Capodanno sui fuoristrada in Sardegna: 6 giorni tra boschi, fiumi e dune

Noi siamo fuoristradisti nelle vene, difficilmente rinunciamo alla possibilità di scorazzare dove pochissimi, ed in alcuni casi nessuno passa, scoprendo bellezze nascoste, con la soddisfazione di essere riusciti a farcela. E la soddisfazione maggiore è quella di farla scoprire a chi ancora non li conosce. Come sempre, anche con l’aiuto dei titolari delle strutture che ci troveremo a frequentare, siamo riusciti a mantenere l’altissima qualità eno-gastronomica e di Hotels che ci contraddistingue ad un costo davvero fantastico.

Una bella vacanza per festeggiare con spensieratezza il nuovo anno. E’ quello che offre un gruppo di amici, quasi tutti di origini lombarde, che hanno scelto di vivere in una terra meravigliosa quale è la Sardegna, e che hanno messo a punto ‘Sardegnatrek4x4’, luogo d’incontro per tutti gli appassionati del genere per ritrovare il gusto, la soddisfazione ed il divertimento di attraversare estese zone dell’Isola percorrendo meno asfalto possibile e, nello stesso tempo, praticare il vero Fuoristrada Turistico: niente competizioni, gare o percorsi artificiali. E allora un appuntamento imperdibile è appunto previsto per il Capodanno 2013 (dal 30 dicembre al 4 gennaio) per “la più bella avventura italiana in 4×4”. In sei giorni si attraverserà tutta l’Isola toccando le più caratteristiche località attraversando la Gallura e la Barbagia, inoltrandosi nel Sarcidano e percorrendo parte del Sulcis Iglesiente. Si guaderanno fiumi, si attraverseranno boschi e foreste, si viaggerà sulle Dune sabbiose più alte d’Europa (Piscinas), e si risalirà il ‘fiume rosso’. I percorsi sono davvero unici, naturali e per questo talvolta anche impegnativi.

DOMENICA 30 DICEMBRE 2012: LA TAPPA E’ LUNGA! Per chi arriva dal “Continente” l’arrivo è a Olbia o a Golfo Aranci; in tutti e due i casi sbarcherete intorno alle 07,30 e noi saremo al Porto a ricevervi; una volta raggruppati, esserci conosciuti e dopo un veloce breafing, andremo a fare carburante (sicuramente qualcuno sarà semivuoto) ed imboccheremo, al massimo entro le ore 08,30, la SS 131 (Carlo Felice) che ci condurrà in circa un ora a Dorgali. Ancora circa 15 minuti sulla panoramica e tortuosa “Orientale Sarda” prima di arrivare sulle sponde del lago “Alto Flumendosa”dove ci fermeremo per un veloce caffè. (ho detto veloce) La tappa che ci attende è molto lunga e, se vogliamo arrivare al nostro Hotel con ancora un po’ di luce, dobbiamo ripartire velocemente ed iniziare così il fantastico percorso off-road che ci vedrà scavalcare il Gennargentu. Viaggeremo per diverso tempo in quota, tra animali allo stato brado, attraversando fitti boschi e tratti privi di vegetazione, quasi desertiche. Guadando il “Flumendosa”, arriveremo nel cuore della Barbagia dove, in un caratteristico paesino ci fermeremo per un panino (oggi il pranzo non è contemplato). Come ho già detto la tappa è lunghetta…infatti da qui avremo ancora un paio d’ore di percorsi off-road (in alcuni tratti impegnativi) prima di entrare in un simpatico Hotel a conduzione familiare. Una meritata doccia, un aperitivo…ed un’eccellente cena a base prodotti tipici locali e casalinghi nel rinomato ristorante. Seguirà il pernottamento. Spesso, oltre i 1.000 mt. abbiamo trovato neve mentre più a valle era come l’ultima foto.

LUNEDI’ 31 DICEMBRE 2012: bella e divertente tappa. Dopo la colazione, alle ore 08,30 partiamo; 15/20 minuti di asfalto tra le dolci colline. Arrivati Senorbì, faremo una veloce sosta caffè e ripartiremo: attraverseremo sterminati e pittoreschi territori semi pianeggianti. Viaggeremo esclusivamente tra proprietà private e campi coltivati. Se nei giorni precedenti avrà piovuto, troveremo sicuramente molto, moltissimo fango. Arriviamo così,… prima o poi, a Domusnovas. Anche oggi il pranzo spetta a Voi e comunque consiglierei un panino… questa sera c’è il Cenone che sarà davvero eccellente, all’altezza della situazione… Da Domusnovas, in circa 30 minuti di asfalto e costeggiando gli “stagni”, normalmente affollati di Fenicotteri rosa, raggiungeremo la bella Isola di Sant Antioco. Il nostro Hotel (elegante 4 stelle) è proprio nel centro della cittadina e a due passi dal mare. Prendiamo possesso delle camere ed attendiamo l’ora del Cenone. Festeggeremo tutti insieme ed in allegria l’arrivo del nuovo anno. Domani giornata libera… Quando parliamo di fango, intendiamo proprio fango!

MARTEDI’ 1° GENNAIO 2013: Come già detto, giornata libera; chi vorrà potrà seguire l’Organizzazione nel giro completo dell’Isola e poter ammirare la particolare ed unica vegetazione oltre che le splendide “calette”, altrimenti ci sono molte altre possibilità per trascorrere la mattinata, dai Siti Archeologici alla visita della Città. Appuntamento tassativo per tutti a Calasetta per un fantastico pranzo a base di pesce in un rinomato ristorante (chi c’è..c’è…). Per il pomeriggio … vale lo stesso programma del mattino. Per sera ci ritroveremo tutti in Hotel; alle 20,30 serviranno la cena (a base di pesce naturalmente) ed a seguire il pernottamento. L’Isola di Sant Antioco è ricca di cale e calette davvero belle. Mattina e pomeriggio saremo a visitarle ma, nel bel mezzo, un ricco pranzo a base di pesce freschissimo (come il Vermentino…e il Mirto…)

MERCOLEDI’ 2 GENNAIO 2013: Bellissima tappa.Alle 09,00 dopo la colazione, partiremo: 20 minuti in asfalto per uscire dall’Isola e raggiungere la periferia di Iglesias ed iniziare uno spettacolare percorso off-road tra boschi millenari ed estese foreste di “sughere”. Inizieremo a vedere tutto intorno a noi, quello che rimane della passata attività mineraria: dagli scavi alle ex ville dei dirigenti delle miniere, dai piccoli ed ormai ridotti a ruderi borghi dei minatori alle montagne di materiale di “risulta” accumulato in svariati decenni di scavi. Da un “passo” mozzafiato che ci “ruberà” qualche minuto per le immancabili ed obbligatorie fotografie, (dobbiamo solo sperare in una bella e soleggiata giornata) arriviamo a Buggerru, simpatica cittadina sul mare ed andremo a pranzo in un noto ristorante; naturalmente tutto a base di freschissimo pesce ed ottimo Vermentino. Dopo pranzo e dopo il Vermentino … il limoncello… il mirto… l’Hotel, con fantastica vista mare è proprio a due passi…Come se non bastasse, questa sera altra ottima cena (sempre pesce)…o, a richiesta carne…o verdure….un brodino?? Questa è una tappa fantastica…non molto lunga…ma veramente bella!

GIOVEDI’ 3 GENNAIO 2013: Alle 09,00 dopo la colazione, partiremo per un’altra bella tappa che ci vedrà, prima viaggiare sulla sabbia delle Dune, poi attraversarle nel territorio davvero unico di Piscinas, poi ancora, E QUESTA E’ LA CILIEGINA SULLA TORTA, risalire il “fiume rosso” fino alle porte di Arbus.I percorsi che farete oggi sono davvero unici e vi daranno molta soddisfazione. Per pranzo saremo in uno splendido Resort proprio sul mare. Qui avrete la soddisfazione di degustare il massimo dell’eno-gastronomia locale che il titolare ci proporrà. Nel pomeriggio… decideremo insieme cosa fare, ma sono sicuro che molti di voi profitteranno della bellezza della zona per fotografie e passeggiate. Appuntamento per tutti alle ore 20,30 per la cena ed il pernottamento. Mattinata molto bella dal punto di vista dei panorami e della guida. Nel pomeriggio…si vedrà

VENERDI’ 4 GENNAIO 2013: Tappa molto lunga. Alle 08,00, dopo la colazione, partiremo per l’ultima bella tappa. Inizieremo subito con un brevissimo tratto piuttosto impegnativo, sia per il probabile fango che per una ripida e sconnessa salita, dopodichè scavalchiamo tutto il lussureggiante Monte Jentilis fino alla sua massima altitudine, (godendo, giornata permettendo, di un fantastico panorama a 180 gradi, da Est a Ovest)
Scendiamo lentamente percorrendo un divertente sterrato fino ad arrivare alle porte di Arborea. Da qui in asfalto arriveremo ad Uras ed entreremo in Agriturismo per un particolare “spuntino”. (non fatevi mai ingannare, in Sardegna, dall’espressione “spuntino”. La nostra breve vacanza è così terminata: dopo lo “spuntino”, in colonna sulla SS 131, ci dirigeremo verso Olbia che raggiungeremo in un paio d’ore. Strada facendo ancora qualche sosta e poi, al Porto di Olbia, i saluti.

Per info e prenotazioni clicca www.sardegnatrek4x4.com

One thought on “Capodanno sui fuoristrada in Sardegna: 6 giorni tra boschi, fiumi e dune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.