intorno all’anno 1000, duecento anni dopo la scoperta della polvere da sparo. L’uso della polvere per scopi puramente ludici risale al Basso Medioevo, quando cominciò ad essere utilizzata per accompagnare le Sacre Rappresentazioni (la si usava per “riprodurre” l’inferno).

Le prime fabbriche per la produzione di fuochi d’artificio aprirono in Germania negli anni Quaranta del Trecento, mentre i primi spettacoli pirotecnici per l’accompagnamento di sagre e feste andarono in scena tra il XVII e il XVIII secolo. Solamente nel 1785, con l’introduzione  del clorato di potassio nella miscela dei fuochi da parte di Claude Louis Berthollet, si ebbero però i primi fuochi colorati.

FUOCHI D’ARTIFICIO DI CAPODANNO: GLI SPETTACOLI PIÙ BELLI DEL MONDO

I fuochi d’artificio di Capodanno più belli del mondo? È una bella sfida. Ecco i nostri preferiti!

1. SYDNEY

fuochi d'artificio di capodanno a sydney

Un Capodanno australiano, vissuto dal porto di Sydney, è tra le esperienze da fare una volta nella vita. I fuochi d’artificio di Capodanno sono qui accompagnati da una colonna sonora che accresce la suspense. Ogni anno seguono un tema diverso e, sempre, illuminano il cielo sopra l’Opera House e l’Harbour Bridge. Essendo Sydney la prima grande città in cui l’orologio segna la mezzanotte, il famoso spettacolo è trasmesso in televisione in tutto il mondo. Leggi tutto quel che c’è da sapere sui fuochi d’artificio di Capodanno a Sydney!

2. DUBAI

fuochi d'artificio di capodanno a dubai

Dubai è la città del futuro e a Capodanno il suo sfarzo raggiunge livelli altissimi. Sono venti le location da cui i fuochi d’artificio vengono sparati, in un incredibile spettacolo di coordinazione. Ovviamente, il Burj Khalifa è il cuore dei festeggiamenti, coi fuochi sparati ai suoi lati e uno spettacolo di luci di dimensioni macro. Chi preferisce la tranquillità, può vedere i fuochi anche da Bay Avenue o dall’Al Khazzan Park. Scopri tutto su come festeggiare l’ultimo dell’anno a Dubai!

3. LONDRA

fuochi d'artificio di capodanno a londra

Tra i fuochi d’artificio più belli d’Europa vi sono senza dubbio quelli londinesi. Qui lo spettacolo va in scena sul Tamigi, col Big Ben e il London Eye a fare da sfondo. Tuttavia, la sua popolarità è così cresciuta negli anni da causare non pochi problemi di sovraffollamento. Ecco perché, dal 2014, è necessario acquistare il biglietto per poterseli godere. Per saperne di più sull’ultimo dell’anno al Londra leggi il nostro articolo dedicato al Capodanno nella capitale inglese.

4. HONG KONG


Hong Kong ha un debole per i fuochi d’artificio. Non solo li scoppia per il capodanno cinese (che cade a gennaio o febbraio, secondo il calendario occidentale) e per la festa nazionale, ma è altrettanto felice di organizzare spettacoli pirotecnici il 31 dicembre. Già frenetica di per sé, la città a Capodanno si fa ancor più affollata. Necessario arrivare per tempo sul lungomare o nei pressi del porto, portando con sé un cestino da pic-nic e bollicine per la mezzanotte.

5. RIO DE JANEIRO


Copacabana è tra i quartieri più festaioli del mondo ma, a Capodanno, dà il meglio di sé. Oltre due milioni di persone in abiti bianchi e ghirlande di fiori arrivano qui per ballare fino all’alba sulla spiaggia più famosa del Brasile, e per godersi i fuochi d’artificio di Capodanno che esplodono sulla baia.

6. LAS VEGAS

fuochi d'artificio di capodanno a las vegas

In quale altro luogo negli Stati Uniti puoi iniziare in modo stravagante il nuovo anno, se non nella “città del peccato”? Sulla Strip di Las Vegas, la strada più famosa della città fiancheggiata da hotel di lusso e casinò scintillanti, il conto alla rovescia precede 20 minuti di esplosioni colorate. I tetti dell’MGM Grand, del The Venetian e di altri iconici alberghi fungono da trampolino di lancio, e i resort si trasformano in scintillanti saloni da ballo. Vuoi saperne di più su come trascorrere la notte più folle dell’anno in città? Leggi il nostro articolo sul Capodanno a Las Vegas!

7. FERRARA

I fuochi d’artificio di Capodanno più suggestivi d’Italia vanno in scena a Ferrara: l’incendio del Castello Estense. Organizzato per la prima volta nel 2000, è uno spettacolo piromusicale incredibilmente suggestivo (tanto da meritarsi un ruolo di primo piano in tutti i telegiornali nazionali). Si tratta di una rievocazione storica dell’incendio avvenuto al castello nel 1554. L’idea dell’evento venne all’allora assessore del Turismo Sergio Alberti, che si ispirò agli spettacoli dei castelli della Loira. Da quel momento, con un sapiente gioco di luci e di fuochi, ogni notte di San Silvestro il Castello Estense sembra avvolto dalle fiamme. Per saperne di più sull’ultimo dell’anno in questa splendida città dell’Emilia puoi leggere il nostro articolo sul Capodanno a Ferrara.

Capodanno in Australia: Divertimento “down under”

Se sei in cerca di un’esperienza esclusiva, che ti faccia cominciare il nuovo anno con la meraviglia negli occhi e nel cuore, il Capodanno in Australia ti conquisterà.

Perché? Perché l’Australia, già di per sé straordinaria, in quel periodo si trasforma. Le sue città si colorano di luci, i festeggiamenti durano giorni. E, nella cornice unica dell’oceano e di una natura che solo qui è così potente, i fuochi d’artificio paiono messaggi lanciati dallo spazio.

Scopri dunque come festeggiare il Capodanno in Australia, dove si brinda al nuovo anno durante l’estate, in anticipo rispetto al resto del mondo.  Qui, infatti, il nuovo anno inizia già nelle prime ore del pomeriggio italiano: quando da noi sono le 14:00, a Sydney e a Melbourne è mezzanotte, mentre a Perth il nuovo anno inizia alle nostre 16:00.

PERCHÉ FESTEGGIARE IL CAPODANNO IN AUSTRALIA

Celebrare l’ultimo dell’anno in Australia vuol dire salutare l’inverno italiano ed europeo per vivere tra divertentissimi party e scenografici spettacoli pirotecnici nel pieno dell’estate. La notte di San Silvestro, le più grandi città e metropoli australiane si animano di parate e festeggiamenti tra popolarissimi eventi a tema, romantiche crociere notturne, stravaganti serate dance, giochi di luce nei parchi e sulle immense spiagge della Gold Coast. Festeggiare il Capodanno in Australia vuol dire quindi godersi tutte le emozioni di un inizio anno da urlo, rigorosamente in maniche corte o persino in costume.

LO SAPEVI CHE?

Il vero punto forte del Capodanno australiano sono i fuochi d’artificio lanciati allo scoccare della mezzanotte. Il Paese offre infatti alcuni tra gli spettacoli pirotecnici più scenografici e innovativi al mondo, rinforzati dalla bellezza degli skyline tra lusso e natura incontaminata che solo questo luogo ha da offrire. I fuochi d’artificio dell’ultima notte dell’anno hanno un significato ben preciso a simboleggiare il passaggio dal vecchio anno al nuovo, con l’augurio che sia brillante, pieno di luce e positività.

COME SI FESTEGGIA IL CAPODANNO NELLE CITTÀ AUSTRALIANE: GLI EVENTI PIÙ FAMOSI

CAPODANNO A SYDNEY

fuochi d'artificio di capodanno all'opera house di sydney, australia
Fuochi d’artificio di Capodanno al porto di Sydney

Prenota il tuo Capodanno a Sydney se desideri assistere ad uno degli spettacoli pirotecnici più belli al mondo. Vivi dal porto della città tutte le speciali parate di luci e navi organizzate proprio a Capodanno (The Harbour Of Lights Parade), in un’immersione a 360 gradi nella cultura e nello scenario del luogo.

Il Capodanno a Sydney offre alternative per tutti i gusti, con eventi ad hoc per ogni fascia d’età: dai pacchetti famiglia per il divertimento dei più piccoli ai cenoni glam, passando per magiche feste sulla spiaggia e crociere per ammirare le luci e fare un brindisi da tutta un’altra prospettiva.

Non perderti il meraviglioso teatro dell’Opera House illuminato dai fuochi d’artificio oppure scegli di festeggiare a Victoria Park che, ogni fine dell’anno, organizza un vero e proprio festival a cielo aperto con artisti australiani e di tutto il mondo, e un meraviglioso spettacolo pirotecnico allo scoccare della mezzanotte.

CAPODANNO A MELBOURNE

fuochi d'arificio di capodanno a melbourne, australia
Fuochi d’artificio di Capodanno lungo il fiume Yarra, Melbourne

Oltre ad essere famosa per i numerosi spettacoli con fuochi d’artificio organizzati in città e nell’area portuale, Melbourne è la metropoli australiana che più di tutte offre l’opportunità di partecipare a un grande numero di cenoni a tema, crociere e feste. Le zone più frequentate restano il fiume Yarra e il porto, oltre alla celebre Federation Square che – già dal primo pomeriggio di San Silvestro – si anima di gruppi e coppie che cercano di accaparrarsi il posto migliore da cui ammirare i fuochi d’artificio alla mezzanotte. I fuochi d’artificio di Capodanno vengono sparati dal Marvel Stadium e sono visibili lungo il fiume Yarra.

Per gli spiriti più festaioli che amano scatenarsi fino a far mattino, il Capodanno a Melbourne offre davvero tantissimi eventi: dalle feste animate dai DJ set ai concerti dal vivo, karaoke, feste in costume, party in spiaggia o sull’acqua, con meravigliose crociere per ammirare i giochi di luce dalla magica prospettiva che solo l’oceano sa donare.

Se ti trovi a Melbourne per festeggiare il Capodanno, non puoi perderti la festa di Capodanno più cool della città sul lungomare di Port Melbourne. Si svolge in due locali sull’iconico molo, rendendo questo il luogo ideale per accogliere il nuovo anno. Balla tutta la notte con i migliori DJ di Melbourne che suoneranno i più recenti successi da discoteca e da festa. Guarda lo spettacolo pirotecnico di Melbourne e goditi il panorama mozzafiato dalle ampie terrazze esterne lungo il bordo dell’acqua. Per concludere, un pacchetto bevande tutto incluso di 6,5 ore fino alle 2.30 del mattino! Per maggiori info sull’evento e biglietti visita il sito ufficiale NYE H2O.

nyeh20 evento di capodanno a melbourne

CAPODANNO SULLA COSTA D’ORO (GOLD COAST)

A soli 70 km dalla  appena citata Brisbane, si trova uno dei luoghi più scenografici e amati dell’intera Australia, specie dal pubblico giovanile, per la ricchezza di spiagge e attività. La Costa d’Oro è il luogo perfetto per un Capodanno da vero re della festa. Basti pensare che la sola area costiera, intorno alla rinomata località balneare di Surfers Paradise, organizza in genere ben due spettacoli pirotecnici, il primo alle ore 20:00 per dare il via a cene e festeggiamenti e il secondo a mezzanotte in punto. Grande musica dal vivo, dance party fino a tarda notte, ma anche film gratis all’aperto, spettacoli e luna park per i più piccoli. Il Capodanno in Costa d’Oro è in grado di soddisfare tutti gli animi, anche i più esigenti.

CAPODANNO A BRISBANE

fuochi d'artificio di capodanno a brisbane
Fuochi d’artificio lungo il Brisbane River

A Capodanno la città di Brisbane – perla del Queensland – si accende di festeggiamenti e celebrazioni lungo il fiume omonimo, che prende vita sotto le luci del meraviglioso spettacolo pirotecnico. Ma quali sono le zone migliori da cui godersi una romantica e scintillante notte? Lo Story Bridge – il ponte patrimonio dell’umanità che attraversa il fiume Brisbane, nonché il ponte più lungo dell’intera Australia – e il South Bank – l’area panoramica e attrattiva per eccellenza della città, sulla riva meridionale dello stesso fiume. Alla ricerca di feste per scatenarsi fino a tarda notte? Allora il posto giusto per te è la zona animata da locali e pub della Fortitude Valley. Brisbane ha davvero tanti punti di ritrovo che la rendono adatta sia al divertimento formato famiglia che ai veri festaioli.

CAPODANNO A PERTH

fuochi d'artificio di capodanno a perth, australia
Fuochi d’artificio visti dal South Perth Esplanade, Perth

Per avvicinarsi festeggiando ai rintocchi che segneranno l’arrivo del nuovo anno, la città di Perth organizza una ricca serie di eventi a cui partecipare in coppia o in compagnia.

Perth è quella che, tra tutte le città australiane, ha un’atmosfera giovanile che si sente appieno in questa notte unica e indimenticabile. Conosciuta come la patria australiana dei velisti, una delle modalità più gettonate per celebrare il Capodanno in città è proprio quella di godersi la grande festa dal mare, direttamente dalle proprie barche (per chi ce le ha) per ammirare i fuochi d’artificio (visibili anche lungo tutti i punti panoramici del fiume Swan).

CAPODANNO AD ADELAIDE

Ultima ma non meno importante, anzi per certi versi il vero asso nella manica per festeggiamenti di Capodanno da fare invidia, la cittadina di Adelaide. Considerata erroneamente come la città australiana più religiosa, Adelaide offre per la notte di Capodanno un ricco parterre di festeggiamenti che non ha nulla da invidiare alle altre città australiane: non solo meravigliosi spettacoli pirotecnici lungo il fiume Torrens, ma anche parchi e spazi verdi sparsi per la città che proprio la notte dell’ultimo dell’anno diventano delle enormi dance hall. Per scoprire tutti gli eventi di Capodanno in città ti consigliamo di visitare questa pagina di NYE.com.au, che verrà aggiornata di anno in anno con i migliori eventi di fine anno ad Adelaide.

Isola Christmas: Alla scoperta del luogo dove si festeggia il primo il Capodanno nel mondo

CHI FESTEGGIA PER PRIMO IL CAPODANNO NEL MONDO?

Il primo paese al quale pensiamo quando ci chiediamo dove si festeggia per primo il Capodanno è l’Australia, con ben dieci ore di differenza dall’Italia. Invece c’è una piccola isola dell’Oceania, che ha il primato assoluto.

Il paese, in questo caso isola, che festeggia per primo il Capodanno è l’Isola Christmas o anche Kiritimati con le sue 14 ore di differenza dall’Italia. Mentre noi siamo impegnati ad organizzare il cenone di San Silvestro, in questa bellissima Isola si festeggia già l’anno nuovo. Quasi sconosciuta al turismo di massa, l’isola Christmas è un piccolo gioiello nel mezzo dell’Oceano Pacifico.

L’isola vanta 389 chilometri quadri di superficie ed è composta da quattro villaggi principali: London, Tabwakea, Banana e Poland. Da sola, l’Isola Christmas copre il 70% del territorio di Kiribati, composta da 32 altri atolli. Possiede un’unica strada asfaltata, lunga circa 60 chilometri, che attraversa tutta l’isola. Se vuoi festeggiare il Capodanno in un vero paradiso terrestre, non ti resta che scoprire questa magnifica isola.

L’isola Christmas è piccola e sono presenti circa 7380 abitanti e deve il suo nome a James Cook che, in uno dei suoi viaggi tra Bora-Bora e le Hawaii, giunse alla scoperta di questo atollo proprio la Vigilia di Natale. Non è da confondere con l’isola di Natale (Christmas Island) nell’Oceano Indiano.

È una delle isole più remote del mondo, infatti dista almeno 5000 chilometri da tutti gli altri continenti. Non ha grandi resort, posti turistici o grandi attrazioni: l’isola Christmas è la meta perfetta per chi vuole festeggiare l’ultimo giorno dell’anno, in riva al mare, con il silenzio come coperta e un cielo limpido come tetto sopra la testa. Raggiungerla non è molto semplice, per questo è la meta ideale per i viaggiatori più avventurosi, amanti delle destinazioni più ricercate.

Per capire dov’è situata esattamente l’isola Christmas, anche conosciuta come Kiritimati, rimpiccolisci la mappa qui sotto!

COME RAGGIUNGERE L’ISOLA CHRISTMAS PER ASSISTERE AL PRIMO CAPODANNO DEL MONDO?

Dall’Italia ci vogliono circa tre giorni di viaggio e tre scali. Le compagnie aeree che offrono voli diretti per l’Isola Christmas sono la Virgin Australia e la Singapore Airlines. Vi è anche un volo diretto da Honolulu (3 ore ca.), molto comodo se si decide di visitare le Hawaii.

Niente hotel super lusso e resort che associamo ad altre destinazioni tropicali, qui non li troverai. Non è un’isola che potrebbe accogliere il turismo di massa, anche perché il suo microsistema è molto delicato e destinato a scomparire a causa del cambiamento climatico e l’innalzamento degli oceani.

Le strutture presenti sull’Isola sono semplici, ma confortevoli. Festeggiare il Capodanno in questo paradiso è qualcosa di unico; un’esperienza di viaggio indimenticabile. La natura ti circonderà completamente e gli abitanti dell’isola, socievoli e cordiali, potrebbero anche mettersi in pose per foto con i turisti (soprattutto i bambini).

Non vi sono luoghi specifici per festeggiare il Capodanno, ma una cosa è sicura: lo si fa in costume, sulla spiaggia, degustando piatti locali tra un tuffo e l’altro. Tra le attività da fare nell’ Isola Christmas ci sono le escursione sia sull’isola stessa, sia sulle altre dell’arcipelago.

veduta aerea di un'isola tropicale

PERCHÉ PASSARE IL PRIMO DELL’ANNO SULL’ISOLA CHRISTMAS?

Oltre alla sua innegabile bellezza, l’Isola Christmas è un paese in bilico tra presente e antiche tradizioni. Ad esempio: si cammina a piedi nudi e ci si lava con l’acqua piovana. La vita scorre con semplicità: tra battute di pesca e tempo dedicato ad intrecciare foglie di pandano per realizzare i tetti delle abitazioni tradizionali.

Tante sono le leggende e le tradizioni che circolano in questi villaggi, ancorati ad un passato arcaico che li rende unici. Le donne hanno il potere di incantare le balene per avvicinarle a riva e catturarle. Gli uomini sanno leggere le nuvole e guariscono le ferite con foglie e pozioni miracolose. Festeggiare il Capodanno in un posto così è qualcosa di unico ed indimenticabile.

Non lasciartelo scappare!

Se l’isola Christmas è un po’ troppo lontana per i tuoi gusti, potrai sempre decidere di festeggiare il Capodanno al faro di Punta Palascia, in Puglia, dove si può ammirare la prima alba del nuovo anno in Italia!

Se ti interessano invece le destinazioni remote, potrà interessarti sapere quali sono le isole dove si festeggia l’ultimo Capodanno del pianeta.

Capodanno islamico: Come si calcola l’inizio del nuovo anno e come si festeggia

Nella cultura occidentale, il Capodanno coincide con il primo giorno dell’anno ma non è sempre così in ogni parte del mondo. La data in cui cade il Capodanno islamico, ad esempio, varia di anno in anno perché l’organizzazione del calendario è differente. Vediamo nel dettaglio le differenze con il calcolo gregoriano a cui siamo abituati e le tradizioni culturali e religiose che lo caratterizzano. 

QUANDO SI FESTEGGIA IL CAPODANNO ISLAMICO

Il calendario islamico è formato da 354 giorni ovvero 11 giorni in meno del nostro, motivo per cui la data del Capodanno è variabile, pur cadendo sempre nei mesi di settembre oppure ottobre. Il primo mese dell’anno, che inizia appunto dopo il giorno del Capodanno islamico, è considerato sacro perché ricorda il viaggio intrapreso da Maometto nel 622 dc, partendo da La Mecca per raggiungere Medina. 

I festeggiamenti hanno una durata di dieci giorni ma, contrariamente alle tradizioni occidentali, nei paesi islamici si onora la festa con il digiuno e la preghiera, per accogliere il nuovo anno in un clima di pace. In realtà però si tratta di un digiuno volontario e non obbligatorio, come invece è notoriamente quello previsto durante il periodo del Ramadan. 

IL CALENDARIO ISLAMICO

Per comprendere a pieno l’importanza del Capodanno islamico per i musulmani, dobbiamo innanzitutto precisare che, mentre il calendario gregoriano si basa sull’anno solare, quello islamico è sincronizzato con il moto della luna. È questo il motivo per cui la data del suo arrivo è variabile e l’anno si accorcia di circa un giorno al mese (secondo i nostri calcoli occidentali): ci sono infatti alcuni mesi di 29 giorni e altri al massimo di 30. 

Come già accennato, è il viaggio di Maometto a stabilire l’inizio del nuovo anno e il primo mese dell’anno, uno dei quattro considerati sacri, si chiama Muharram. 

Una volta nota la data del Capodanno per l’anno in corso, per tutti cominciano i 10 giorni di digiuno previsti e che culminano nell’Ashura. Quest’ultimo per gli Sciiti è in realtà un giorno di lutto, in commemorazione dei caduti nel corso della battaglia di Kerbala, avvenuta nel 680 dc, durante la quale il nipote del profeta Maometto fu trucidato con tutta la sua famiglia.  

In ricordo di questa giornata, si organizzano solenni processioni e vengono anche organizzate delle rappresentazioni drammatiche dell’evento.  

Per questo motivo ulteriore, il Capodanno islamico è culturalmente ben lontano dai festeggiamenti a cui siamo abituati nel mondo occidentale ed è evidente che rappresenta piuttosto una meditazione, un periodo di preghiera che accoglie il nuovo anno in un’atmosfera di pace e serenità. 

È bene sapere, nel caso di un viaggio previsto nel periodo del Capodanno islamico, che trattandosi di una festa religiosa, molte attività commerciali nelle varie città rimangono chiuse, come avviene ad esempio anche durante il Ramadan. 

CAPODANNO ISLAMICO 2021 

Una curiosità che riguarda il calcolo del Capodanno islamico è che, essendo avvenuto nel 622 dc il viaggio di Maometto verso Medina, per i musulmani è quello l’anno “zero” da cui cominciare a contare. Pertanto, ad oggi nel 2021, inizia l’anno 1443 AH (after Hijira). I calcoli, come già illustrato, non vanno effettuati secondo le nostre usanze, essendo gli anni islamici più corti di quelli del calendario gregoriano al quale siamo abituati. 

Per questo anno, il Capodanno islamico cade tra il 9 agosto e il 10 agosto 2021. 

FESTIVITÀ MUSULMANE, NON SOLO CAPODANNO ISLAMICO

Si tratta di giorni molto sentiti dalla popolazione. Le celebrazioni avvengono nella zona est di Gerusalemme, quella a più elevata concentrazione di popolazione musulmana. I principali luoghi di culto sono: 

  • Le Moschee 
  • Il quartiere musulmano della città vecchia 
  • La Cupola della Roccia 

Ecco le festività musulmane più importanti.

LAYLAT AL-MIRAJ

È il viaggio di Maometto verso il Paradiso, con partenza dalla Cupola della Roccia, visitata per l’occasione dalle famiglie con i loro bambini.

EID UL-FITR

Indica la fine del Ramadan, tre giorni di festa in cui si mangiano piatti speciali della tradizione, si va in visita ad amici e parenti e si prega insieme nelle Moschee.

EID AL-ADHA

Questa è la Festa del Sacrificio, che celebra la volontà di Ibrahim, figlio di Abramo, nel compiere la volontà divina.

ASHURA

La commemorazione del martirio di Hussein, come già illustrato, nel corso della battaglia di Kerbala.

IL CAPODANNO ISLAMICO

Una delle principali festività religiose musulmane, a cui abbiamo dedicato questo articolo! 

I 15 eventi in streaming da non perdere a Capodanno

Visto che trascorreremo il Capodanno 2021 in casa, abbiamo raccolto in questo articolo i 15 migliori eventi disponibili in streaming, ordinati per orario in cui inizierà la diretta. Preparati a partire per un viaggio virtuale che ti porterà dagli Stati Uniti a Dubai nel giro di pochi minuti!

31 DiCEMBRE 2020

11:00 del 31.12 / CONCERTO DI CAPODANNO AL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

Il Teatro dell’Opera di Roma non rinuncia nemmeno quest’anno al tradizionale concerto di Capodanno. Il concerto gratuito, diretto da Roberto Abbado, sarà dedicato interamente alle musiche del compositore russo Čajkovskij e verrà trasmesso in diretta sul canale YouTube del Teatro alle ore 11:00 del 31.12. Il concerto sarà visibile anche qui sotto.

14:00 del 31.12 / FUOCHI D’ARTIFICIO AL PORTO DI SYDNEY

Partiamo per l’altro capo del mondo, l’Australia! A Sydney l’inizio del nuovo anno si festeggia con i super scenografici fuochi d’artificio al porto, la cui durata quest’anno è stata ridotta da 12 a 7 minuti. Abbiamo fatto un sacco di ricerche per trovare un sito dove l’evento verrà mostrato in diretta e, a meno che tu non ti trovi già in Australia o possieda un buon VPN per poter guardare l’evento sul sito dell’emittente australiana ABC, l’unica opzione possibile è quella di collegarti alla live cam posizionata permanente al porto di Sydney. Secondo i nostri calcoli dovresti essere in grado di godere a pieno dello spettacolo dei fuochi, solo senza telecronaca. Lo spettacolo dei fuochi inizia alle 14:00 del 31 dicembre 2020, ore italiane. Perfetto se vuoi andare a letto presto! Guarda i fuochi d’artificio dello scorso Capodanno qui sotto per sapere cosa ti attende.

18:00 del 31.12 / KISS 2020 GOODBYE

Ti presentiamo infine “Kiss 2020 Goodbye”, evento imperdibile per gli amanti del buon vecchio rock e delle performance scenografiche. Stiamo parlando del concerto in streaming dei Kiss, la band statunitense spesso conosciuta per gli stravaganti costumi di scena e il make-up appariscente in bianco e nero, che la sera del 31 dicembre si esibirà sul palco dell’Atlantis Resort di Dubai in una delle migliori performance musicali dell’anno. Durante il concerto assisterai a spettacoli pirotecnici e a riprese della band a 360 gradi con più di 50 telecamere. I Kiss ti attendono alle ore 18:00 italiane nel salotto di casa tua per accompagnare il tuo aperitivo pre-cenone in versione rock and roll.

19:00 del 31.12 / FUTURA: CAPODANNO AL PALAZZO VECCHIO DI FIRENZE

È intitolato “Futura“, il Capodanno 2021 a Firenze che avrà luogo tra le mura di Palazzo Vecchio. Sarà un evento musicale e culturale allo stesso tempo, durante il quale verrai guidato dall’attore Maurizio Lombardi allo scoperta delle bellezze del Palazzo ed assisterai alle performance musicali di Daniele Silvestri, Ghemon ed Erica Mou. Un evento da non perdere, che potrai vedere in diretta sul canale YouTube del Comune di Firenze a partire dalle 19:00. L’evento verrà registrato e serà accessibile anche dopo Capodanno.

19:00 del 31.12 / LA LUNGA NOTTE DEL CLUBBING

L’iniziativa ideata da Radio Officina Rimini Arte consiste, come suggerisce il nome dell’evento, in una lunga notte di clubbing con i migliori DJ che hanno suonato negli ultimi anni nei leggendari club della riviera romagnola. Sintonizzati alle 19:00 sul sito di Officina Rimini Arte per 13 ore di musica techno ininterrotte. Tra i performer della serata ricordiamo l’intramontabile DJ Cirillo, che per anni si è esibito nella Piramide del Cocoricò di Riccione, regalando emozioni indimenticabili agli amanti della sua musica. Durante la diretta ci sarà inoltre un’ora di trasmissione dedicata alla musica del DJ fondatore dello storico club riminese Velvet, Thomas Balsamini. Per il programma integrale della serata puoi leggere l’articolo dedicato sul sito ufficiale dell’iniziativa. Se non riuscirai a seguire l’evento, non preoccuparti: la Lunga Notte del Clubbing sarà disponibile anche in formato podcast a partire dal 2 gennaio.

20:00 del 31.12 / TOMORROWLAND

Quelli che ci sono stati dicono che partecipare a Tomorrowland sia un’esperienza unica al mondo, difficile da spiegare a parole.  Si tratta del più grande festival EDM (Electronic Dance Music) del pianeta, che ogni anno dal 2005 porta in Belgio centinaia di migliaia di visitatori. Per il Capodanno 2021 Tomorrowland aprirà le sue porte per offrirti uno degli spettacoli digitali più scenografici dell’anno. Ad attenderti ci saranno 25 DJ di fama mondiale, tra cui David Guetta, Boys Noize, Armin Van Buuren e Snoop Dogg AKA Snoopadelic. Se sei un amante della musica elettronica, perderti questo evento sarebbe come andare a New York senza vedere l’Empire State Building. Ti abbiamo convinto?

I biglietti sono in vendita sul sito ufficiale di Tomorrowland e costano dai 20€ in su. Gli artisti si esibiranno su 4 palchi digitali della location virtuale “Naoz”, dove effetti speciali faranno da sfondo alle performance. L’orario di inizio del festival è stato adattato a tutti e 27 i fusi orari della Terra e sarà disponibile online a partire dalle 20:00, ora locale, ovunque tu ti trovi. Se non ti vuoi perdere il cenone coi parenti ma nemmeno le prime ore del festival puoi acquistare il biglietto da 25€, che ti permetterà di accedere alle registrazioni delle performance ancora per un paio di settimane. Ecco una preview dell’evento.

22:00 del 31.12 / FKKK 2020: DUMBO E ROBOT FESTIVAL IN DIRETTA DA BOLOGNA

Continuiamo con la musica elettronica. Per la notte di San Silvestro 2020 DumBO e RoBOt Festival uniscono le forze per portare a casa tua 5 ore di pura musica elettronica in diretta dal Binario Centrale dell’ex scalo ferroviario Ravone. Collegati alle 22:00 del 31.12 su Twitch per assistere all’evento gratuito. A far compagnia ai DJ bolognesi ci saranno gli avatar dei partecipanti che verranno proiettati nella sala digitale durante il corso dell’evento. Se vuoi sostenere le associazioni che organizzano Fkkk 2o20 e aiutarli a ripartire dopo un anno difficile, fai una donazione su Eventbrite!

22:00 del 31.12 / SERATA “DES WAS A BOWIE FAN”

Dopo numerose ricerche siamo lieti di proporti questo programma in streaming dal tocco alternativo, firmato Des Was A Bowie Fan. Il nome forse ti dirà poco per cui ti diamo noi qualche info in più: Des Was A Bowie Fan è una serata che viene organizzata in diversi locali di Londra, dove a far scatenare la gente ci pensa la musica indie pop, new wave, post-punk, pop anni ’60 e ballate anni ’50. Sono questi i generi che ti attendono la sera del 31 se deciderai di collegarti. Oltre ad organizzare serate nei locali, Des Was A Bowie Fan gestisce anche una radio online e pubblica riviste di musica indie. La diretta di Capodanno è gratuita ed ha inizio alle 22:00, ore italiane.

22:00 del 31.12 / CAPODANNO VIRTUALE AL CIRCO MASSIMO DI ROMA

Il Capodanno in piazza a Roma non si ferma nemmeno quest’anno. A partire dalle 22:00 saranno tanti i grandi nomi della musica italiana che ti accompagneranno in attesa della mezzanotte, con performance registrate da varie location sparse per il centro di Roma e, per finire, in diretta dallo Circo Massimo. Si tratta di un Capodanno 100% italiano che è stato intitolato “Oltre Tutto“. Tra gli artisti protagonisti della serata ci saranno Elodie, in scena dai Musei Capitolini, il rapper Gemitaiz dalla Ara Pacis e Carl Brave da Rhinoceros. Il concerto terminerà con l’esibizione in diretta dal Circo Massimo di Gianna Nannini a partire dalla mezzanotte. Al Circo Massimo non ci sarà pubblico come per gli altri anni, ma due installazioni di arte contemporanea. Per assistere all’evento puoi collegarti alla sezione dedicata sul sito del comune di Roma.

23:45 del 31.12 / L’INCENDIO DEL CASTELLO ESTENSE DI FERRARA

Questo evento dalla scenografia mozzafiato, dai noi considerato uno degli eventi di Capodanno imperdibili in Italia, è una rievocazione storica dell’incendio del Castello Estense di Ferrara avvenuto nel lontano 1554. Lo spettacolo inizierà alle 23:45 del 31.12 e andrà in diretta sul sito ufficiale del Capodanno ferrarese. Ti attenderà uno spettacolo pirotecnico di circa 17 minuti, accompagnato da una colonna sonora tratta dai classici del cinema italiano. Tra effetti illuminanti, cascate di fuoco, giochi luci e fumi colorati, lo spettacolo avrà inizio con un tributo al regista riminese Federico Fellini per festeggiare i 100 anni dalla sua nascita.

23:45 del 31.12 / IL ROGO DEL VECCHIONE A BOLOGNA

Rimaniamo in tema d’incendi ma ci spostiamo ora a Bologna. Per il Capodanno 2021 il tradizione rito del Rogo del Vecchione, verrà interpretato in chiave digitale dalla illustratrice Chiara Rapaccini (“Rap“) in un corto d’autore. Il Vecchione è l’anima del Capodanno bolognese. In tempi normali altro non è che un enorme fantoccio di paglia e stracci, riempito di petardi a cui viene dato fuoco in Piazza Maggiore come simbolo dell’anno appena trascorso. Quest’anno, però, in formato digitale. Per assistere allo scenografico evento collegati alle 23:45 sul sito del Comune di Bologna. Il Rogo del Vecchione sarà accompagnato da una sopresa che avrà come protragonisti due big della canzone italiana, nati entrambi in Emilia: Vasco Rossi e Gianni Morandi. Assisterai inoltre ad un montaggio di video con animazioni d’artista e grande musica.

1 GENNAIO 2021

4:15 del 1.1 / CONCERTO DI JUSTIN BIEBER

Meno rockettaro dei Kiss, ma non per questo meno famoso: parliamo del cantante canadese Justin Bieber, che la notte di Capodanno 2021 si esibirà live per la prima volta dall’ormai lontano 2017.  L’evento in streaming è sponsorizzato dall’operatore di telefonia mobile T-Mobile, per il quale il giovane artista ha realizzato in passato diversi spot televisivi. Il concerto inizierà la notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio alle 4:15 del mattino ore italiane e il biglietto virtuale, del costo di 25,98€, è acquistabile online a partire dall’8 dicembre sul sito ufficiale dell’evento. Se ci leggi dall’estero e sei un cliente T-Mobile, questo è il tuo giorno fortunato: per te il concerto è gratuito!

06:00 del 1.1 / CAPODANNO A TIMES SQUARE

Guarda uno degli eventi di fine anno più conosciuti al mondo, il Capodanno a Times Square, comodamente dal salotto di casa tua. Ogni anno si radunano a Times Square più di un milione di persone per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo. L’evento è caratterizzato da performance dal vivo e dalla discesa di una palla con luci a LED colorate che, durante il countdown di fine anno, scende sulla folla di Times Square lasciando gli spettatori con il fiato sospeso. Allo scoccare della mezzanotte non ci sono fuochi d’artificio ma centinaia di migliaia di bigliettini di auguri per il nuovo anno che piovono sulla piazza. Chiunque può far stampare il proprio messaggio d’auguri, basta compilare il modulo a questa pagina entro il 28 dicembre 2020. Assistere al Capodanno a Times Square, sia esso dal vivo o online, è un’esperienza unica che andrebbe vissuta almeno una volta nella vita. Per saperne di più sull’evento puoi visitare la nostra pagina dedicata al Capodanno a Times Square oppure alle 06:00 del 1° gennaio, ore italiane, vederlo in diretta nel video player qui sotto! Per non rischiare di perdere il grande evento, ti consigliamo di collegarti qui già qualche minuto prima delle 6:00.

8:45 del 1.1. / LO “SCOPPIO” DEL 2020 A LAS VEGAS

Benvenuto a Las Vegas, la città più pazza del pianeta, dove in un giorno qualunque puoi sorvolare la folla di Freemont Street su una zipline in posa da superman, vincere un milione di dollari e sposarti in una cappella con Elvis che canta al tuo fianco mentre prometti amore eterno alla tua dolce metà…Ma a Capodanno, cosa succede? Questo 31 dicembre, la città concluderà l’anno facendo letteralmente esplodere il 2020. I dettagli non sono ancora noti, ma una cosa è certa: l’evento avverà in grande stile, come da tradizione in città. Las Vegas non vede l’ora di dire addio a questo anno funesto, che ha colpito duramente il settore congressuale cittadino, e non lo vuole nascondere al mondo. Preparati dunque a un evento scenografico, con DJ e fuochi d’artificio, che ti regalerà un’esplosione di gioia (forse anche l’unica dell’anno). L’evento, denominato “Kiss Off 2020“, sarà disponibile in streaming sul sito del Las Vegas Visitor Center, dove potrai anche iscriverti ad un concorso per vincere un viaggio in città nel 2021! La diretta avrà inizio alle 8:45 del mattino del 1° gennaio 2021, ore italiane. Per un’anteprima di quel che t’aspetta guarda il trailer dell’evento qui sotto.

13:00 del 1.1 / SFILATA DEL 1° GENNAIO A LONDRA

La colorata sfilata londinese del 1° gennaio, che raduna ogni anno circa un milione di spettatori, è pronta ad assumere un formato del tutto nuovo. In via eccezionale quest’anno l’evento non avrà luogo per le strade del West End, bensì in uno studio televisivo, dove performer di fama internazionale si esibiranno di fronte alle telecamere per regalarti una sana dose di buon umore. I partecipanti spaziano dai gruppi di ballo sudamericani agli spericolati ragazzi della UK Premier Stunt Bike Team, che ti terranno incollato allo schermo con le loro vertiginose acrobazie in bicicletta. Per assistere all’evento ti basterà collegarti al sito ufficiale della London New Year’s Day Parade alle 13:00 del 1° gennaio 2021, ore italiane. La partecipazione online è gratuita e aperta a tutti. Per un’anteprima di ciò che ti attende dai un’occhiata al trailer della sfilata di Capodanno 2021 qui sotto!

Tutto sul Rosh haShana, il Capodanno ebraico

Si tratta di una delle festività ebraiche più importanti, dalle forti tradizioni. Il Capodanno ebraico ovvero Rosh haShana segue però un calendario diverso da quello gregoriano al quale siamo abituati. Vediamo nel dettaglio quali sono le date del Capodanno ebraico, qual è il suo significato e come si festeggia. 

LE DATE DEL ROSH HASHANA 2020, IL CAPODANNO EBRAICO

Il Capodanno ebraico si celebra quest’anno tra la sera del 18 settembre e il 20 settembre. Secondo il calendario ebraico, che conta i giorni dal momento della creazione, il nuovo anno in arrivo è il 5580. Il giorno in cui si festeggia l’anno nuovo varia di anno in anno, pur cadendo di solito tra il 6 settembre e il 5 ottobre.  

COME CALCOLARE LA DATA ESATTA

Per calcolare il giorno idi inizio del Capodanno ebraico, si parte dal giorno di inizio della Pasqua ebraica, che nel 2020 è stato l’8 aprile. Questa festività è chiamata Pesach e non ha nulla a che vedere con la Pasqua come considerata dai cattolici. La Pesach ricorda la fuga del popolo ebraico dall’Egitto ovvero l’esodo che finalmente lo portò nella terra promessa. Stabilito il giorno della Pasqua ebraica, la data di inizio del Capodanno ebraico cade 163 giorni dopo. 

Ecco un esempio pratico per calcolare la data del Capodanno ebraico 2020:

  • l’8 aprile 2020, data di inizio della Pasqua ebraica, rappresenta il 99esimo giorno dell’anno (bisestile in questo caso)
  • A questi 99 giorni, per calcolare la data di inizio del Capodanno ebraico, ne vanno aggiunti altri 163
  • La somma di 99+163 dà come risultato 262, ossia vernerdì 18 settembre 2020.

QUANTO DURA

La festa del Rosh haShana dura per due giorni di seguito. 

LE TRADIZIONI DEL CAPODANNO EBRAICO

Come abbiamo accennato, questa importante festività ebraica è ricca di forti tradizioni, osservate da ogni famiglia, seppur con qualche possibile differenza tra una e l’altra. 

SEDER

Sta ad indicare il rituale da osservare durante la cena del Capodanno ebraico e riguarda sia il cibo che le preghiere. Il seder più conosciuto e famoso è quello svolto per la Pasqua ma anche quello del Capodanno è osservato in ogni casa.  

TASHLIK

La tradizione vuole che, durante i giorni di festeggiamenti del Rosh haShanah, ogni persona debba recarsi vicino a un fiume o un lago e gettare al suo interno un sasso. Questo rituale ricorda le parole di Michea che rivolgendosi a Dio, constatò che fosse l’unico in grado di poter gettare nel mare più profondo le colpe dell’uomo. Ecco allora che questo gesto è un impegno a gettare via gli sbagli commessi fino a quel momento e a diventare uomini migliori. Rosh haShanah è infatti anche un momento di riflessione e di buoni propositi per l’anno a venire. 

Nei giorni del capodanno ebraico il colore predominante è il bianco, utilizzato anche per adornare le sinagoghe in vista delle celebrazioni. 

CIBO E RICETTE DEL CAPODANNO EBRAICO

La cena del Rosh haShana è ricca e prelibata, ma la particolarità è che non esistono piatti tipici da cucinare: piuttosto si tratta di alimenti singoli che non possono mancare in tavola (perché legati ad un particolare significato) e che ogni famiglia cucina e interpreta secondo le proprie preferenze. Ecco ad esempio una lista dei prodotti tradizionali che non mancano mai: 

  • Agnello 
  • Pesci 
  • Mele  
  • Datteri 
  • Fichi 
  • Zucca 
  • Finocchi 

Per preparare questi cibi si utilizza molto miele, perché il buon auspicio per l’anno nuovo è che sia il più dolce possibile (da qui la scelta di frutti zuccherini come i datteri, i fichi e le mele). L’agnello è il simbolo che ricorda il sacrificio di Isacco mentre i pesci indicano la prosperità. 

Un altro cibo tipico di questa serata, noto nella cucina kosher ebraica, è la challa. Si tratta di un pane che viene impastato ad anello, sia per indicare il susseguirsi ciclico degli anni e sia per augurare un anno senza spigoli né difficoltà. 

Un altro cibo simbolico nel Capodanno ebraico è il melograno. Questo frutto non solo è dolce, come la tradizione vuole, ma è fortemente emblematico per augurare prosperità e abbondanza, vista la molteplicità dei chicchi contenuti al suo interno. 

QUAL È IL SIGNIFICATO DI ROSH HASHANAH? 

In realtà non c’è nessun evento nei testi sacri riconducibile alla festa di Rosh Hashanah. Questa ricorrenza è piuttosto legata ad un ringraziamento e una celebrazione in onore di Dio e della sua creazione.  

Come è noto, secondo la tradizione ebraica Dio creò l’universo in sei giorni e proprio nell’ultimo giorno diede vita anche all’uomo, per completare la sua immensa opera di creazione. Si racconta inoltre che, nel momento in cui il Signore terminò di creare Adamo, il primo uomo, si udì ben forte il suono di gloria dello shofar. Questo strumento, ricavato dal corno di un animale, ancora oggi è utilizzato durante il Rosh Hashanah. 

Auguri di buon anno in diverse lingue

Viviamo in una società multietnica, in cui culture e lingue diverse sono un valore per arricchirsi dal punto di vista personale e professionale. Se il Natale è una festa non comune a tutte le religioni e Paesi, con il Capodanno non si sbaglia! Ecco un elenco degli auguri di buon anno in diverse lingue: un’attenzione in più per chi vive nella nostra comunità o per divertirsi con i bigliettini da spedire ai parenti all’estero! 

COME FARE GLI AUGURI DI BUON ANNO IN DIVERSE LINGUE

Se non abbiamo scritto in tutte le lingue del mondo, un motivo c’è: tra ufficiali e idiomi locali sono oltre 6000! Quindi ecco una selezione, precisa e accurata, delle lingue con cui è facile ai giorni nostri entrare in contatto, per chi vive in città, ha parenti residenti fuori dall’Italia o per chi lavora online, alle prese con collaborazioni sparse in Europa o altre parti del mondo. 

Una curiosità per iniziare. Ecco quali sono le sei lingue più parlate al mondo:  

  • Arabo
  • Cinese (mandarino) 
  • Inglese 
  • Francese 
  • Russo 
  • Spagnolo 

INGLESE

Partiamo dal classico che non sbaglia mai, perfetto anche per gli zii d’America:  

Happy new year! 

FRANCESE

Il fidanzato è originario della Francia? 

Bonne annèe! 

SPAGNOLO

Gli amici dell’Erasmus venivano dalla Spagna? 

Feliz año nuevo 

TEDESCO

La cognata che ora vive in Italia, in realtà è tedesca? 

Ein gutes neues Jahr / prost Neujahr 

ALBANESE

L’amica che vive a Londra in realtà ha origini albanesi? 

Gëzuar vitin e ri 

GRECO

Gli amici dell’università sono greci? 

Kali chronia / ευτυχισμένο νέο έτος (eftychisméno néo étos) o kainourgios chronos 

RUMENO

Gli amici di scuola dei bambini sono rumeni? 

Un an nou fericit / la mulţi ani 

UCRAINO

Gli insegnanti di ginnastica artistica sono ucraini? 

Novym rokom/ щасливого нового року (shchaslyvoho novoho roku) 

ARABO

Il titolare del ristorante preferito è arabo? 

Aam saiid / sana saiida 

CROATO

Il personale a bordo della nave da crociera è croato? 

Sretna nova godina 

TURCO

Sarai a Istanbul per l’ultimo dell’anno? 

Yeni yiliniz kutlu olsun 

“SVIZZERO”

Sei una freelance e collabori da remoto con clienti in Svizzera? 

In questo caso dipende dalla zona: sono quattro le lingue ufficiali parlate in Svizzera ovvero italiano, tedesco, francese e romancia.  

Tuo fratello presenzierà ad un evento nei Paesi Scandinavi? Se si trova in:  

SVEZIA

Gott nytt år 

FINLANDIA

Onnellista uutta vuotta 

NORVEGIA

Godt nytt år 

BUON ANNO IN DIVERSE LINGUE: E IN ITALIA?

La musicalità della lingua del Bel Paese ha già di per sé il sapore della festa:  

Felice anno nuovo! 

Ma in quali Paesi si parla italiano?  

  • In tutta la penisola, comprese Città del Vaticano e San Marino 
  • Svizzera italiana 
  • Malta 

O, a seconda delle zone, anche nei seguenti Paesi:  

Albania, Argentina, Australia, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Brasile, Canada, Costa Rica, Croazia, Malta, Egitto, Eritrea, Francia, Germania, Israele, Libia, Liechtenstein, Lussemburgo, Paraguay, Filippine, Porto Rico, Romania, Arabia Saudita, Slovenia, Tunisia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti e Venezuela. 

Ecco molti altri spunti per gli auguri di buon anno in italiano.

MA NON TUTTI I PAESI FESTEGGIANO IL 1° GENNAIO!

La festa di Capodanno è in comune a tutti i Paesi del mondo ma non per tutti la data dei festeggiamenti coincide con il 1° gennaio. Ecco allora come e quando fare gli auguri di felice anno nuovo ad amici e parenti che abitano nelle seguenti zone del mondo. 

CINA

La data del nuovo anno lunare cambia ogni anno e si colloca sempre tra il 21 gennaio e il 20 febbraio. Il Capodanno cinese si festeggia anche in Indonesia, Corea, Mongolia, Nepal, Bhutan e in Vietnam e gli auguri si fanno così: 

 新年快乐 Xīnnián kuàilè 

ISRAELE

Il Capodanno israeliano è il Rosh Hashanah e si festeggia tra settembre e ottobre. La frase beneaugurante è: 

L’shanah tovah 

IRAN

Il nuovo giorno (Nowruz) per la popolazione dell’Iran e 30 milioni (!) di persone in Afghanistan coincide con l’equinozio di primavera. Per augurare il buon anno, queste sono le parole giuste: 

Sal-e no mobarak 

INDIA

Bengalesi e indiano festeggiano il Capodanno nel mese di aprile e il tradizionale augurio del primo giorno del nuovo anno (Pahela Baishakh) è: 

Shubho Noboborsho 

RUSSIA

Il Capodanno ortodosso si festeggerà nel 2020 il 14 gennaio. Come augurare un festoso inizio di anno? Così: 

с новым годом (s novym godom) 

Non resta che dare inizio ai festeggiamenti!

Capodanno Ovunque

C’è per esempio, Bruxelles a soli 33€,
in Italia troviamo (se cliccate sulla freccina a lato, si apre un menù a tendina con i dettagli delle città) Pescara a 39€, Alghero a 77€, Bari 79€.
Oppure le principali città tedesche a partire da 49€ (Colonia, Norimberga, Düsseldorf) che sotto Natale e Capodanno sono sempre accoglienti con i loro mercatini tipici.
Poi per chi ha un po’ più di tempo e budget a disposizione ci sono anche i voli intercontinentali.
Prendendo ad esempio come date 29 dicembre – 5 gennaio
Skyscanner ovunque
O anche per immergersi nel clima dei paesi tropicali c’è Malesia e India intorno ai 500€,

Che, voglio dire non è malaccio, considerando che mancano solo 3 mesi e che lì è periodo di alta stagione.
Skyscanner ovunque
Poi, per chi avesse una flessibilità estrema anche in termini di date (beati voi nel caso), c’è la possibilità di selezionare l’intero mese per vedere le offerte più convenienti.
Volete qualche esempio?
Selezionando dicembre come mese di partenza e gennaio come mese di arrivo avremo:
skyscanner ovunque
Siiiiiiii avete visto bene: Cina a 345€ e Tanzania a 375€!!!!
Vuoi mettere trascorrere Capodanno sulla spiaggia sotto le palme e brindare a base di Afrikoko?!
Provate anche voi e cominciate a guardare già da ora per non farvi scappare le occasioni!!!
Buona ricerca

Capodanno tra le dune del Sahara e l’avventura del deserto

Un capodanno diverso ed emozionante tra le dune del Sahara, l’avventura del vero deserto vissuta in prima persona ad un prezzo accessibile. Un viaggio che ti porta al di fuori della tua solita vita: emozioni e sensazioni forti e sconosciute!

Mentre gli altri si riempono di cibo in chiassosi e monotoni cenoni, tu sei attore privilegiato in un mondo incredibilmente bello, incontaminato, fatto di sabbia, di pietre, di rocce, di spianate che continuano oltre l’orizzonte, di luoghi sempre diversi. Continue reading “Capodanno tra le dune del Sahara e l’avventura del deserto”

Viaggi di Capodanno al caldo dell’Egitto

Natale e Capodanno sono sinonimi di freddo e alla neve, ma come parte del villaggio globale sappiamo che le spiagge e i posti caldi ci sono eccome, a portata di aereo per passare senza maglia di lana un magnifico San Silvestro 2011.

Un paese amato e abbastanza economico è l’Egitto: che ne pensate? Potete infatti pensare di festeggiare con lo spumante a Capodanno a Sharm el Sheik, consigliata al turista che vuole rilassarsi, ma che ama anche la scoperta del deserto nel Sinai: classicamente a dorso dei cammelli oppure sui quad per chi ama l’avventura!

Natale alternativo in Kenya tra safari e barriera corallina

Una vacanza in Kenya per Capodanno? Ecco questo può essere un’alternativa al freddo: sole, caldo, mare, natura. Amate i safari a cavallo? Oppure preferite le immersioni nella meravigliosa barriera corallina lungo la quasi totale lunghezza della costa kenyota? Questa meta fa per voi!

La capitale Nairobi si trova nel cuore del paese, Mombasa e Malindi sono città costiere. Uno dei posti migliori sulla costa è Watamu, all’interno del parco marino di Malindi, l’ideale per lo snorkeling e le immersioni per scoprire coralli e piccoli pesci tropicali, murene, tartarughe, razze e squaletti.

Capodanno in Giapppone: l’oriente non è poi così lontano

Il Giappone: troppi soldi per raggiungerlo, troppi soldi per starci? Eppure la destinazione ha un costo accessibile. Ma dobbiamo organizzarci anche perché se andremo lì sicuramente il nostro Capodanno 2011 sarà indimenticabile! Prima di andare, ci serve acquistare un Japan Rail Pass, ovvero l’accesso illimitato alla rete di trasporto più pazzesca del paese del Sol Levante.
Anche se Tokyo non è riuscita ad essere sede delle Olimpiadi estive del 2016, il risultato è stato un aumento della segnaletica in inglese! Quindi facciamo armi e bagagli e voliamo verso un sogno! Questo è  l’anno del drago? o della tigre? Comunque è sempre un ottimo anno per visitare i luoghi nipponici!

Plugin WordPress Cookie di Real Cookie Banner